DC Comics Wiki
Advertisement
DC Comics Wiki

Il Culto di Jerome, noto anche come Seguito di Jerome, è stato un movimento clandestino operante a Gotham City dedicato a Jerome Valeska. Dopo la seconda e definitiva morte del loro leader, i membri si sono aggregati a suo fratello gemello Jeremiah Valeska. Attualmente tutti gli aderenti sono stati incarcerati o bruciati vivi da Jeremiah Valeska.

Storia[]

Influenza[]

Jerome Valeska era uno dei prigionieri all'Arkham Asylum fatti evadere da Theo Galavan e facente poi parte di un gruppo chiamato Maniax che portò caos a Gotham City, tra le cui azioni sono presenti quello di cercare di dar fuoco a un bus pieno di cheerladers e un attacco al GCPD che ha causato diversi morti. Jerome agì come il leader carismatico del gruppo e, durante il massacro alla centrale di polizia, registrò un video in cui accusa i cittadini di Gotham di essere "prigionieri" e che la loro assennatezza è solo una prigione per la mente che impedisce loro di vedere che sono solo piccoli ingranaggi di una gigantesca e assurda macchina. Poi li esorta a svegliarsi per essere liberi come loro dei Maniax, chiudendo infine la registrazione per l'arrivo imminente dei rinforzi. Jerome incontrò la sua fine dopo aver preso in ostaggio gli ospiti di una serata di beneficenza per l'ospedale dei bambini di Gotham. Quella notte Jerome venne ucciso da Theo Galavan a tradimento, il quale voleva fare la figura dell'eroe davanti a tutti per mandare avanti un grande piano che aveva in serbo per Gotham. Anche se il caos di Jerome sembrò finito definitivamente, diversi individui per tutta la città cominciarono a imitare i comportamenti di Valeska dopo aver visto la sua registrazione al telegiornale. In tal modo, due uomini uccisero un senzatetto che passava per caso vicino a loro, per poi passare persino a pugnalarsi l'un l'altro senza motivo, il tutto accompagnato da una risata maniacale.

Diffusione[]

Ben presto i seguaci di Jerome passano dall'essere semplici individui a un vero e proprio movimento clandestino. A un certo punto una donna di nome Jeri apre un locale interamente dedicato alle azioni dei Maniax, i cui frequentatori indossano vestiti come quelli di Jerome e si truccano generalmente in maniera clownesca. Bruce Wayne (una vittima superstite di Valeska) giunge nel locale durante la sua ricerca di Jeri per trovare l'assassino dei suoi genitori Matches Malone. Jim Gordon, il poliziotto che arrestò originariamente Jerome per l'omicidio di sua madre, arriva poco dopo nel tentativo di fermare Bruce dal vendicarsi dell'uomo, ma Jeri lo riconosce come un poliziotto e incita la folla a linciarlo. Gordon riesce a tenere testa a tutti, poi porta Jeri in custodia alla polizia.

I seguaci di Jerome utilizzano come loro marchio un "AHAHAHAHAH" scritto in rosso e a forma di sorriso, sovrastato da un paio di occhi. Spesso tale graffito è visibile scritto su muri e ponti per tutta Gotham.

Riportare in vita Jerome[]

Il cadavere di Jerome viene poi recuperato da un uomo di nome Dwight Pollard che lo mantiene congelato in un contenitore. Dwight era uno scienziato a Indian Hill prima della sua chiusura, e ha quindi appreso da Hugo Strange il metodo per riportare in vita i morti. Dopo che Indian Hill viene chiusa, Dwight diventa la guida del Culto di Jerome e inizia a fare vari esperimenti per resuscitare persone morte. Ottiene lavoro in un obitorio e usa come prima cavia il corpo di una donna di nome Melanie Blake, uccisa dal suo fidanzato qualche giorno prima. L'esperimento funziona parzialmente, ma la donna esce poi dall'obitorio e vaga disorientata per poco prima di morire nuovamente. Il corpo della donna viene quindi portato al GCPD e viene esaminato da Lucius Fox. Questa situazione assurda (sebbene, a Gotham, non come dovrebbe essere) richiama l'interesse di Gordon e del suo partner Harvey Bullock, che vanno all'obitorio per interrogare Dwight. Quest'ultimo, però, nega di sapere qualcosa e finge sorpresa dal fatto che il cadavere fosse sparito dall'obitorio.

Dwight si appresta a far tornare in vita Jerome, ma l'esperimento sembra non funzionare. Il suo assistente Gus gli riferisce che l'agente Andrew Dove li ha avvertiti che Gordon e il GCPD stanno per arrivare e suggerisce di abbandonare il progetto, al che Dwight uccide Gus con un cavo elettrico fulminandolo a morte. Poi passa al piano B che consiste nel tagliare via la pelle facciale di Jerome e indossarla come una maschera (avendo detto agli altri seguaci che avrebbero visto la sua "faccia"). Dopodiché convince gli altri partecipanti che possono essere tutti Jerome, così procedono a prendere in ostaggio il canale 9 per trasmettere in diretta il loro messaggio. Questo attira l'attenzione di Jerome, appena tornato in vita, che si dirige subito sul posto. Gordon e il GCPD riescono a liberare l'edificio dopo che Leslie Thompkins ha ottenuto risposte dalla spia Andrew Dove e la maggior parte dei seguaci di Jerome viene arrestata o uccisa nel conflitto che ne segue. Jerome si spaccia per un agente di polizia e riesce a prelevare Dwight; poi si riattacca la faccia con una spillatrice e afferma di non essere arrabbiato con lui. In seguito lancia un altro messaggio in diretta televisiva, mostrando di aver legato Dwight a degli esplosivi nella centrale elettrica di Gotham e, prima di andarsene, Jerome gli riferisce che in realtà non lo ha perdonato per la faccenda della faccia. Prima che Gordon possa chiamare un elicottero per raggiungere il posto, gli esplosivi saltano in aria uccidendo Dwight e facendo piombare Gotham nel buio.

In possesso della città[]

Con il blackout Gotham City cade in preda al caos, mentre il GCPD ha un gran daffare per tenere a bada tutti i folli seguaci di Jerome che catturano e mettono un coprifuoco per far stare i civili innocenti lontani dalle strade. E' menzionato che il Culto ha preso possesso di diverse sezioni della città, come l'Anders Park, la Cattedrale di Gotham, lo zoo, il Conservatorio di Collina, il Palazzo di Giustizia e il Circo Boardwalk. Jerome conduce intanto i suoi seguaci a Villa Wayne per saccheggiarla e rapire Bruce; il criminale porta via Bruce e lascia indietro alcuni scagnozzi affinché uccidano Alfred Pennyworth, ma Gordon interviene in tempo per aiutare il maggiordomo a sconfiggerli. Nel frattempo, Jerome conduce Bruce al Circo Boardwalk dove i suoi seguaci si divertono con giostre modificate per torturare diversi cittadini. Per l'evento finale, Jerome si abbiglia come un domatore da circo e riempie un cannone con dei coltelli per uccidere Bruce di fronte a un vasto pubblico. Quando Gordon, Bullock, Alfred e i rinforzi arrivano e danno inizio a un combattimento con i seguaci di Jerome, Bruce riesce a liberarsi in tempo con delle spille che Valeska gli aveva attaccato al braccio, poi combatte il criminale nel labirinto degli specchi. Poco dopo il ragazzo esce vittorioso dall'edificio e si ricongiunge con Alfred, ma viene seguito da Jerome che fa per attaccarli nuovamente, venendo però steso da Gordon che lo colpisce con tanta forza da staccargli la pelle facciale. Dopo che Jerome viene arrestato e i medici gli riattaccano la faccia prima che venga rimandato all'Arkham Asylum, i membri del Culto vengono arrestati dal GCPD o riescono a fuggire.

Diversi mesi dopo, Jerome riesce a evadere dal manicomio assieme a Jervis Tetch e Jonathan Crane e va a cercare suo zio Zachary Trumble per avere la posizione del fratello gemello Jeremiah Valeska.

La scomparsa di Jerome[]

Dopo il suicidio di Jerome, diversi membri del suo Culto si riuniscono a commemorarlo sulla sua tomba nel cimitero di Gotham. Vengono però interrotti da una figura mascherata che porta loro una registrazione fatta apparentemente da Jerome prima di morire in cui istruisce loro di disseppellire il suo cadavere e portarlo al GCPD per una veglia funebre. Mentre gran parte dei seguaci fanno così, altri restano nel cimitero fino all'arrivo di Bruce e Jeremiah Valeska. I due vengono catturati, ma poi viene rivelato che Jeremiah ha orchestrato il tutto travestendosi da Jerome nella registrazione. Dopo essere stato spruzzato dal gas della follia del fratello, Jeremiah prende il suo posto come leader del Culto al fine di sfruttarlo per realizzare i suoi piani.

La fine del Culto[]

Jeremiah ottiene il rispetto del Culto, finché Gordon rivela che il criminale non è riuscito a ucciderlo come aveva annunciato. I seguaci iniziano così a rivoltarsi contro di lui, ma Jeremiah afferma di avere ancora il piano delle bombe; tuttavia, quando prova a farle esplodere, non accade nulla poiché sono state disinnescate in tempo da Bullock. Il Culto, così, lo accusa di essere un bugiardo. Jeremiah urla loro di tacere, poi inizia a sghignazzare e dice loro di trovare la loro incostanza piuttosto nociva e prevedibile. Dopodiché si precipita fuori dalla stanza in cui si trovano e blocca al suo interno i seguaci, che cercano subito di riaprire la porta. Jeremiah preme quindi il pulsante di accensione dell'inceneritore che brucia mortalmente tutti i membri del Culto.

Membri conosciuti[]

Apparizioni[]

Seconda stagione[]

  • 'L'ultima risata'
  • 'Oltre ogni limite (graffiti)
  • 'Verso l'oscurità'
  • 'Mister Freeze (graffiti)
  • 'Pinewood' (graffiti)

Terza stagione[]

Quarta stagione[]

Curiosità[]

  • Nella serie Batman Beyond e nel film Batman of the Future: Il ritorno del Joker, ambientati nella Gotham City del futuro, è mostrata una banda formata generalmente da giovani teppisti auto soprannominatosi "Jokers" che omaggiano il Joker in tutto e per tutto, come il Culto di Jerome; inoltre, nel film, il Joker fa ritorno dopo quella che sembrava la sua morte e i Jokers si mettono ai suoi comandi come il Culto di Jerome quando il criminale torna in vita.
Advertisement