DC Comics Wiki
Advertisement
DC Comics Wiki

Barbara "Babs" Kean è l'ex curatrice di una galleria d'arte nel distretto artistico di Gotham City ed ex fidanzata di Jim Gordon. E' anche un'ex detenuta dell'Arkham Asylum ed ex membro dei Maniax. Dopo aver tentato di uccidere la nuova ragazza di Gordon, Lee Thompkins, Barbara viene mandata all'Arkham Asylum dove viene fatta evadere da Theo Galavan. Successivamente rapisce Jim e Lee e li tiene in ostaggio nella Cattedrale di Gotham, finendo in coma per una caduta da una finestra. Dopo essersi svegliata, viene studiata da Hugo Strange che la rilascia da Arkham. In seguito apre il nightclub The Sirens con la sua compagna Tabitha Galavan, finché viene sconfitta e uccisa da quest'ultima. Il leader della Lega degli Assassini, Ra's Al Ghul, usa l'acqua magica del Pozzo di Lazzaro per farla tornare in vita; dopo aver gestito un negozio di armi per i criminali di Gotham City, riapre il suo vecchio club con Tabitha e Selina Kyle. Come successore di Ra's, assume la capacità di emettere energia incandescente dalla sua mano per richiamare i membri della Lega delle Ombre, diventando quindi la nuova Testa del Demone. Tuttavia scegli di rinunciare ai suoi poteri per salvare la sua vita e quella di Tabitha, che un redivivo Ra's avrebbe eliminato se non avesse riavuto i suoi poteri. Nonostante ciò, i membri femminili della Lega scelgono di continuare a seguirla. In seguito uccide nuovamente Ra's con l'aiuto di Bruce Wayne e quindi anche i membri maschili della Lega si offrono di seguirla, ma Barbara li fa uccidere. Quando Gotham diventa Terra di nessuno e i vari criminali iniziano a rivendicare il proprio territorio, anche Barbara e Tabitha ribattezzano il loro "The Sirens" continuando intanto a gestire il loro nightclub, vietando l'accesso a tutti gli uomini. Dopo la morte di Tabitha per mano di Pinguino, Barbara giura di vendicarla uccidendo Oswald.

In seguito ad aver avuto un rapporto con Gordon si scopre incinta, decidendo di tenere il bambino a distanza dal poliziotto, che non crede possa essere una buona madre. Una volta scoperto che Oswald e Edward stanno progettando di lasciare Gotham, decide di formare un'alleanza con loro per il bene del nascituro. Tenta anche di tornare nelle grazie di Gordon e, dopo la nascita della bambina, dissipa i vecchi rancore con Lee, finché non si trova faccia a faccia con Nyssa Al Ghul che vuole vendicare la morte di suo padre e completare la sua missione. Tuttavia, Barbara riesce a prendere parte alla sconfitta di Nyssa e del suo subordinato Bane, battezzando sua figlia "Barbara Lee Gordon" come dedica alle persone su cui potrà veramente contare e rimanendo in buoni rapporti con Jim e Lee. Dieci anni dopo l'incidente di Terra di nessuno, Barbara diventa una donna d'affari legittima lasciandosi alle spalle la vita criminale e concorrendo con la propria aziena contro la Wayne Enterprises.

Biografia[]

Primi anni[]

Crescendo Barbara ha sempre avuto una relazione piuttosto tesa con i genitori, tanto da essere quasi diseredata. A un certo punto della sua vita iniziò una relazione romantica con Renee Montoya, anche se durò appena un anno. Diversi anni dopo conobbe Jim Gordon mentre quest'ultimo stava frequentando l'Accademia di polizia di Gotham; i due si innamorarono e lui le chiese di diventare la sua fidanzata. Durante la loro relazione, Gordon la portò a un appuntamento sulla Torre dell'orologio di Gotham.

Fidanzata di Jim Gordon[]

Jim arriva all'appartamento di Barbara e, mentre entra nella stanza, lei gli dice che ha un bell'aspetto nella sua nuova uniforme e che mentiva riguardo alla precedente, poi i due si baciano. La donna è pronta per uscire ma Gordon le chiede se possono restare in casa perché è stanco; lei accetta affermando che gli deve un favore. Jim condivide poi con Barbara i dettagli riguardanti le indagini sull'omicidio dei genitori di Bruce Wayne. Ammette che gli sembra fuori dalla sua portata ma lei dice che ne dubita prima di baciarlo nuovamente.

Barbara saluta Jim.

Più tardi Barbara riceve una visita da Montoya che tenta di convincerla che Gordon è moralmente corrotto e che ha ucciso un uomo innocente, Mario Pepper, e un criminale di basso rango di nome Oswald Cobblepot per conto di Carmine Falcone, anche se in realtà, a insaputa della stessa detective, non l'ha fatto.

Quando Gordon racconta a Barbara del caso dei ragazzini di strada rapiti e mostra la sua frustrazione per non poterlo raccontare alla stampa e smuovere le acque, la donna prende il telefono e fa una telefonata anonima al giornale.

Montoya entra nell'appartamento di Barbara con le chiavi che aveva ancora dal tempo in cui stavano insieme e la donna, uscita in quel momento dalla doccia con una sigaretta di marijuana, la affronta. Barbara si riprende le chiavi e accusa Montoya di stare mentendo in modo che lasci Gordon e torni da lei, ma le due si baciano brevemente prima che la detective se ne vada.

Barbara viene presentata a Oswald Cobblepot, quest'ultimo sotto lo pseudonimo di Peter Humboldt, prima che scenda in strada con Jim. Più tardi, nell'appartamento, Barbara chiede a Gordon chi sia Oswald Cobblepot e ammette di aver avuto con Montoya una relazione per un anno.

Barbara affronta Montoya e si offre di dirle tutto quello che potrebbe scoprire se in cambio lascia in pace Gordon. Tuttavia, la donna rifiuta in quanto ha già un mandato e un testimone per poter arrestare il detective.

Dopo che si scopre che Oswald Cobblepot è ancora vivo, Barbara viene tenuta prigioniera da Butch Gilzean che la molesta facendole delle avance e le rivela che Gordon non ha ucciso Oswald come avrebbe dovuto. In quella Jim torna nell'appartamento e sconfigge facilmente Butch e il suo compare; temendo per la vita di Barbara, Gordon l'accompagna a una fermata di autobus e le chiede di lasciare Gotham per qualche giorno finché non avrebbe risolto la situazione. Inizialmente la donna esegue con riluttanza, ma poi torna in città e va da Falcone per chiedergli di risparmiare la vita di Jim, con Victor Zsasz che li osserva. Falcone la fa tenere in ostaggio e ricatta Gordon che si era diretto con Harvey Bullock per arrestarlo. In tal modo, Zsasz riporta Barbara a Jim e la donna si scusa con il fidanzato.

Barbara, completamente consumata dalla sua paura per Zsasz, prende la pistola di ricambio di Gordon dopo aver bevuto diversi bicchieri di vino con l'intento di difendersi essendo in casa da sola. Al suo ritorno, Jim cerca di calmarla mentendole e dicendole che non c'erano mostri e neppure Zsasz lo era. In seguito Barbara chiama Gordon, ma Jim le dice che l'avrebbe richiamata essendo impegnato in un caso. Tuttavia, la donna sceglie di andarsene non riuscendo a sopportare il fardello di cui Gordon le aveva parlato e che ora era costretta,suo malgrado, a portare anche lei.

Barbara lascia la città e manda un messaggio a Gordon spiegandogli che ha troppa paura e non è abbastanza coraggiosa per dimostrarglielo. In seguito Barbara ascolta la chiamata di Jim mentre è a letto con Montoya.

Barbara e Montoya.

In seguito Barbara si mostra dispiaciuta per aver lasciato Gordon e Renee prova a convincerla a lasciarla parlare con il detective. Montoya sceglie quindi di lasciare definitivamente Barbara, poiché quando stavano insieme anni prima passavano il tempo a farsi di droghe e teme di fare nuovamente quell'errore. Successivamente Barbara chiama al proprio appartamento per parlare con Gordon ma risponde la piccola Ivy Pepper, la quale dichiara di essere un' "amica" di Jim. Credendo erroneamente che Gordon abbia un'altra donna, Barbara riattacca furibonda mandandola all'inferno.

La donna va poi a stare dai suoi genitori per qualche giorno; quando torna nel suo appartamento lo trova occupato abusivamente da Ivy e Selina Kyle, ma sceglie di farle restare.

Dopo che le due ragazze le danno consigli su come vestirsi per impressionare Gordon, Barbara va al GCPD per andare a trovarlo ma lo sorprende mentre si bacia con Leslie Thompkins. Delusa per quanto accaduto, Barbara si concentra su Selina e le da' dei suggerimenti su come usare la sua futura bellezza come arma contro gli uomini, ma la ragazza esprime scarso interesse.

Rapita dall'Orco[]

Qualche tempo dopo, mentre è seduta ad un bar ancora depressa per la rottura con Gordon, un uomo le si avvicina presentandosi come Jason Lennon; in realtà è il serial killer "Orco" che intende ucciderla per vendicarsi di Jim che sta investigando su di lui, tuttavia dopo averla conosciuta capisce che è la donna giusta per lui che sta cercando da anni.

Dopo essere andati a un ballo di beneficenza, l'Orco la rapisce e le fa il lavaggio del cervello per far scegliere Barbara di lasciargli uccidere i suoi genitori. Quando Gordon e Bullock li rintracciano, trovano Lennon che punta un coltello alla gola della donna. Jim spara all'Orco uccidendolo, e mentre cade il coltello scivola lievemente sulla gola di Barbara, ferendola superficialmente.

In seguito Leslie cura Barbara e quest'ultima ringrazia Gordon per averla salvata. Le due donne poi si ritrovano nell'appartamento di Barbara a chiacchierare e la donna fa domande insistenti a Leslie su come vada la sua relazione con Jim. Poi inizia improvvisamente a parlare dei suoi genitori sotto una luce altamente negativa finché, per orrore di Leslie, rivela di essere stata lei a ucciderli, non l'Orco. La dottoressa capisce che Barbara ha perso la lucidità mentale e prova a scappare, ma la donna comincia ad attaccarla con un coltello; le due finiscono per combattere e Leslie riesce a stendere Barbara.

Barbara tenta di uccidere Lee.

Reclusione ed evasione da Arkham[]

Barbara viene incarcerata all'Arkham Asylum, dove la maggior parte di detenuti sono uomini. Viene avvicinata da Jerome Valeska che le consiglia di "farsi un amico" per evitare che le succedano cose brutte, così la donna seduce Aaron Helzinger e gli chiede di proteggerla. In seguito, tramite Jerome, riesce ad ottenere un telefono da Richard Sionis, che dice che aiuta i suoi amici solo se in cambio loro aiutano lui. Barbara chiama Jim e cerca di convincerlo che è stata Leslie ad attaccarla, ma lui riattacca dicendole di non telefonare più. Successivamente viene fatta evadere con altri detenuti da Theo Galavan che offre loro la possibilità di diventare un gruppo che terrorizzi Gotham; Sionis si rifiuta e spiega di voler andarsene, portando Barbara con se'. Inizialmente Theo sembra d'accordo e lo libera, ma poi sua sorella Tabitha gli salta addosso e lo pugnala a morte.

Più tardi Barbara inizia una relazione con Tabitha; mentre Theo sta parlando con i detenuti maschi, le due donne arrivano frustando il sindaco Aubrey James, tenuto lì prigioniero. Barbara si giustifica dicendo che si stavano annoiando e chiede quando sarebbe arrivato il suo momento; Galavan la rassicura dicendo che sarebbe arrivato presto, poi le domanda di parlargli di Gordon. Mentre si trova al GCPD, Jim riceve una chiamata da Barbara che lo attira via dall'edificio mentre gli altri Maniax attaccano la Centrale.

Gordon la mette alle strette in un vicolo e afferma che lei è malata e ha bisogno del suo aiuto. In quel momento compare Helzinger che picchia brutalmente il detective finché Barbara non gli intima di fermarsi; poi gli dice che lei non è malata ma libera e, prima di andarsene, sottolinea maliziosamente che dovrebbe tornare al lavoro, facendo intendere che sia successo qualcosa durante la sua assenza.

Al ballo di beneficienza[]

In seguito Barbara assiste Jerome nel tenere in ostaggio i presenti alla raccolta fondi dell'ospedale per bambini di Gotham. I due si travestono rispettivamente ma mago e sua assistente; tuttavia, mentre sistema uno dei trucchi per Valeska, la maschera di Barbara cade, facendosi quindi riconoscere da Leslie che è presente sul posto. Essendo saltata la copertura, Jerome uccide il vice sindaco di fronte alla folla e Barbara lega la dottoressa su una ruota che gira. Quindi comincia a raccontarle di come lei e Jim sarebbero tornati insieme entro un anno; tuttavia, per apparire come un eroe davanti a tutti, Theo uccide a sorpresa Jerome. Dopodiché Barbara fugge tramite una botola sul palcoscenico. Quella sera Theo e Barbara guardano in tv il rapporto sulla morte di Jerome e iniziano a parlare in modo provocatorio l'uno con l'altra senza sapere che Tabitha li sta osservando.

Mentre Theo parla con Oswald, Barbara entra nel suo ufficio per baciarsi spudoratamente con Tabitha. Ammette che lei e Cobblepot si sono già incontrati, poi da' al giovane il suo drink prima di andarsene.

Quando Butch si presenta dai Galavan per chiedere loro un lavoro dopo aver lasciato quello per Pinguino, Barbara accenna a quando la tenne in ostaggio nel suo stesso appartamento. Poi lei e Tabitha cominciano a fare proposte su cosa collocare nel moncherino che ora Gilzean ha al posto della mano sinistra dopo l'amputazione subita da parte di Cobblepot.

Rapire Jim e Lee[]

Dopo essersi svegliata da un incubo riguardante il suo matrimonio con Gordon, Barbara apre un regalo datole da Theo che l'informa che è giunto il momento di distruggere Jim Gordon. Successivamente la donna entra così nel GCPD e saluta Jim, per lo stupore di tutti. Viene quindi scortata nella stanza degli interrogatori e interrogata dal detective, sotto osservazione di Leslie al di fuori. Nel tentativo di convincerla a rivelare il suo piano, Gordon arriva a baciarla e Barbara accetta così di mostrarle tutto. Una volta che il detective lascia la stanza, Barbara guarda sorridendo Leslie attraverso lo specchio divisorio. Gordon e Bullock salgono poi con la donna su un'auto della polizia per farsi portare in uno specifico luogo che lei vuole mostrargli, ma un camion colpisce il loro veicolo e, mentre Harvey, perde i sensi, arriva Tabitha che droga Jim con un ago nel collo. Più tardi Gordon si sveglia nella Cattedrale di Gotham e Barbara gli viene incontro sull'altare con indosso l'abito da sposa e un fucile.

Barbara si appresta a uccidere Jim e Lee.

Subito dopo arriva Tabitha con Leslie legata, spingendo Jim a cercare di liberarsi dalle corde che lo intrappolano. Quando Barbara sta per tagliare la faccia di Leslie, il detective riesce a liberarsi e a prendere il fucile che punta sulla donna, la quale lo sfida a spararle. In quella fa irruzione la polizia e Tabitha fugge, mentre Gordon insegue Barbara fino alla cima della chiesa. I due combattono finché Barbara non cade da un cornicione, ma Jim riesce a prenderle la mano prima che cada. Tuttavia, dopo avergli detto che lo ama, la donna sceglie di lasciarsi cadere, finendo su dei cespugli e andando in coma.

In coma[]

Come risultato della caduta, Barbara cade in un coma profondo, tanto che non è dato per certo che riuscirà a svegliarsi. Quando alcuni ufficiali chiedono a Gordon se intenda accompagnarla sulla strada per l'ala medica di Arkham, Jim risponde di no e torna al GCPD.

Barbara è ancora in coma quando Gordon e Leslie portano Nora Fries nell'ospedale dell'Arkham Asylum come parte di un piano per impedire a Victor Fries di mettere a repentaglio la vita dei civili se cercasse di raggiungerla. Quando Leslie la vede distesa su un letto, la insulta dandole della "puttana" prima di tornare a occuparsi di Nora.

Risveglio[]

Barbara si sveglia dal coma.

La notizia dell'arresto e incarcerazione di Gordon per l'omicidio di Carl Pinkney viene ascoltata nell'ospedale di Arkham. In quel momento Barbara si sveglia dal coma e un'infermiera si affretta ad andare a informare il professor Hugo Strange.

In seguito Barbara partecipa a una terapia di gruppo supervisionata da Strange e la sua assistente Ethel Peabody. Afferma che si è pentita delle sue azioni e che è stata indotta da delle voci nella sua testa che il coma ha sedato. Poco dopo Strange la rilascia da Arkham, affermando a Peabody di avere intenzione di "studiarla" all'esterno. Barbara trova l'appartamento di Gordon e si presenta alla sua porta.

Barbara afferma di essere migliorata, ma Jim non si fida ancora; la donna esprime la sua intenzione di aiutarlo a indagare sull'omicidio dei coniugi Wayne, ma il detective la butta fuori dal suo appartamento. Successivamente segue nuovamente Gordon a un club femminile dove intende interrogare "La Dama" che gestisce un'organizzazione di criminali e serial killer. Barbara si guadagna la fiducia della donna e l'aiuta a catturare Gordon. Parlando con la Dama le spiega le informazione sull'omicidio dei Wayne che Jim sta cercando, in modo da usarla per schernirlo prima di ucciderlo; poi, però, lo libera e insieme scappano dopo che il detective stende la Dama. Gordon le chiede perché lo stia aiutando e Barbara risponde che è stata la prima cosa a cui ha pensato quando si è svegliata dal coma e che sperava che, se lo avesse aiutato, lui l'avrebbe guardata nuovamente come prima. Gordon però dice che questo non ha cambiato nulla e se ne va, lasciandola con il cuore spezzato. La donna va quindi alla nuova casa di Tabitha e Butch, ora signori del crimine di Gotham, e Tabitha l'accoglie volentieri.

Dopo essere stato spaventato dal suo strano comportamento, Butch la manda via dalla sua villa; in seguito si incontra nuovamente con lui alla Villa Van Dahl di Oswald. Quest'ultimo chiede il suo aiuto per capire dove posizionare una lampada fatta con la testa in decomposizione di Grace Van Dahl. Successivamente va al GCPD per sapere da Gordon dove si trovi Strange. Tuttavia si rende conto che il detective non è veramente lui quando le fa dei commenti inappropriati; schiaffeggiandolo davanti a tutti, dimostra così che in realtà l'uomo è il metaumano Basil Karlo. Barbara telefona quindi a Oswald per riferirgli ciò che ha scoperto.

Proprietaria di un nightclub[]

In seguito Barbara e Tabitha riprendono la loro relazione e aprono il "The Sirens", loro nuovo nightclub. Durante la serata d'apertura, Oswald fa visita al posto e concorda il fatto che sia magnifico. Poi chiede a Barbara se abbia preso in considerazione la sua offerta di avere una protezione extra, ma Tabitha si intromette affermando che possano prendersi cura di loro. Oswald dimostra allora di disprezzare ancora la donna per l'uccisione di sua madre e, quando Butch comincia a innervosirsi per la presenza dei Tabitha, che ama ancora, Barbara lo manda a sedersi. Dopodiché ferma Tabitha prima che insulti Oswald e gli dice che avrebbero pensato alla sua offerta; prima di andarsene, Cobblepot dice alle due di informare tutti che ha messo una taglia su Fish Mooney, viva o morta. Più tardi, mentre il club è chiuso, un gruppo di criminali si presenta nel locale e minaccia Barbara dicendole che hanno costruito il The Sirens sul loro territorio e quindi appartiene a loro. Quando la donna intima loro di andarsene, uno degli uomini la colpisce sul viso, così Barbara inizia a comportarsi come una vittima vulnerabile per poi perdere il controllo e mettersi a ridere istericamente in modo folle, mentre Tabitha arriva di soppiatto alle spalle dei criminali e taglia la gola a due di loro, lasciando che Barbara abbatta il terzo con la sua stessa pistola. Dopo tale avvenimento, chiamano Oswald e Butch e Barbara rivela loro che è stato Butch a ingaggiare quegli uomini nella speranza che così accettassero la protezione di Cobblepot e potesse impressionare Tabitha. Oswald spara così in testa all'ultimo criminale per la gioia di Barbara e, prima di andarsene, minaccia un'altra volta Tabitha.

Cercando di trovare Selina, Gordon entra nel The Sirens con Valerie Vale e Barbara si dimostra molto felice di vederlo. Poi mostra loro il suo nuovo club e chiede all'uomo come vadano le cose con Leslie, reagendo allegramente nel sentire che non stanno più assieme. A questo punto interviene Valerie e Barbara intuisce quindi che ora siano una coppia; i due negano, ma Barbara ride, non credendoci. Alla domanda di dove si trovi Selina, la donna afferma che glielo avrebbe detto in cambio di un bacio, ma Jim rifiuta e Barbara le indica ugualmente il posto. Prima che se ne vadano, Barbara descrive un sogno inquietante che ha fatto su loro due e Gordon si affretta a salutarla e andarsene, chiaramente disturbato.

In seguito, al The Sirens, Barbara e Tabitha riescono a far esibire Jervis Tetch in una performance. L'uomo ipnotizza diversi ospiti del club che, quando si svegliano, non ricordano nulla di quanto è accaduto, intrigando Barbara. Durante il suo secondo numero, la donna chiede a Tetch, dopo che ha ipnotizzato un uomo, se possa fargli fare di tutto e lui le domanda a sua volta se abbia in mente di fargli fare qualcosa. Al termine dell'esibizione, Jervis spiega a Barbara e Tabitha che può far fare alle persone solo qualcosa che loro desiderano segretamente. Pochi giorni dopo, Tetch esegue un altro spettacolo nel club e prende Barbara come volontaria; una volta posta sotto ipnosi, Jervis le comanda che, una volta contato fino a dieci, l'avrebbe trovato irresistibile. Eseguito, infatti, la donna inizia a flirtare con lui. Tuttavia, quando Tetch comincia a rifiutarla, le torna in mente il dolore provato nel vedere Gordon e Lee assieme, così afferra il bicchiere di un cliente, lo spacca e punta le schegge contro il collo di Tetch. L'uomo si salva quando Tabitha sale sul palco e lui conta ancora fino a dieci, liberandola dall'ipnosi.

Mentre cerca Tetch, ora ricercato, Jim si dirige nel club e interroga Barbara sulla sua posizione; la donna gli dice di averlo visto la sera prima allo spettacolo di Jervis ma che era stato così scortese da non salutarlo. Quando inizia a stuzzicarlo, lui l'afferra per un braccio e le chiede un favore che le fa credere di avere un serio bisogno di aiuto, così la donna confessa di avere assunto qualche scagnozzo per Tetch che ne aveva bisogno di uno spettacolo. Prima che Gordon se ne vada, Barbara gli manda un ultimo bacio.

Barbara attende l'incontro con Pinguino.

Dopo che la Banda del Cappuccio Rosso ha decapitato una statua di sua madre, Oswald chiama un incontro di tutte le famiglie criminali a cui partecipa anche Barbara. Quando uno dei membri suggerisce di limitarsi a incollare la testa della statua invece di preoccuparsi dei criminali, Oswald fa sbattere il suo naso contro l'oggetto lì presente, facendo scoppiare a ridere la donna. Cobblepot ordina quindi ai suoi uomini di trovare la Banda del Cappuccio Rosso e annuncia anche che avrebbe fatto una festa al The Sirens per celebrare la sua elezione come sindaco e Barbara afferma che i presenti non sono invitati. Più tardi, al locale, Tabitha si lamenta con la compagna per il fatto che devono ospitare il party di Pinguino anche se non sono sue fans numero uno, ma Barbara replica che così avrebbero fatto pubblicità al loro club e le avrebbe fatte entrare nelle simpatie di Oswald. Le due aprono poi un freezer nella cucina del locale dove tengono rinchiuso il Bombardiere Balistico, loro informatore riguardo i cappucci rossi. Tabitha spiega che ha comprato le stesse granate fumogene usate dalla banda criminale su Oswald e così aspettano che si riprenda per dare loro informazioni.

Poco dopo Butch, che era stato segretamente a capo della banda per tutto il tempo, spiega ai criminali i piani per la serata al The Sirens, ma Barbara e Tabitha fanno irruzione sul posto e Tabitha prende in ostaggio un membro con la sua frusta. Barbara poi si avvicina a Butch con una granata e gli dice che devono parlare. Le due portano Gilzean al The Sirens e Barbara insiste sul fatto che debbano consegnarlo a Oswald ma Tabitha, che ha ancora dei sentimenti per l'uomo, gli chiede perché vorrebbe fare proprio ora la sua mossa contro Cobblepot. Butch spiega così loro che non è mai stata sua intenzione nuocere veramente a Pinguino, ma solo creare un problema e salvarlo per poter essere nuovamente visto ai suoi occhi come un eroe e riguadagnarsi il suo rispetto. Barbara lascia la scelta a Tabitha e se ne va, lasciando i due soli a parlare.

Barbara da' benvenuto agli ospiti.

Quella notte, durante la festa, Edward Nygma avvicina Butch e gli fa capire che ha scoperto che ci fosse lui dietro la Banda del Cappuccio Rosso, così manipola la cosa per fargli fare squadra con lui. Successivamente Barbara, sul palco, da' a tutti il benvenuto al suo club e annuncia che sono lì per celebrare il sindaco Cobblepot che gli ha salvati tutti dai mostri di Indian Hill e lo chiama sul palco per un discorso. Tuttavia, prima che possa iniziare, Butch fa la sua comparsa sparando al soffitto e indossando un cappuccio rosso sul capo, causando panico tra la folla. Cerca poi di sparare a Oswald ma si scopre che la pistola è caricata a salve; viene quindi colpito alle spalle da Victor Zsasz e Cobblepot lo smaschera davanti a tutti. Pinguino si infuria con lui e quando Butch replica viene schiaffeggiato, facendo ridere Barbara. Dopodiché Oswald prende nuovamente il microfono e giura di perseguire qualunque minaccia per Gotham, venendo applaudito da Barbara, che stappa una bottiglia di champagne, e dalla folla. Tuttavia, prima che Butch possa essere portato via, si fa largo tra la folla Tabitha mentre pugnala alle spalle un aggressore che tentava di tenerla in ostaggio; Gilzean ne approfitta per lanciarsi su Edward e tentare di strangolarlo. Barbara declama che quello è il miglior party di sempre e Oswald le strappa la bottiglia di champagne per romperla in testa a Butch e salvare Edward. Tabitha cerca di soccorrere l'uomo ma viene trattenuta dalla compagna. Dopo che tutti gli ospiti se ne sono andati, Tabitha parte per salvare Butch dall'ambulanza che dovrebbe portarlo in prigione. Barbara chiede prima se le serva aiuto, ma la donna rifiuta.

Al nightclub Barbara e Tabitha discutono di Butch e Tabitha afferma che ha fatto scappare l'uomo dall'ambulanza e portato in un posto sicuro fuori da Gotham; Barbara le fa notare che le serve un piano per quando Oswald scoprirà che lo sta nascondendo e lo ha fatto fuggire e, in quella, Gordon fa irruzione nel locale. Barbara inizia a prenderlo in giro, ma Jim reagisce bruscamente gettando a terra una bottiglia e le chiede dove Tetch abbia portato Valerie Vale. La donna continua a stuzzicarlo, così Gordon rompe un'altra bottiglia sparandole, così anche Tabitha estrae la sua pistola per puntargliela contro. Barbara li calma e ammette che ha parlato a Tetch delle precedenti relazioni di Jim; l'uomo scappa subito fuori dal nighclub e Barbara gli grida dietro che gli avrebbe fatto avere il conto per gli oggetti da lui rotti.

Alla festa di fidanzamento di Lee Barbara si presenta con un altro uomo; si avvicina a Leslie e cerca di seppellire l'ascia di guerra, spiegandole che l'ha perdonata per averla colpita fino a perdere i sensi e chiede che possano ricominciare tutto da capo. Tuttavia, la donna cerca di chiamare rapidamente qualcuno ma viene fermata da Barbara che le domanda se le manchi Gordon. Leslie nega affermando di stare per sposarsi felicemente con Mario Calvi, ma Barbara replica ridendo che sa che sta mentendo, poi se ne va dalla festa.

Dopo la scomparsa di Tabitha e Butch, Barbara si dirige al Maniero Van Dahl per confrontarsi con Oswald, credendo sia stato lui a rapirli. Quando entra sembra offesa per non essere stata invitata alla riunione che sta avendo luogo, poi estrae una pistola che punta su Cobblepot, spingendo subito tutti gli altri criminali presenti a puntare le loro armi su di lei. Oswald nega di essere stato lui a rapirli ma prima che Barbara possa replicare arriva nella stanza Olga, la cameriera di Pinguino, e la donna si rende conto che può ottenere informazioni da lei, così si scusa ed esce. Più tardi torna nel maniero e interroga Olga circa dove si trovino Butch e Tabitha. Dopo una tangente, la cameriera le rivela che è arrivata alla villa una ricevuta di rifornimenti sospetti per Edward. Barbara va quindi a indagare nel negozio da cui proviene la ricevuta, saltando fuori che si tratta di "Stocks and Bondage", che rivende oggetti da tortura.

La donna va sul posto e interroga il negoziante fingendo di essere Nygma, ma quando l'uomo le dice che il suo pacchetto è già stato consegnato finge di voler comprare qualcosa di nuovo. Con un trucco lo imprigiona in uno strumento e lo tortura per ottenere la combinazione di una cassaforte che contiene il resto dei dettagli sulla consegna a Edward, così da scoprire anche dove si trovano Tabitha e Butch. Quando arriva la mano di Tabitha è già stata amputata da Nygma con una mini ghigliottina elettrica ed Edward, sovrappensiero e sconvolto per aver appreso che non è stato Butch a uccidere la sua ragazza, se ne va suggerendo a Barbara di mettere la mano mozzata di Tabitha nel ghiaccio. Poco dopo, mentre vanno all'ospedale, Butch spiega a Barbara che Edward li ha rapiti perché convinto che lui avesse ucciso la sua fidanzata, poi Barbara da' a un'infermiera la mano di Tabitha affinché gliela riattacchino. Mettendo insieme le informazioni ottenute, la donna capisce che la ragazza di Nygma è stata in realtà uccisa da Oswald per gelosia. Dopodiché dice a Butch che intende far scoppiare una guerra tra Pinguino e Nygma senza parteciparvi attivamente, così da poter prendere finalmente in mano il potere.

Distruggendo l'impero di Pinguino[]

Con le nuove informazioni che ha ottenuto, Barbara torna al Maniero Van Dahl per trovare Edward, che sta facendo un lavoro per Pinguino. La donna lo rassicura che non è lì per vendicarsi di Tabitha e gli chiede come mai non stia lavorando per scoprire chi ha ucciso Isabella; Nygma le risponde che ha spie per tutta la città che stanno cercando l'assassino. Barbara fa quindi allusione a Oswald tossendo il suo nome e rivela a Edward la verità, dicendogli che Cobblepot è innamorato di lui. Inizialmente Nygma non le crede, ma poi Barbara riesce a convincerlo a indagare sul conto dell'amico. Successivamente ad aver investigato e appreso la verità, Edward entra al The Sirens e subito Tabitha e Butch si preparano a ucciderlo, ma vengono fermati da Barbara che dice loro di permettergli di spiegare. Dopodiché lui afferma che intende farla pagare a Oswald distruggendolo e portandogli via tutto ciò che ama. Barbara accetta di aiutarlo ma afferma che prima deve scusarsi con Butch e Tabitha. Quando Edward lo fa, Tabitha non accetta le scuse e prova a pugnalarlo ma viene bloccata da Barbara che serve da bere per tutti.

Dopo che Edward ha assunto il metaumano Basil Karlo per impersonare il padre defunto di Oswald per colpirlo emotivamente, Nygma si incontra con Barbara e Tabitha sotto un ponte e Barbara lo acclama per come sia andato perfettamente il piano di far sembrare Cobblepot squilibrato mentalmente in diretta televisiva. Dopo aver spiegato come abbia fatto, Edward afferma che avrebbe lasciato Oswald solo e ferito prima di ucciderlo e che Barbara si sarebbe poi potuta prendere il suo impero. La donna in seguito va da Cobblepot fingendo di volerlo aiutare in modo che non sospetti lei; alla mansione Van Dahl sveglia Pinguino leggendo su un giornale la notizia del suo sfogo in diretta tv nazionale e gli spiega che le famiglie criminali stanno perdendo il loro rispetto per lui. Finge poi di chiamare a raccolta tutti al The Sirens per farli parlare con Oswald in modo che sembri non si presenti nessuno. Quando Pinguino arriva sospetta che sia andata così ed estrae un coltello dal suo bastone con cui minaccia Barbara.

Barbara trama contro Oswald.

Tuttavia, in quel momento il telefono inizia a squillare e Barbara risponde per poi passarlo a Oswald, affermando che sia Tommy Bones. Il criminale dice a Cobblepot che non intende più lavorare per lui, così Pinguino si infuria e giura di ucciderlo così come tutti gli altri che avrebbero provato a contrastarlo. Una volta che Oswald se ne va, Barbara richiama lo stesso numero e Bones la fa parlare con Tabitha, che lo sta tenendo in ostaggio con una pistola per obbligarlo a dire quelle cose; una volta che Barbara dice alla compagna che Oswald ha creduto a tutto, Tabitha uccide Bones. Più tardi, nel club, le varie famiglie criminali discutono tra loro di quanto sta accadendo osservate da Barbara e Tabitha. Dopo aver parlato dei loro piani, Tabitha chiede alla compagna se avrebbero tradito e ucciso Edward una volta conclusa la questione con Oswald; Barbara accetta con un bacio, poi le chiede cosa ne dovrebbero fare dei criminali lì presenti. Le due scelgono l'opzione B, così Tabitha uccide i presenti.

Dopo che Tabitha e Butch rapiscono Oswald, lo portano al club e fingono con Barbara di voler tradire Nygma. Barbara conforta il giovane e gli rivela il suo coinvolgimento per abbatterlo e conquistare l'impero della malavita. Poi dice a Oswald che, se vuole salvarsi, deve chiamare Edward per permettere a loro tre di ucciderlo ma Cobblepot rifiuta, non sapendo che i quattro stanno ancora collaborando. Nygma esce allora allo scoperto e Barbara si lamenta con lui, poiché non immaginava che Oswald scegliesse di sacrificarsi per salvarlo. Poco dopo, Edward porta Cobblepot ai moli di Gotham, gli spara e lo getta in acqua; in tal modo, Barbara diventa la nuova regina della malavita di Gotham.

Regina di Gotham[]

Barbara come Regina di Gotham.

Dopo essere diventata la regina di Gotham, Barbara comincia a collezionare profitti dalle altre famiglie. Quando un membro di una famiglia le da' la quantità sbagliata di denaro, Barbara passa i soldi che le ha dato a Tabitha che concorda anche lei sul fatto che debba essere punito; quindi la donna si toglie una scarpa dicendogli che ha bisogno di più denaro per comprarsi nuove scarpe, per poi colpire l'uomo in faccia con uno dei suoi tacchi a spillo. Tuttavia, prima che possa passare alla prossima persona, le squilla il telefono. Rispondendo, è felice di sentire la voce di Jim dall'altro capo del telefono e indovina che l'abbia chiamata per chiederle un altro favore. Lui le dice di andare al molo e ottenere informazioni su una spedizione nel Dock 9C.

Arrivati sul posto, Barbara e i suoi uomini catturano uno dei lavoratori portuali e lo interrogano sulle spedizioni. L'uomo finisce per rivelare che ci sono delle spedizioni provenienti da Indian Hill per una misteriosa organizzazione. Quando Barbara gli chiede il numero di telefono per contattare l'organizzazione, lei e i suoi uomini vengono messi in allarme da un rumore e puntano le loro armi da dove sembra provenisse. Quando uno degli scagnozzi va a investigare, viene ucciso da un attaccante mascherato che poi inizia a massacrare tutti gli altri presenti, mentre solo Barbara e Tabitha riescono a scappare. Dopo tale accaduto, Barbara da' a Jim le informazioni ottenute ma resta comunque incuriosita e decisa a saperne di più su questa organizzazione che detiene persino più potere di lei.

Barbara va a fare visita a Edward (che ora si fa chiamare "L'Enigmista") nel suo nuovo covo, per chiedergli se sa qualcosa di una misteriosa organizzazione che ha pieno potere su Gotham, ma Nygma nega. Lei gli spiega tutta la situazione e il giovane dice che Hugo Strange ha parlato di un'organizzazione segreta e che avrebbe aiutato Barbara ad avere le risposte che vuole. In seguito, al The Sirens, Tabitha chiede a Edward come le sue ultime azioni possano aiutarli e lui spiega che in tal modo è diventato più famoso. Tabitha inizia a minacciarlo, ma Barbara la ferma e chiede a Nygma quale sia il suo vero piano. Lui risponde che sta per rapire il sindaco Aubrey James e chiede loro di piazzare una bomba in un bar per motociclisti in un quartiere a sud della città. Le due accettano, così Edward va per rapire James. Una volta catturato, Barbara e Nygma lo interrogano nel covo di Ed. Quando il sindaco si rifiuta di rispondere, Barbara gli parla e lui riconosce la sua voce da quando era prigioniero dei Galavan ed era stato torturato. La donna suggerisce di mettergli la testa in una scatola come aveva fatto Theo, così James si convince a dire tutto quello che sa. Racconta che l'organizzazione è gestita da "La Corte" e Barbara resta delusa nell'apprendere che è tutto quello che il sindaco sa, ma Edward afferma che sia stato molto utile. La donna non capisce, così Nygma le spiega che useranno James per mandare un messaggio alla Corte. Subito dopo entra Tabitha, visibilmente infastidita e con in mano un oggetto che Nygma le aveva chiesto di procurargli. Barbara cerca di parlarle, ma la compagna le dice che Gordon è stato al club e che sa tutto, quindi avrebbero fatto meglio a non essere coinvolte in quella storia. Dopo che il piano di Edward e Barbara fallisce, la donna entra furiosa nel club e quando un cameriere le offre un drink, gli rompe in testa la bottiglia. Poi affronta Tabitha, la quale ammette di aver detto a Jim come disinnescare la bomba con la quale minacciavano James perché Barbara non ha mantenuto la promessa di uccidere Edward. Furiosa, Barbara le urla in faccia che, finché la Corte sarebbe stata là fuori, non avrebbe potuto avere il controllo completo su Gotham, quindi se ne va troncando il rapporto con Tabitha.

Al fine di mantenere il controllo, Barbara ordisce un piano per rapire Jervis, in quanto è l'unico che possa procurare una cura per il virus di Tetch che si è sparso per tutta Gotham. Sfortunatamente Edward la tradisce e prende Tetch per scambiarlo con Oswald, tenuto da Gordon e Bullock. Barbara, Tabitha e Butch si presentano sul posto dove sta avvenendo lo scambio e danno inizio a una sparatoria. Edward fugge inseguendo Oswald, ma Barbara intima ai due compagni di lasciarlo perdere e concentrarsi sul riprendersi Tetch. Jim, Harvey e Jervis si nascondono in un magazzino abbandonato braccati dai tre criminali; mentre li cerca, Barbara dice a Gordon di sapere che lui e Leslie hanno preso il virus e che Lee l'aveva minacciata di staccarle la testa, facendola ora quasi risultare simpatica. In quel momento si sente un urlo, e Barbara trova Tetch abbandonato e con un grosso taglio sulla gola, poiché i poliziotti gli hanno preso il sangue che serviva per creare l'antidoto al virus.

Barbara spara a Butch.

Dopo ciò, il trio va al loro rifugio sapendo che tutta Gotham sarebbe saltata loro addosso quando avrebbe scoperto che hanno cercato di ricattarla approfittandone della situazione del virus. Barbara affronta Butch e gli rivela che sa che sta progettando di ucciderla e l'uomo replica che, se non fosse stato per Tabitha, sarebbe morta già molto tempo prima. Barbara quindi gli chiede se Tabitha non fosse coinvolta, e Butch risponde in modo affermativo, dicendole che la sua intenzione era di ucciderla e poi fare finta di niente una volta tornato al rifugio. La donna lo deride perché pensava di riuscire nel suo piano solo grazie alla sua forza bruta, ma Butch replica tranquillo che l'unica ragione per cui continua a prenderlo in giro è per nascondere il fatto che le manchi stare con Tabitha, che l'ha resa una persona migliore, ma Barbara ha preferito dare via tutto quello che aveva per giocare alla regina per un giorno. Butch accusa la donna di essere patetica e che non si merita Tabitha, estraendo una lama nascosta, ma Barbara gli spara alla testa e replica che si sarebbe visto.

Morte[]

Più tardi, Tabitha entra nel rifugio chiamando Barbara e Butch ma senza ottenere risposta. Accorgendosi di una scatola sul tavolo, la apre e ci trova dentro la mano di metallo di Butch. Prima che possa reagire, Barbara appare alle sue spalle puntandole contro una pistola e chiedendole se fosse davvero così importante per lei uccidere Edward. Tabitha ignora la domanda e le chiede se abbia ucciso Butch e Barbara replica che Butch le ha detto che non ha niente a che fare con il suo tentativo di ucciderla e le domanda se sia vero, al che Tabitha dice che non importa. Quando Barbara le chiede se possano dimenticare quello che è successo e tornare a essere partner, Tabitha risponde che per andare avanti ha bisogno di sapere se abbia ucciso Butch. La donna risponde allora esitante che l'ha fatto ma non aveva altra scelta; quasi il lacrime, Tabitha replica che c'è sempre un'altra scelta, poi scaglia la mano di metallo su Barbara. Quest'ultima si getta a terra e l'oggetto colpisce la parete alle sue spalle, e Tabitha usa la sua frusta per intrappolare la mano della donna, farle cadere la pistola e tirare Barbara a se'.

Ferma l'ex compagna dal cadere a terra e la sbatte contro un muro, dove le due si baciano appassionatamente prima che Barbara la spinga via. Tabitha cerca di strangolare Barbara, ma questa si estrae un orecchino e la colpisce al volto, facendola barcollare all'indietro. Poi cerca di pugnalarla con una grossa scheggia di legno, ma Tabitha riesce a farla cadere. Barbara prova allora a recuperare la sua pistola poco distante mentre l'altra donna afferra la sua frusta e cerca di colpirla, apparentemente mancandola. Barbara la deride per essersi portata dietro un'arma come una frusta in una sparatoria, così non si accorge che Tabitha ha agganciato una grossa lampada alle sue spalle che fa cadere ai piedi di Barbara in una pozza d'acqua, facendola rompere e fulminandola a morte. Tabitha osserva quindi il suo corpo con poco o nessun rimorso, affermando che ora può andare avanti.

Resurrezione e collaborazione con Ra's Al Ghul[]

Barbara ritorna in vita.

In seguito il corpo di Barbara viene recuperato da Ra's Al Ghul che usa l'acqua del Pozzo di Lazzaro per rianimarla, prima versandogliene sulla fronte e poi nella bocca. La donna si risveglia improvvisamente e Ra's le dice che sa che la sua mente è piena di problemi e che tutti la odiano. Barbara, visibilmente terrorizzata, dice che nessuno la ama ma non ne capisce il motivo; Ra's le rivela che, quando lui morirà, lei sarà destinata a succedergli come Testa del Demone. Dopo ciò, l'uomo addestra Barbara nel combattimento corpo a corpo per circa tre mesi, per poi rimandarla a Gotham con l'incarico di fargli da occhi e orecchie. Utilizzando le risorse di Ra's Al Ghul, Barbara costruisce una nuova attività che si occupa della rivendita di armi per rifarsi un nome nel mondo criminale ora gestito nuovamente da Pinguino.

Dopodiché cerca Tabitha e Selina, offrendo loro un'opportunità di lavorare al suo fianco nel settore delle armi. Barbara ha chiaramente ora un carattere più calmo rispetto a prima, come si vede quando Tabitha le punta un coltello contro e rifiuta la sua proposta. In seguito Oswald viene a sapere del fatto che sia ancora viva e che intende aprire un traffico illegale di armi, così le propone di poter operare a patto che acquisisca una licenza sotto la sua giurisdizione e che paghi delle tasse, sottolineando il fatto che avrebbe tenuto costantemente d'occhio lei e le sue compagne per ucciderle al minimo accenno di un tentativo di usurparlo o rivolta contro di lui. Dopo essere stata convinta da Selina, Tabitha torna da Barbara e le da' un ultimatum come garanzia per dimostrare la sua lealtà: si sarebbe dovuta far tagliare una mano, così come Butch ne aveva persa una a causa di Cobblepot e Tabitha stessa per Nygma. Barbara accetta se serve a far passare Tabitha e Selina dalla sua parte, ma poi Tabitha manca volutamente il colpo inferto con un coltello da macellaio, affermando che avrebbe iniziato a lavorare lunedì.

Sotto ordine di Ra's, Barbara viene incaricata di sottrarre a Pinguino un particolare pugnale. La donna invia quindi Selina a prelevarlo quando viene scaricato con altra merce al porto, ma la ragazza torna a mani vuote a causa di un'intromissione di Bruce Wayne. Barbara non si preoccupa, e decide di trovare un altro modo per procurarsi l'oggetto; quindi va all'Iceberg Lounge e chiede a Oswald di darglielo, offrendo anche il triplo del prezzo con cui sarebbe stato rivenduto all'asta, ma Cobblepot, avendo intuito che sia stata lei a provare a rubarglielo, rifiuta ridendo. La donna si presenta all'asta e cerca di comprare il pugnale dapprima a $ 100.000, ma viene rapidamente sorpassata da Bruce (anche lui di nascosto interessato all'oggetto) che offre $ 100.001. La sfida prosegue e Barbara si irrita rapidamente, dando anche al ragazzo del marmocchio viziato. Bruce arriva alla somma di 2 milioni di dollari e, prima che Barbara possa ribattere, Oswald vende il pugnale a Bruce. Infastidita, la donna si congratula falsamente con il ragazzo per la vittoria, per poi andarsene. Più tardi Barbara viene visitata da Ra's, che le chiede se ha il pugnale. La donna ammette che Bruce è riuscito a ottenerlo al suo posto, ma l'uomo non si preoccupa, affermando anzi che va bene perché quell'oggetto è la chiave di tutto; subito dopo i due si baciano.

Barbara e Ra's.

Ra's si presenta alla sede di Barbara scusandosi per il ritardo e la donna si lamenta che i suoi ospiti, Anubis e il Cacciatore, non sono molto gradevoli. Ra's le fa notare che non sarebbero stati necessari se si fosse procurata il pugnale come richiesto; Barbara gli chiede come mai sia così importante e lui le spiega che è stato fabbricato 10.000 anni prima. Poi l'uomo da' ad Anubis un oggetto per rintracciare il pugnale. Più tardi Gordon arriva sul posto e chiede a Barbara se abbia qualcosa a che fare con l'omicidio di Niles Winthrop, in quanto era in possesso del pugnale dai lei desiderato quando è stato ucciso. Barbara replica che era impegnata con gli affari la notte in cui è avvenuto il delitto e che ha dei testimoni che possono provarlo. Jim le domanda dove abbia trovato i soldi per aprire quell'attività e lei risponde che è stato un cliente; in quella interviene Bruce, il quale intuisce che la persona sia Ra's Al Ghul. Barbara afferma di non sapere di cosa o chi stia parlando, ma Gordon conduce via Bruce senza indugiare ulteriormente.

Quando Ra's viene arrestato e portato al Penitenziario di Blackgate, Barbara va a fargli visita e gli chiede quale sia stato l'obbiettivo finale di tutto quello che è accaduto, ma non ottiene risposta. La donna propone di farlo evadere e nascondere nella sua sede, ma Ra's declina l'offerta e le chiedere di mettere la mano sul vetro tra di loro. Subito dopo una strana luce esce dalla mano dell'uomo e passa a quella di Barbara, che si ritrae chiedendogli cos'è accaduto. Lui risponde che avrebbe visto quando sarebbe giunto il momento e la congeda, così la donna se ne va.

Le Sirene[]

In seguito, nella sua sede, Barbara spiega a Tabitha e Selina che sta chiudendo il suo commercio d'armi poiché Ra's era colui che la finanziava ma, ora che è morto, non c'è possibilità che la sua attività duri a lungo. Più tardi, mentre Barbara sta dando a Tabitha la sua ultima paga, quest'ultima riceve una telefonata da Selina, la quale ha cercato di rubare dei soldi alla banda Streets Demonz ma è stata sorpresa dal loro ritorno, quindi ora è bloccata nel loro rifugio. Tabitha chiede a Barbara di venire con lei per salvare Selina, ma la donna rifiuta. Tabitha raggiunge la ragazza e le due si preparano a combattere, ma in quella arriva Barbara chiedendo ai motociclisti se hanno ordinato del cibo thailandese e, alla loro risposta confusa, li uccide tutti con una pistola. Dopodiché prende i soldi da Selina e comincia a uscire. La ragazza le domanda se questo significa che ora sono una squadra e Barbara si limita a rispondere che è ora che tornino al loro rifugio.

Le Sirene al locale di Cherry.

Successivamente, all'Iceberg Lounge, Barbara, Tabitha e Selina si confrontano con uno dei criminali che hanno rapinato e che insiste con Oswald affinché le elimini. La discussione viene interrotta dal MediaWiki:Badtitletext, il quale entra nel salone e spiega a Cobblepot che Edward si sta prendendo gioco di lui in uno spettacolo comico ai Narrows. In un impeto di rabbia per un commento, Oswald uccide il criminale degli Street Demonz e ordina alle tre di andare ai Narrows e portargli Nygma per la notte e le tre accettano. Mentre vanno sul posto, Barbara domanda a Selina cosa sia il Club di Cherry e la ragazza spiega che è un Club di lotta. Tabitha esprime impazienza nel mettere le mani su Ed e Barbara è d'accordo, visti i loro trascorsi; giunte al Club di Cherry restano scioccate nel vedere Edward che deride Oswald, in quanto non è da lui fare qualcosa di così stupido. Tabitha si allontana per trovare Butch, che ora si crede Solomon Grundy, mentre Barbara va a parlare con Lee. Mette le mani sui suoi occhi chiedendole di indovinare chi sia, e Leslie si gira puntandole contro una pistola, con la quale la colpisce in faccia. Barbara le chiede se vorrebbe farlo di nuovo, ma Leslie rifiuta; poi continua domandandole cosa ne pensi Gordon della "nuova" Leslie, ma la donna si limita a replicare con un "Jim chi?", che lascia soddisfatta Barbara, la quale afferma sia stata una conversazione interessante e si allontana. Cercando Ed, Barbara lo trova catturato e legato da Selina, che si sta preparando a portarlo via, e resta sorpresa che abbia fatto così in fretta. Le due trovano Tabitha che sta parlando con Butch cercando di fargli tornare la memoria, ma lui si accorge che hanno preso Edward e si arrabbia. Barbara cerca di far andare via Butch, finché Selina non propone di far combattere Tabitha con Butch e il vincitore si sarebbe tenuto Nygma, e tutti accettano.

Barbara uccide Cherry.

Prima del combattimento Barbara suggerisce a Tabitha di prendere un'arma, ma la donna afferma che sarebbe andata bene. Il combattimento non inizia bene per la donna, così Barbara le lancia sul ring una mazza chiodata con la quale Butch viene steso. Barbara e Selina salgono sul ring a loro volta e Barbara punta una pistola su Edward, nonostante la folla attorno voglia fermarle; in quella si presenta Firefly e Barbara si rallegra pensando che Oswald abbia mandato loro aiuto, ma Bridgit dice loro che sono in ritardo. La donna protesta dicendo che hanno Nygma e che possono portarlo a Cobblepot, ma Firefly si prepara ugualmente a bruciarle vive, finché Leslie non spara alla sua tuta, bucando la camera d'aria e facendola volare via per la pressione. La dottoressa rivela che è stata Cherry a contattare Firefly per portarla sul posto e impedire alle tre di portarsi via Edward, rivoltando la folla contro di lei. La donna prova a difendersi sostenendo che le Sirene lavorano per Pinguino, così Barbara la uccide sparandole alla testa e annuncia che non lavorano più per Oswald, ricevendo applausi dalla folla. Subito dopo le Sirene se ne vanno rapidamente, non prima che Barbara abbia lanciato un'ultima occhiata a Leslie che la ricambia con un sorrisetto.

Mentre Sofia Falcone sta cercando di salire sulla sua auto dopo essere sfuggita a un tentativo di Pinguino di ucciderla, viene catturata dalle Sirene. Le tre portano la donna alla loro sede, spiegandole che intendono usarla come ostaggio per sottomettere Cobblepot, non sapendo che ora i due sono entrati in guerra. Sofia, infatti, dice subito loro che si è lavorato Oswald per due mesi per portargli via l'impero, ma Barbara e Tabitha non le credono, mentre Selina sospetta che stia dicendo il vero.

Barbara afferma che i Falcone imparano a mentire prima ancora di imparare a leggere, quindi non si fida di lei; prevede quindi di ricattare Oswald affinché lasci in pace lei e le compagne nonostante i trascorsi, sapendo che il giovane avrebbe voluto Sofia sia che fosse un'amica che una nemica. Telefona quindi a Cobblepot in maniera falsamente cordiale; lui le chiede cosa stia facendo con Sofia e lei risponde che pensavano fosse la sua migliore amica, dal momento che l'avevano rapita. Oswald chiede quale sia il prezzo per riaverla e Barbara dice che vuole andare avanti a gestire il suo negozio d'armi senza dividere i profitti con lui e che, da allora, avrebbero lavorato separatamente. Cobblepot accetta e la informa che avrebbe mandato Zsasz a prendere Sofia. Tuttavia, le Sirene sospettano di Pinguino in quanto ha accettato troppo facilmente l'offerta di Barbara e pensano stia tramando contro di loro. Sofia spiega che Cobblepot non può permetter che Barbara abbia l'ultima parola e che devono uscire dall'edificio. Selina, in quel momento, dice a Barbara e Tabitha dovrebbero ascoltarla perché Zsasz è giunto davanti alla sede con un bazooka; il sicario fa saltare in aria la struttura e le quattro si salvano al pelo. Barbara giura quindi di rompere in due il becco di Pinguino.

Più tardi le Sirene rapiscono Martin, il bambino orfano con cui Oswald ha stretto amicizia, e lo portano nella loro auto; Barbara afferma che sia carino, mentre Tabitha dice che mette i brividi perché non può parlare. Dopodiché lo portano in una posizione isolata, dove Barbara assiste allo scambio di insulti tra Cobblepot e Sofia, finché quest'ultima minaccia di uccidere il bambino se Oswald non si arrenderà a lei. Sofia e le Sirene pensano di aver vinto, ma poi Pinguino fa esplodere l'auto su cui si trova sopra Martin e comincia una sparatoria contro di loro, portandole a nascondersi dietro la loro macchina. Tornate a casa di Sofia, quest'ultima inizia a spiegare alle Sirene i suoi piani futuri su come rovesciare Pinguino, Barbara obbietta che ha perso la sua occasione. Le tre fanno quindi per andarsene, ma Sofia fa notare che non hanno alcun posto dove andare se non con lei, così non resta loro che rimanere.

All'Iceberg Lounge Mr. Penn fa per andarsene con alcuni scagnozzi di Pinguino, ma appaiono le Sirene che li uccidono tutti, lasciando indifeso il contabile, mentre appare Sofia. Tabitha tortura Penn per farsi dire dove sia Cobblepot ma al termine del supplizio spiega che non lo sa; in quella, Sofia riceve una telefonata da parte di suo padre che le chiede di incontrarsi alla Mansione Falcone e le quattro, preoccupate, vanno sul posto. Barbara chiede a Sofia perché siano andate lì, ma a quel punto compare Carmine Falcone. Lui bacia Sofia sulla fronte e saluta Barbara, affermando che è bello rivederla da quando si sono visti l'ultima volta, quando l'ha tenuta in ostaggio. Sofia cerca di spiegare al padre che Gotham appartiene a lei di diritto di nascita, ma Falcone la schiaffeggia in faccia deluso e arrabbiato, rinfacciandole che, come parte del suo piano, è andata a letto con Jim Gordon, assassino di suo fratello Mario, lasciando scioccata Barbara per il fatto che abbia avuto una storia con il suo ex fidanzato. Subito dopo appare Oswald, mentre Zsasz compare a tenere sotto tiro le Sirene. Sofia prova a sparare a Cobblepot, ma viene fermata dal padre. Successivamente le Sirene vengono condotte in un altro edificio per essere sorvegliare dagli uomini di Pinguino, quando questi cominciano una sparatoria con il GCPD. Barbara prova a convincere gli uomini a lasciarle andare in quanto sono già pieni di problemi e, quando uno si gira per minacciarle, viene ucciso con un colpo alla testa. Le Sirene hanno quindi un'idea e Tabitha si fa cadere con la sedia su cui è legata per recuperare la pistola caduta al criminale e con essa uccide gli altri scagnozzi, così da potersi liberare e scappare. Più tardi Pinguino viene arrestato per il falso omicidio di Martin, e Barbara e Tabitha riottengono l'Iceberg Lounge, che ritrasformano nel The Sirens.

Per pubblicizzare la riapertura del locale, le Sirene fanno uno spot pubblicitario; la rinata Ivy Pepper lo vede, così si dirige sul posto, portando Barbara a chiedersi chi sia visto che non la riconosce. In seguito Gordon fa una visita a Barbara per sapere chi sia e dove può trovare la Dottoressa e la donna le dice che lavora con Edward e che si trova ai Narrows. Prima che il poliziotto vada via, lo ferma per avvertirlo che non vuole trovare quello che sta cercando.

Durante la ricerca di Selina, Gordon si ferma al The Sirens per chiedere a Barbara se l'abbia vista in giro. La donna tenta di farlo andare via in quanto è impegnata con Sofia, ma quest'ultima le dice di farlo restare. Per avere un po' di privacy, Sofia chiede a Barbara se possa dare loro un minuto da soli e lei accetta, lasciando l'ufficio. Più tardi commenta sarcasticamente quando Gordon, nel vedere Selina entrare nel club, si mette a inseguirla.

La Testa del Demone[]

Barbara è sorpresa quando Butch rivela di essere tornato in sé.

Barbara è seduta al bancone del The Sirens in preda a una violenta emicrania e perciò Tabitha le porta una pillola. Le due entrano in allerta quando un forte cattivo odore riempie il locale, subito dopo Butch, che ora ha riacquistato i suoi ricordi, entra trascinando per i piedi Edward legato e imbavagliato. Barbara inizia a prenderlo in giro sottolineando che puzza come una vecchia dentiera, ma Butch le parla normalmente, facendole capire che è tornato come prima. Barbara si spaventa e subito gli punta contro una vite di sughero. L'uomo afferma che Edward sta lavorando con Oswald per abbattere Sofia e poi se ne va, seppur con tristezza di Tabitha. Improvvisamente Barbara viene colta da un altro attacco di emicrania, talmente forte che quasi cade a terra, facendo preoccupare la compagna che le chiede se stia bene. Barbara le dice allora che avrebbero consegnato Nygma a Sofia affinché lo torturasse per farsi dire dove fosse Oswald, poi lo avrebbe ucciso al posto loro. Più tardi, dopo che Sofia è stata mandata in coma da Leslie con un colpo di pistola in testa, al locale Tabitha cerca di chiedere a Barbara cosa dovrebbero fare ora che il mondo criminale non ha più nessuno al comando e preoccupandosi per la possibile vendetta di Cobblepot; tuttavia Barbara, ancora in preda a un violento mal di testa, le urla contro facendola andare via seccata. Dopo che si è allontanata, Barbara si accorge che il palmo della sua mano si è messa a brillare e, voltandosi, vede tra la folla una visione di Ra's Al Ghul che le si avvicina sempre di più.

Qualche tempo dopo, nell'ufficio di Barbara, la donna è ancora affetta da emicranie e urla contro Tabitha per farle spegnere la radio in quanto peggiora la sua sofferenza. La compagna le chiede come vada e Barbara prende un'altra pillola pensando che possa calmare il mal di testa. Poi Tabitha le prende la mano che brilla e Barbara solleva il guanto che la copre con nervosismo, affermando che ha letto diversi libri sul misticismo nel tentativo di scoprire cosa le stia succedendo. Quando tira in ballo la sua resurrezione, il dolore aumenta così tanto che quasi cade sul pavimento. La donna ammette quindi che l'emicrania peggiora ogni volta che prova a ricordare la sua morte o quando è tornata in vita. Tabitha la rimprovera affermando che la Barbara che conosce non si sarebbe fermata davanti al dolore o qualunque altra cosa per ottenere ciò che vuole; la donna, quindi, si siede alla scrivania e comincia a ricordare quando è stata fulminata e riportata in vita da Ra's che le promise sarebbe stata la successiva Testa del Demone dopo la sua morte. Ora conscia di tutto, Barbara si rivolge a Tabitha e le dice che sta arrivando la Lega degli Assassini. Più tardi le due donne escono dall'ufficio e Tabitha chiede se dovrebbero prepararsi all'arrivo della Lega, ma Barbara afferma che sono già lì. Infatti, subito dopo, le luci si accendono rivelando una schiera di assassini in cerca del loro nuovo leader. Uno di loro chiede chi sia la nuova Testa del Demone e Barbara alza la mano che si illumina ancora di più. Un membro della Lega, tuttavia, esprime disappunto per il fatto che Ra's abbia scelto una donna come guida del gruppo e decide di tagliarle la mano per diventare lui stesso il capo, ma Barbara lo uccide. Chiede poi se qualcun altro intenda provare a ucciderla e tutti alzano le armi contro di lei e Tabitha. Tuttavia, quando lei fa un passo avanti, gli altri retrocedono e Barbara capisce che hanno paura di prendere ordini da una donna. Ordina quindi loro di prostrarsi a lei ed essi eseguono, finché le luci si spengono e tutti i membri maschili vengono uccisi da quelli femminili, lasciando sbigottite Barbara e Tabitha. Le donne dicono loro che gli uomini erano inadatti per il nuovo leader e quindi dovevano morire. Barbara si lamenta che ora sono a corto di membri e il capo delle donne, Lelia, le dice che in realtà sono più di quanto lei creda. Tabitha suggerisce all'amica di non accettare, ma Barbara non l'ascolta e chiede a Lelia cosa debba fare.

Un antico dipinto raffigurante Barbara e Ra's Al Ghul secoli prima.

Al The Sirens Tabitha sta provando a trattare con il leader di una banda arrabbiato con lei perché ha picchiato suo fratello quando arrivano nel locale Barbara e la Lega. La banda si appresta a ucciderle tutte, ma le assassine li precedono ed eliminano rapidamente scagliando loro contro dei Shuriken. Barbara fa un'osservazione sull'usare il suo esercito come arma personale e Lelia pugnala con la sua katana la schiena del leader già morente della banda. Barbara le chiede quindi cosa ci sia che non va e Lelia le domanda se intende continuare a usare l'eredità di Ra's per i propri interessi; quindi, la Lega porta lei e Tabitha a uno dei molti rifugi di Ra's Al Ghul. Arrivate, Lelia spiega loro che il posto è di proprietà di Ra's da quando Gotham ha iniziato a esistere e che teneva molti segreti al suo interno, dietro una porta chiusa senza chiave. Barbara usa così la sua mano luminosa per aprirla, rivelando una stanza piena di antiche reliquie e un dipinto raffigurante lei e Ra's come un re e una regina risalente a circa 400 anni prima, lasciandola scioccata ma anche con la convinzione di essere finalmente a casa. Comincia poi a leggere i libri sui viaggi si Ra's a Tabitha, ma quest'ultima le dice che l'uomo era solo il leader di un culto che ha fatto il lavaggio del cervello a Lelia e gli altri membri. Barbara le domanda se quindi anche lei avrebbe subito il lavaggio del cervello, poi comincia a pensare che possa portare alla luce i cambiamenti nella storia fatti da Ra's, mostrando a Tabitha un libro di ricette per pozioni e incantesimi che sembra risveglino demoni. Tabitha, però, si infastidisce dal suo comportamento e afferma anche che la donna nel ritratto non le somiglia, facendo infuriare Barbara che la tradisce, ordinando alle assassine di gettarla in strada.

Il ritorno di Ra's Al Ghul[]

In seguito, mentre ammira il dipinto di lei e Ra's, Barbara viene attaccata da assalitori mascherati; dopo averli combattuti, viene bloccata con un coltello vicino al viso, finché l'aggressore si toglie la maschera e rivela di essere Lelia. Barbara chiede alla Lega perché l'abbiano attaccata, ma loro sono sorprese per il fatto che non abbia percepito la loro presenza, in quanto dovrebbe essere uno dei poteri della Testa del Demone. La donna crede che stiano dubitando di lei come Tabitha, ma loro le spiegano che quello che hanno fatto dovrebbe aiutarla a sbloccare i suoi nuovi poteri. Nel frattempo, Tabitha usa Selina per rapire Bruce e far ritornare in vita Ra's Al Ghul. Barbara sta osservando alcune delle reliquie e resta sorpresa quando un redivivo Ra's entra nella stanza, pretendendo che gli siano restituiti i poteri da Testa del Demone. Lui le domanda cosa ne abbia fatto del suo dono di tale ruolo e Barbara risponde che intende conquistare Gotham e farsi trattare da tutti come una regina. Deluso, Ra's le ordina di ridargli i poteri ma lei rifiuta, così iniziano a combattere.

Prima che possa fare qualunque cosa, Barbara viene rapidamente bloccata dall'uomo e gettata dall'altra parte della stanza, mentre i membri della Lega entrano e cominciano a loro volta ad attaccare Ra's. Quest'ultimo riesce a uccidere la maggior parte di loro ma, prima che possa uccidere Lelia, Barbara lo colpisce alle spalle con una delle sue reliquie. Lelia comanda quindi a una delle assassine di portare Barbara fuori dall'edificio; in strada, però, Ra's riesce a uccidere l'incaricata lanciandole una spada ma, prima che possa eliminare anche Barbara, arrivano in suo aiuto Tabitha e Bruce sull'auto del ragazzo, portandola via. A Villa Wayne, Barbara è nel panico per quanto successo e Tabitha le suggerisce così di restituirgli semplicemente la "Zampa del Demone". Barbara la corregge ma si rifiuta, affermando che sia lei ora la Testa del Demone e che Tabitha l'ha tradita. Dopo il litigio, Bruce, Alfred, Tabitha, Selina e Barbara progettano assieme un piano per rubare il pugnale dell'asta che Ra's voleva tanto e ucciderlo nuovamente con esso, essendo l'unico modo.

Dopo che Tabitha, Bruce, Selina e Alfred compiono il furto con successo, si ritrovano a un magazzino dove le attende Barbara. Quest'ultima si rifiuta di ascoltare Bruce, che afferma di essere l'unico a poter uccidere Ra's, e intima Selina a darle il pugnale; la ragazza non sa decidere se consegnare l'arma alle Sirene o Bruce. Barbara punta una pistola su Alfred e Selina sceglie così di darlo a lei. La donna, poi, spara alla ruota dell'auto per bucare la gomma e ruba la macchina di Bruce e Tabitha ordina a Selina di seguirle. Dopo che Barbara commenta che è bello fare affari con loro, le Sirene se ne vanno. Le tre tornano al The Sirens dove le aspettano i membri della Lega non uccise da Ra's Al Ghul. Dopo aver discusso su come uccidere l'uomo, Selina si arrabbia affermando che Barbara non sarebbe riuscita a vincere contro di lui, così viene mandata via. Barbara inizia a dubitare di potercela fare ma Tabitha la rassicura, così Barbara accende la sua mano e richiama Ras', che arriva con i membri maschili della Lega delle Ombre.

Barbara è pugnalata.

La donna si fa lentamente strada verso l'uomo e cerca di convincerlo a dire che lei era veramente speciale e che significava qualcosa con lui, in realtà con l'intenzione di distrarlo. Il trucco funziona e lo pugnala al petto, ma non ottiene alcun effetto e viene scagliata contro la finestra del suo ufficio; i membri femminili della Lega e Tabitha provano ad andare a salvarla, ma Lelia le ferma esclamando che Barbara deve vincere da sola. La donna si rialza e comincia a combattere Ra's, che però para tutti i suoi pugni e le afferra la mano per cercare di riprendersi da lei il potere della Testa del Demone, finché arrivano Bruce e Selina e il ragazzo colpisce Ra's facendogli mollare Barbara a terra. Tuttavia, Lelia tira via dallo scontro i due ragazzi per far combattere Barbara da sola e la donna viene pugnalata alla schiena da Ra's e uccisa; questo, però, sblocca finalmente il suo potere da Testa del Demone e riesce a riavvolgere il tempo fino a poco prima la sua morte, così schiva il colpo mortale e fa cadere Ra's a terra.

Tuttavia, l'uomo si rialza e prende in ostaggio Tabitha puntandole un coltello alla gola, facendole scegliere se mantenere la Testa del Demone e lasciare morire l'amica oppure cedere di sua spontanea volontà il potere e salvare la sua vita. In un primo momento Barbara sceglie il potere, così Ra's taglia la gola a Tabitha uccidendola. Sconvolta, Barbara urla e riattiva il potere da Testa del Demone, tornando indietro nel tempo nuovamente ma non riuscendo a impedire che Tabitha venga presa ancora in ostaggio. Barbara sceglie quindi di salvare l'amica e rinunciare al potere; Ra's lascia andare Tabitha e riacquista la Testa del Demone, riottenendo anche il suo aspetto normale. Bruce prega quindi l'uomo di lasciarsi uccidere nuovamente, ma lui distrugge il pugnale e scompare con i membri maschili della Lega. Più tardi, mentre puliscono i pavimenti del club, Tabitha si avvicina a Barbara con uno sguardo confuso, e la donna le spiega che sapeva avrebbe fatto lo stesso per lei. In quella rientrano nel locale i membri femminili della Lega e le due donne si innervosiscono, poiché Barbara non è più la loro leader e quindi pensano siano lì per ucciderle. Tuttavia, invece, le assassine giurano fedeltà a Barbara fino alla morte e oltre, essendo rimaste colpite dal fatto che abbia rinunciato al potere per salvare la sua amica.

Alleanza con Oswald[]

Dopo che la Torre dell'orologio di Gotham esplode, apparentemente uccidendo anche Gordon, Barbara e Tabitha commentano la cosa nel loro club, Barbara raccontando che una volta Jim l'ha portata a un appuntamento lassù e ora la struttura è andata in fumo come la loro relazione. Mentre stanno per brindare, Oswald e Butch entrano nel locale e tutte le assassine si affrettano a circondare Barbara e Tabitha con le spade tratte per difenderle. Cobblepot, però, afferma di essere lì per suggerire di far squadra per sconfiggere Jeremiah Valeska, fratello gemello del defunto Jerome, che sta acquisendo pieno controllo a Gotham spargendo bombe per tutta la città. Inizialmente le due donne si rifiutano, ma poi Cobblepot afferma che, quando avrebbero ottenuto abbastanza soldi, avrebbero potuto pagare Strange per far tornare normale Butch, così Tabitha convince Barbara ad accettare e a sentire il loro piano.

Più tardi il gruppo si incontra con Jeremiah, tenendo in ostaggio uno dei suoi uomini, e chiedono al criminale 50 milioni di dollari con il vero intento di ucciderlo per ottenere i soldi e salvare Gotham. Lui accetta stranamente subito, ma poi tira fuori un bazooka e fa saltare in aria il loro ostaggio, poi afferma che, per la loro intromissione, avrebbe fatto esplodere le bombe prima del previsto. Dopo la sconfitta, Oswald avverte Bullock al GCPD e il gruppo fa ritorno al The Sirens. Barbara da' a Tabitha e Butch degli alcolici mentre Cobblepot commenta nervosamente che valeva la pena tentare; Barbara lo minaccia affermando che è meglio per lui zoppicare fuori da lì finché ne ha l'opportunità. Oswald cerca di far venire con se' Butch ma lui rifiuta, affermando che non sa neppure dove sia Strange. Cobblepot rivela allora di averlo trovato e Gilzean lo afferra per la gola, arrabbiato per il fatto che non glielo abbia detto prima. Gli intima poi di portarlo dal dottore, ma Pinguino gli chiede come intenda pagarlo e Tabitha si intromette, dicendo minacciosamente che può essere molto persuasiva.

Mentre si prepara a conquistare il territorio abbandonato a causa dell'evacuazione per l'esplosione ormai imminente delle bombe di Jeremiah, le assassine di Barbara vengono stese da una forza invisibile che si rivela essere Ra's. Barbara cerca di sparargli ma lui la disarma facilmente; tira quindi fuori un coltello e gli chiede cosa voglia. L'uomo spiega che sta per lasciare Gotham e vuole che lei venga con lui. Barbara ride per la richiesta e Ra's le racconta della visione distruttiva che ha avuto riguardo alla città e afferma che pensa ci sia ancora un po' del potere della Testa del Demone dentro di lei. Le spiega anche che amava la donna raffigurata nel dipinto e che avrebbe voluto rivederla in lei; quindi se ne va, chiedendole di considerare la sua offerta anche per governare assieme la Lega.

Barbara e Bruce uccidono Ra's.

Più tardi, mentre Barbara discute con Tabitha riguardo l'offerta di Ra's, arriva Alfred che vuole sapere la posizione dell'uomo, Barbara capisce che Ra's ha rapito Bruce, così i tre decidono di fare squadra per uccidere Ra's e Jeremiah. Prima che possano andare, però, arriva anche Oswald che chiede chi gli sarebbe rimasto da uccidere in quanto loro si sono già spartiti le parti; il giovane si unisce al gruppo e i quattro partono per la loro missione. Mentre Ra's e Jeremiah stanno parlando a Bruce dei loro piani per Gotham, Barbara entra nella stanza in cui si trovano e dice a Ra's che non pensa che lui tornerà mai più nella città, mostrando poi di avere riforgiato il pugnale da lui distrutto e si prepara ad attaccarlo. Ra's la sbeffeggia in quanto è decisamente in svantaggio numerico, ma la donna rivela di aver portato Tabitha, Alfred e Oswald come rinforzi, così il combattimento inizia. Barbara tenta diversi attacchi contro di lui, ma l'uomo le spiega che il coltello, per poterlo uccidere, deve essere tenuto da Bruce e lei gli urla che l'avrebbe preso. Infine, manovrando il ragazzo, Barbara regge con lui il pugnale e lo spinge ad uccidere Ra's, facendo i complimenti a Bruce mentre l'uomo si riduce in cenere. In quel momento, però, si sente un'esplosione alle loro spalle: le bombe di Jeremiah si sono attivate, così Barbara, Alfred, Oswald e Tabitha osservano sgomenti Gotham mentre viene distrutta davanti ai loro occhi.

Terra di nessuno[]

L'inizio[]

Successivamente, al The Sirens, i membri maschili della Lega si inginocchiano a Barbara giurandole fedeltà in quanto il loro leader è ormai morto e Barbara li ringrazia con sarcasmo. Subito dopo entrano nel locale due scagnozzi che trasportano Tabitha ferita, la quale spiega all'amica che Oswald l'ha tradita uccidendo Butch appena curato e sparandole a una gamba per vendicare la morte di sua madre due anni prima. Furiosa, Barbara annuncia a tutti i presenti che la vera ragione per cui Gotham è così corrotta e distrutta sia per colpa degli uomini e che, da quel momento, il The Sirens sarebbe stata una zona senza uomini e ordina alle sue assassine di uccidere tutti i membri maschili della Lega e i due scagnozzi che hanno portato lì Tabitha. Dopodiché, i cadaveri dei membri della Lega vengono legati all'entrata del club, assieme a un enorme lenzuolo che dice "Territorio delle Sirene, niente uomini".

Giorno 87[]

L'87° giorno di Terra di nessuno, Barbara e Tabitha continuano a dirigere il loro club, usandolo anche come rifugio sicuro per le donne a Gotham. Gli uomini possono accedere sotto pagamento per un certo lasso di tempo, allo scadere del quale devono andarsene immediatamente. Quando un uomo esita qualche momento ad uscire al termine del suo tempo, Tabitha gli punta minacciosamente un coltello alla gola, facendo intendere che, altrimenti, vengono uccisi. Più tardi Barbara e Tabitha ricevono una visita da Arthur Penn per conto di Oswald, chiedendo alcuni chili di bistecche in cambio di un migliaio di munizioni. Tabitha, arrabbiata, discute con Barbara poiché non vuole dare nulla a Pinguino dopo quanto accaduto con Butch. Barbara chiede quindi che il prezzo venga alzato a 2000 proiettili e, dopo che Tabitha se ne va dalla stanza, ne chiede 3000.

Barbara giura di vendicare Tabitha.

Le due continuano a litigare sull'argomento anche più tardi, nel bar del club, finché non sentono un elicottero della Wayne Enterprises volare su Gotham per consegnare dei rifornimenti. Quando il velivolo viene abbattuto da persone sconosciute, Tabitha si dirige immediatamente sul posto e tenta di uccidere Cobblepot, giunto lì per prendere le provviste. Tuttavia, la sua pistola non spara correttamente e Oswald riesce a ucciderla pugnalandola al petto proprio mentre Barbara arriva. Sconvolta e infuriata per la morte dell'amica, Barbara inizia a sparare a tutti i presenti nel magazzino, finché Oswald non la colpisce a un braccio e cade a terra. Cobblepot le propone un'ultima volta di tornare a collaborare chiudendo la storia di Tabitha e Butch ma Barbara rifiuta, affermando che l'avrebbe ucciso brutalmente. Oswald fa per ucciderla ma interviene Gordon, che propone a Oswald di lasciare andare Barbara e prendersi metà delle provviste, ma Pinguino intende prendere tutti i rifornimenti e uccidere Barbara. Jim spara quindi alla gamba ferita di Cobblepot e raccoglie tutti i rifornimenti con il GCPD, permettendo a Barbara e Oswald di fuggire. Più tardi, al club, la donna da' un ultimo bacio sulle labbra al corpo di Tabitha per dirle addio, per poi coprirla con un lenzuolo. Infine giura con rabbia che, fosse l'ultima cosa che avrebbe fatto, avrebbe ucciso Pinguino e vendicato l'amica.

Trattare con la morte di Tabitha[]

Mentre il The Sirens è aperto, Gordon fa il suo ingresso e Barbara lo saluta sarcasticamente. Il poliziotto le chiede un favore e lei ride, chiedendogli perché non abbia fatto nulla mentre la sua migliore e unica amica veniva uccisa pugnalata al cuore. Il ricordo di Tabitha fa rinascere la rabbia in Barbara, che urla a tutti i presenti nel club di uscire immediatamente. Gordon chiede in prestito i suoi veicoli per entrare nella Zona Oscura di Gotham, piena di bande pericolose e sconosciute. La donna si mette nuovamente a ridere, sapendo che sarebbe molto probabilmente stato ucciso, quindi gli permette di prendere i veicoli. Mentre Gordon esce, Barbara le urla contro poi, rimasta sola, beve un po' di whisky con evidente sofferenza.

Più tardi Gordon e Bullock riescono a salvare un orfano di nome Gabriel e altre due ragazzine. Tuttavia sono inseguiti da Sykes, il criminale che sfruttava i bambini tenendoli prigionieri e che intende ricatturarli e uccidere Gordon per la taglia che Pinguino ha messo su di lui. Mentre Sykes e i suoi hanno intrappolato il gruppetto, compare un'altra gang criminale capitanata da Ramos Silva, la quale vuole a sua volta prendere Gordon. Quest'ultimo uccide Ramos con il suo penultimo proiettile, ma in quella arriva Barbara su un enorme veicolo con il quale uccide tutti i criminali presenti. Dopodiché scende dal mezzo di trasporto e dice a Jim che prima è stata un po' dura e che intende seguire il suo accordo. In quella, Sykes si rialza alle spalle di Barbara insultandola e facendo per spararle, ma Gordon lo fredda in tempo con il suo ultimo proiettile. La donna lo adula ironicamente, poi afferma che avevano bisogno di unirsi per fare quello che andava fatto, ovvero uccidere Oswald. Jim schiva l'argomento, dicendo che prima devono portare gli orfani al sicuro, così Gordon, Barbara, Bullock e i tre bambini si dirigono al nuovo posto sicuro istituito da Lucius Fox. Quando i ragazzini sono in salvo, Barbara saluta e se ne va, ricordando prima a Jim che hanno ancora degli affari in sospeso.

Quando l'Haven viene conquistato da Pinguino e gli Street Demonz, Bullock va al The Sirens per chiedere aiuto e viene preso alle spalle da Barbara che gli punta un coltello alla gola. La donna gli ricorda che non sono ammessi uomini nel locale e lo insulta definendolo la spalla di Gordon. Inizialmente si rifiuta di salvare Jim, ma cambia subito idea quando Bullock afferma che Cobblepot si trovi lì, facendosi portare sul posto. Quando arrivano, però, Oswald ha aiutato Gordon a liberarsi dagli Street Demonz, e lui e il poliziotto si stanno salutando. Barbara punta una pistola su Oswald, ma Gordon si contrappone tra i due, rifiutandosi di lasciare uccidere Cobblepot da Barbara. La donna sembra stia per decidere se sparare anche a Jim per arrivare a Oswald quando, alle loro spalle, l'Haven esplode, facendoli cadere tutti a terra e uccidendo coloro che erano all'interno dell'edificio. Dopo che si sono ripresi dall'esplosione, Barbara si accorge che Gordon e Bullock sono indaffarati con i feriti e Oswald le da' le spalle per contemplare inorridito la distruzione che li circonda. Si accinge quindi a uccidere Cobblepot, ma poi nota anche lei quanto il disastro appena successo abbia colpito persone innocenti, così si allontana rapidamente risparmiando Oswald.

Gravidanza[]

Barbara e Jim si baciano.

Il giorno dopo la tragedia dell'Haven, Gordon sospetta che Barbara abbia qualcosa a che fare con essa per la velocità con cui è sparita dal posto. Tuttavia, quando lui va al The Sirens a interrogarla, lei resta scioccata che possa veramente pensare che abbia potuto uccidere tutte quelle persone innocenti e lo rassicura che vuole il colpevole catturato. Poi lo informa di aver sentito delle voci riguardanti un "tizio losco" che si aggirava fuori dall'Haven poco prima che esplodesse e gli da' anche un indirizzo. Mentre Gordon fa per uscire, Barbara gli chiede se pensi davvero che lei sia capace di uccidere tutte quelle persone; il poliziotto risponde che non lo sa, per poi andarsene.

In seguito la traccia di Barbara si rivela errata e tutti i sopravvissuti dell'esplosione dell'Haven vanno da Oswald per protezione, lasciando solo Gordon. La donna va a trovarlo al suo ufficio del GCPD e gli offre un'altra traccia che potrebbe condurre al vero colpevole, così Gordon l'accetta. Barbara lo deride perché è finito nuovamente tutto solo, avvicinandosi molto a lui e accarezzandogli la guancia. Poi si allontana all'ultimo secondo e fa per uscire, finché Gordon non la trattiene per un braccio e iniziano a baciarsi appassionatamente.

Quando Bruce giunge al The Sirens in cerca di di Selina, Barbara gli dice di seguirla, poi chiede a tutti i presenti di fare un brindisi a Selina, l'assassina di Jeremiah Valeska. In seguito le Sorelle della Lega catturano Edward e lo portano nell'ufficio di Barbara; quest'ultima gli punta subito un coltello alla gola, decisa a vendicare le vittime dell'Haven, poiché è stato rivelato in città che ha fatto esplodere lui l'edificio. Tuttavia Edward le spiega che Strange lo ha guarito dalla pugnalata e gli ha fatto qualcosa al cervello. Poi riesce ad andarsene con l'ubicazione di Strange dopo averle promesso informazioni che desiderava.

Dopo che Jim viene attaccato da Edward (controllato tramite un chip nel cervello da Eduardo Dorrance) riesce a farlo tornare in sé, poi lo porta al The Sirens per nascondersi da Dorrance. Quest'ultimo però riesce a trovarli accompagnato dal suo team Delta ma, grazie a un trucco di Edward, i tre riescono a fuggire. Barbara, Gordon e Edward si incontrano con Bruce, Lucius e Alfred e insieme ideano un piano per salvare Leslie Thompkins (catturata da Dorrance) e inviare sulla terraferma l'informazione che Theresa Walker sia la responsabile dell'attacco all'Haven. Quella sera, mentre Gordon e Bullock cercano di spiegare a Leslie quanto è successo negli ultimi mesi, Barbara entra nell'ufficio per comunicare a Gordon di essere incinta.

Dopo aver comunicato a Gordon, Leslie e Bullock la sua gravidanza, Barbara si dirige all'ospedale dove Leslie ora lavora e le chiede di essere la sua ostetrica. La donna rifiuta rapidamente, ricordandole che ha cercato di ucciderla due volte; Barbara però afferma che lei è la miglior dottoressa della città e che vuole solo il meglio per il suo bambino. In quella entra Gordon nella stanza e Leslie li lascia soli per parlare. Gordon domanda a Barbara se sia andata da Leslie per arrivare a lui, ma la donna replica che non vuole che venga coinvolto in alcun modo e che gli ha detto della gravidanza solo per non lasciarlo all'oscuro. Nel vedere l'atteggiamento ironico di Gordon, Barbara gli chiede se crede che non possa essere una brava madre e, alla sua risposta sarcastica, se ne va arrabbiata.

Più tardi, Selina si incontra con Barbara al The Sirens e le spiega della sua temporanea alleanza con Oswald; la ragazza, però, afferma di stare fingendo dal momento che vuole ancora vendicare Tabitha e suggerisce di uccidere Cobblepot per poi prendere le sue ricchezze e lasciare Gotham loro due. Barbara accetta subito e mette a tacere Selina irritata quando la ragazza fa per farle notare che è incinta. Più tardi la donna va al Municipio e incontra Oswald e Edward mentre stanno rientrando; poi punta la pistola contro Cobblepot per ucciderlo e Nygma realizza che è incinta insistendo che è "radiosa". Barbara si rende conto di non riuscire per qualche ragione a uccidere Oswald così, quando lui le propone di lasciare Gotham con loro, accetta, mettendo da parte la vendetta di Tabitha per il bene del suo bambino. Comunque afferma che non perdonerà mai Oswald per quello che ha fatto e lui le da' ragione. Mentre la donna esce, Oswald le chiede chi sia il padre ma lei lo mette a tacere.

In una delle serate più affollate al The Sirens, Barbara si incontra con due poliziotti che vogliono passare la notte nel locale e decide di farli rimanere solo per un drink. Tuttavia, poco dopo, la donna nota un altro uomo che li pugnala e uccide, per poi allontanarsi dalla scena. La mattina dopo, Barbara chiama Jim e Harvey in quanto i due morti sono poliziotti e decidono di andare a parlare con un altro ex detective, Dix. Prima di andarsene, Gordon le chiede come vada la gravidanza e lei risponde sarcasticamente che sta bene. Le spiega poi che la riunificazione con la terraferma avverrà presto e che devono pensare a cosa succederà dopo.

Jane Cartwight, sotto le vesti di Barbara, tiene in ostaggio la vera Barbara.

Più tardi Barbara scopre che il barista ha sentito qualcosa dal perpetratore poco prima di pugnalare i poliziotti e va a dirlo a Jim. Poi gli chiede se sarebbe stata arrestata dopo la riunificazione e se presumeva fosse stato il meglio per il bambino. Poco dopo Jane Cartwright entra al GCPD travestita da Barbara, accusando di essere stata aggredita e la vera Barbara entra subito dopo (è quindi molto probabile che fosse sempre Jane a parlare con Jim poco prima) affermando di essere lei. Gordon fa una domanda a cui solo la vera Barbara sa rispondere, quindi Jane la prende in ostaggio puntandole contro una pistola e ordinando a tutti di stare indietro. Dal momento che nessuno si azzarda a sparare, Barbara colpisce Jane nello stomaco e si libera cadendo a terra. Jane fugge e Gordon si assicura che Barbara stia bene prima di andare dietro alla criminale.

Quando Gordon decide di mandare un messaggio alle varie bande criminali, Oswald gli permette di tenere il suo discorso al municipio dove lo attende assieme a Barbara. La donna chiede a Pinguino quando il sottomarino sarà pronto, ma Oswald replica semplicemente che costruire un sottomarino zero richiede tempo. In quel momento Gordon entra nel municipio e fa il suo discorso ma, prima che possa finirlo, gli sparano con grande sconcerto di tutti. Dopo aver riportato Gordon al GCPD per farlo curare da Lee, Bullock torna sulla scena del crimine per interrogare Pinguino e Barbara. Prima chiede a Oswald se sia stato lui e, quando lo nega, gli tira un pugno nello stomaco per poi passare a Barbara. Presume possa essere stata lei per tenersi il bambino, ma la donna afferma che non avrebbe mai cercato di uccidere il padre di suo figlio. Bullock continua a setacciare la scena e trova il proiettile che ha ferito Gordon, promettendo di trovare il colpevole. Prima che se ne vada, Barbara gli chiede su possa fare qualcosa per aiutare e lui risponde di tenere le bande criminali sotto controllo finché Jim non si rimette in piedi.

Più tardi è rivelato che il colpevole è Victor Zsasz sotto il controllo di Ivy Pepper e, dopo che Jim si riprende dalla ferita, si sposa con Lee. Al The Sirens, Barbara e Oswald discutono della loro prossima mossa e Cobblepot le fa notare che tentare di riavvicinarsi a Gordon non funzionerà mai perché la vedrà sempre come una donna pericolosa che porta via suo figlio. Barbara afferma quindi che è meglio se se ne vadano prima che possa mettere le mani sul bambino. Quando Oswald dice che Gordon l'avrebbe inseguita per tutta la terra, lei replica freddamente che deve solo provarci.

Dopo diversi mesi, quando il sottomarino è concluso e Barbara è al termine della sua gravidanza, incontra Oswald e Edward al molo pronti a partire. Tuttavia, prima dell'imbarco, la donna entra in travaglio e Pinguino le dice di andare alla clinica che loro l'avrebbero aspettata. Barbara lo ascolta ma ruba di nascosto una parte vitale del sottomarino perché sa che la vogliono lasciare indietro. Quando arriva alla clinica, Lee chiama Gordon e gli chiede di venire all'ospedale; mentre controlla che il bambino sia sano, Lee si accorge che Barbara sembra aver fretta di partorire, ma lei minimizza dicendo che importa solo la salute del bambino.

Barbara con Lee e la figlia neonata.

Più tardi, Oswald ed Edward entrano nella stanza dell'ospedale dove si trovano Barbara e Lee per chiederle di ridare loro il pezzo di sottomarino mancante e Leslie capisce perché aveva così fretta di andarsene. Tuttavia, prima che Oswald e Edward possano ritrovare l'oggetto, Bane irrompe all'ospedale per uccidere Barbara. Lee, Oswald e Edward cercano di portare Barbara fuori dall'edificio su una sedia a rotelle mentre è ancora in travaglio e i due uomini si offrono di distrarre Bane mentre Lee conduce la donna fuori. Lungo il corridoio le due si imbattono in diversi soldati di Dorrance che Barbara uccide con delle pistole mentre è in preda alle doglie. Quando arrivano al parcheggio, Leslie chiede alla donna perché vuole lasciare Gotham e lei risponde che teme Jim non le permetterà di vedere suo figlio, nonostante Lee la rassicura che le sarà permesso. Prima che possano ricominciare a muoversi, Barbara realizza che il bambino sta per nascere, così Lee la porta rapidamente su una barella e l'aiuta a dare alla luce una bambina. Tuttavia, prima che possano andarsene, arriva Bane saltando da una finestra. Le due donne si stringono l'una all'altra per la paura ma, in quel momento, arrivano Selina e Alfred che investono Bane con la loro macchina. Barbara e Leslie si affrettano quindi a salire sul veicolo e andarsene.

Rapita da Nyssa[]

Le due raggiungono il The Sirens ma vengono attaccate da Nyssa Al Ghul che vuole vendicare la morte del padre. Stende quindi Leslie prima di rapire Barbara e la neonata.

Al municipio, Nyssa stuzzica la bambina provocando Barbara che minaccia di ridurla in cenere proprio come suo padre. Quando si avvicina troppo alla neonata con un coltello, Barbara le dice del sottomarino pieno di ricchezze di Oswald e Edward; Nyssa la ignora e, quando il generale entra nella stanza, gli dice di dare l'ordine di distruggere Gotham e continua a giocare con la nenonata con grande rabbia di Barbara. Più tardi, Gordon riesce a intrufolarsi al municipio e sconfigge con Barbara le due guardie per poi liberarla. Tuttavia vengono scoperte da Nyssa che li minaccia con altre guardie, poi si mette a combattere contro Gordon con Barbara costretta a guardare per tenere al sicuro la neonata. Prima che possa pugnalare Jim con lo stesso coltello usato per uccidere Ra's, Gordon riesce a stenderla e spingere un mitragliatore contro Barbara che lo usa per abbattere le altre guardie e pugnalare Nyssa allo stomaco con il suo stesso pugnale. Realizzando che il suo piano sta per fallire, Nyssa ordina al generale di suicidarsi e abbandona la scena.

Gordon riesce ad aprire la porta, ma Nyssa è già fuggita; poi Barbara gli mostra per la prima volta sua figlia. Tornati al GCPD, Gordon le dice di scappare con gli altri civili tramite il tunnel sotto l'edificio. Prima di andarsene, la donna abbraccia Leslie per ringraziarla per tutto quello che ha fatto per lei e la sua bambina. Lee le dice di scappare e va ad unirsi a Jim nella guerra contro Bane e l'esercito, ma Barbara non esegue e, anzi, guida i civili nella battaglia. In questo modo l'esercito si rivolta contro Bane, costringendolo ad arrendersi. Dopo che tutto finisce e la riunificazione si accinge ad avvenire, Gordon parla con Barbara e tiene per la prima volta sua figlia. Poi le chiede come si chiama e Barbara decide per Barbara Lee Gordon, così da avere i nomi delle tre persone su cui può contare. Il giorno dopo, Barbara e la neonata partecipano con Oswald, Leslie, Edward e Bruce alla cerimonia di polizia al municipio in cui Gordon viene nominato commissario.

Dopo l'esperienza di Terra di nessuno, Barbara lascia alle proprie spalle il suo passato criminale e diventa una donna d'affari legittima e di grande successo. Convide la custodia della figlia con Jim e Lee, mantenendon con loro una buona amicizia.

Dieci anni dopo[]

Fermare l'Enigmista[]

Mentre sta esaminando i lavori di costruzione del nuovo edificio della sua azienda, Barbara nota che Jim è venuto a prendere Barbara Lee per portarla a prendere un gelato. Gli dice scherzosamente che Bruce sarebbe tornato solo per scoprire di non avere più l'edificio più alto della città, poi saluta sua figlia. Più tardi, all'evento di apertura della nuova torre della Wayne Enterprises, Barbara si complimenta con Selina per il suo vestito; la donna la conduce nella cucina dove Edward sta tenendo in ostaggio Aubrey James e Barbara la distrae affinché Selina possa coglierlo di sorpresa e colpirlo alle spalle con una sbarra metallica. Poi liberano James e lo riportano all'evento dove Gordon da' l'ordine di evacuare l'edificio per la presenza di una bomba.

Incontro con Mr. J. ed Ecco[]

Barbara, Selina, Lee, Jim, Lucius e Alfred restano indietro per disinnescare la bomba. Grazie a Lucius, Lee riesce nell'intento e, seguendo un indizio, il gruppo deduce che dietro tutto questo c'è Jeremiah Valeska. Barbara porta Barbara Lee al suo club abbandonato per prendere una pistola, ma in quella si accendono le luci del salone principale. Barbara va a controllare e scopre Ecco e Jeremiah, combattendo contro di loro ma finendo con Ecco che le punta un coltello alla gola. In quella interviene Barbara Lee che colpisce Ecco con un oggetto, permettendo a Barbara di pugnalarla con il suo stesso coltello, poi la bambina inizia a colpire Jeremiah senza successo. Jeremiah prende quindi in ostaggio Barbara Lee e lascia a Barbara un messaggio da consegnare a Jim. Quando Gordon arriva, la donna lo informa che Jeremiah vuole lo incontri nel "posto in cui è rinato". Con l'aiuto di un nuovo vigilante travestito da pipistrello, Gordon riesce quindi a salvare Barbara Lee.

Personalità[]

Inizialmente Barbara è una persona gentile, premurosa, altruista e morale. Mette a rischio la propria vita nel tentativo di salvare Gordon, andando a implorare per la sua vita da Falcone. Tuttavia ha anche una personalità fragile, come mostrato dal suo passato fatto di consumi di droghe e alcol; dipende particolarmente dagli altri: all'inizio non si sente abbastanza inclusa nella vita di Jim e, dopo essere stata tenuta in ostaggio da Falcone e Zsasz, tronca il suo rapporto con il detective perché non le ha fornito abbastanza supporto morale per quanto successo e si sente schiacciata dalla paura per i pericoli che Gordon attira a causa del suo lavoro nella polizia.

A sottolineare la sua dipendenza per gli altri, dopo essersi separata con Jim Barbara torna dalla sua ex Montoya, salvo poi essere lasciata nuovamente anche da lei per la paura della detective di ricadere nell'abuso di alcol e droghe come quando stavano assieme la prima volta. Resta anche evidentemente sconvolta quando entra al GCPD per tentare di riconquistare Gordon e lo vede baciarsi con Leslie.

La sua psiche già fragile si spezza quando viene rapita dal serial killer Jason Skolimski, che la obbliga a uccidere i suoi genitori e risveglia in tal modo la sua natura instabile. Dopo aver confessato l'omicidio a Leslie, cerca di ucciderla con un coltello per il fatto che sia fidanzata con Gordon.

Dopo il suo crollo mentale, anche la personalità di Barbara cambia notevolmente, diventando arrogante, aggressiva, violenta, instabile, immorale e, in alcune occasioni, delirante.

Quando si risveglia dal coma, la donna sembra provare pentimento per le sue azioni, restando apparentemente inorridita per ciò che ha fatto e ciò che è diventata. Anche se viene rilasciata da Arkham perché giudicata sana di mente, sembra avere un altro crollo quando Gordon la rifiuta nuovamente nonostante lo abbia aiutato.

Dopo essere stata allontanata da Gordon per la seconda volta, la personalità psicotica di Barbara riemerge, sebbene in una maniera più fredda e calcolatrice, con diversi scatti fuori controllo. Dimostra ancora un'inclinazione per la violenza e il sadismo e con poco o nessun rispetto per qualsiasi tipo di autorità. Diventa anche estremamente assetata di potere, cosa che la porta presto all'auto distruzione e allontanamento dalle persone a lei vicine (ovvero Tabitha e Butch) disgustate dalla sua ossessione.

La sua personalità cambia nuovamente dopo essere stata riportata in vita, diventando notevolmente più calma e comprensiva rispetto a prima.

Durante il suo breve periodo come Testa del Demone, parte della sua vecchia personalità riemerge, poiché si riempie la testa con illusioni di grandezza e ambizione; tuttavia, dopo aver scoperto con il suo nuovo potere che il possedimento della Testa del Demone avrebbe comportato la morte di Tabitha, sceglie di restituire il potere a Ra's per salvare l'amica, mostrando una notevole maturazione e affezione per le persone a lei vicine. E' proprio questo valore a comportare che i membri femminili della Lega delle Ombre le giurino fedeltà anche se non è più la Testa del Demone.

Dopo il Cataclisma e la morte di Tabitha, Barbara diventa vendicativa ma, dopo aver visto lo stato di distruzione e morte in cui la città è caduta, sembra riacquistare parte della sua umanità. In seguito alla scoperta di essere incinta diventa anche preoccupata del bambino e come essere una buona madre, tanto da non riuscire a uccidere Oswald pur avendone la piena occasione e anche alleandosi con lui e Edward per lasciare la città.

Poteri e abilità[]

Poteri precedenti[]

  • Energia Mistica: Come successore scelta da Ra's, Barbara è in grado di emettere energia incandescente dalla sua mano, che funge da faro per richiamare i membri della Lega delle Ombre.
    • Riavvolgimento temporale: Utilizzando la Testa del Demone, Barbara è stata in grado di "riavvolgere" il tempo per pochi secondi, scongiurando la morte sua e di Tabitha per mano di Ra's.

Abilità[]

  • Alto livello intellettivo/ esperta nelle tattiche/leader: Barbara dimostra spesso una certa bravura del progettare piani e tattiche che permettano a lei e la sua squadra di prendere il controllo. E' anche abile come leader, essendo stata in grado di gestire il mondo criminale di Gotham e il trio delle Sirene.
  • Reti e contatti: Come figura prominente a Gotham e capo del mondo criminale, Barbara ha

numerosi contatti in diverse famiglie criminali, fatto conosciuto da molte persone come Jim Gordon, che spesso va da lei per rintracciare qualcuno. E' anche parecchio conosciuta a Gotham.

  • Abile manipolatrice: Barbara dimostra grandi abilità nell'ingannare e manipolare le

persone, specialmente uomini sfruttando il suo fascino femminile, essendo ad esempio stata in grado di condurre Gordon e Harvey Bullock in una trappola.

  • Esperta nel combattimento corpo a corpo: Dopo essere tornata in vita grazie a Ra's Al Ghul, Barbara è stata addestrata assieme alla Lega delle Ombre, tanto da riuscire a tenere testa a Ra's stesso, seppur per breve tempo.
  • Abilità con le armi da fuoco: Barbara ha molta abilità nel maneggiare armi da fuoco, colpendo anche bersagli da una distanza elevata come nell'uccisione di Cherry.
  • Abilità nel maneggiare coltelli: Barbara ha una certa abilità con coltelli o pugnali; è infatti riuscita a uccidere un membro della Lega delle Ombre con un coltello e ha combattuto due volte Ra's con il suo pugnale.

Equipaggiamento[]

  • Pistole/armi da fuoco: Barbara utilizza una vasta gamma di armi da fuoco, da pistole a fucili da caccia. La sua arma principale che usa in numerose occasioni è una pistola placcata in oro.
  • Coltelli: Barbara ha spesso usato come armi anche diversi coltelli o pugnali di tutti i tipi, da cucina, a combattimento; nei due scontri con Ra's utilizza il suo pugnale curdo.

Precedente[]

  • Pungolo da bestiame: Barbara lo usa brevemente per mettere fuori gioco la Dama e la sua assistente per salvare Gordon.
  • Granata a mano: Barbara la utilizza per intimidire alcuni scagnozzi nemici.

Apparizioni[]

Prima stagione[]

Seconda stagione[]

Terza stagione[]

Quarta stagione[]

Quinta stagione[]

Gotham: A City Gone Mad (miniserie commerciale)[]

Curiosità[]

  • Inizialmente, prima dell'uscita della prima stagione, era stato dichiarato che Barbara sarebbe stata una dottoressa; in seguito, però, è stata cambiata in proprietaria di una galleria d'arte.
  • Inizialmente il personaggio sembrava basato su Barbara Gordon, prima moglie di Jim Gordon nei fumetti; in seguito, però, ha assunto delle caratteristiche che più l'accomunavano ad Harley Quinn, salvo poi cambiare ancora e diventare propriamente un personaggio indipendente. Si pensò brevemente anche di farla diventare la criminale Magpie, ma l'idea fu subito scartata perché ritenuta terribile. In seguito, come Haley Quinn apparirà il personaggio di Ecco, mentre Magpie viene introdotta nella quinta stagione.
  • Non è chiaro se la donna estremamente simile a Barbara amata da Ra's Al Ghul e raffigurata nel dipinto di più di 400 anni sia una sua antenata o collegata davvero a lei in qualche modo.
  • Nell'episodio 'Una brutta giornata Barbara spiega a Tabitha quanto amasse la Torre dell'orologio di Gotham e che, una volta, Gordon l'ha portata lì per un appuntamento. Questo potrebbe essere un omaggio a Barbara Gordon alias Batgirl che, nei fumetti, ha la sua base operativa come Oracolo proprio nella Torre dell'orologio.
  • Barbara presenta diverse similitudini con Fish Mooney:
    • Entrambe le donne hanno tentato di rovesciare e prendere il posto del signore del crimine di Gotham, Falcone nel caso di Mooney e Oswald nel caso di Barbara.
    • Entrambe le donne sono state uccise dalle persone con cui hanno lavorato in precedenza (Oswald per Fish e Tabitha Galavan per Barbara) e, dopo essere tornate in vita, si sono alleate con loro.
    • Entrambe le donne erano proprietarie di un locale che, in seguito, è stato preso in gestione da Oswald (il Mooney's e il The Sirens).
    • Entrambe sono mortali nemiche di Oswald, sebbene Fish sia poi diventata sua alleata e Barbara si è ritrovata spesso a collaborare con lui.
    • Entrambe le donne possedevano poteri che coinvolgevano l'illuminazione delle mani, per Fish il potere di controllare le persone e per Barbara quello della Testa del Demone. Inoltre, entrambe hanno dovuto rinunciare al loro potere per salvarsi la vita, Fish perché il troppo utilizzo l'avrebbe portata alla morte e Barbara perché, altrimenti, sarebbe stata uccisa con Tabitha da Ra's Al Ghul.
  • Barbara è l'unico membro dei Maniax e l'unica antagonista della serie in generale ad essersi redenta.
Advertisement