DC Comics Wiki
Advertisement
DC Comics Wiki

Maria Mercedes "Fish" Mooney è stata un'ex membro della Famiglia criminale Falcone e proprietaria del night club "Da Mooney". Quando lavorava per Don Carmine Falcone ha complottato contro di lui tentando di abbatterlo, in modo da poter prendere il sopravvento sul mondo criminale, per poi essere sconfitta e uccisa dal suo ex ragazzo porta ombrello Oswald Cobblepot. In seguito il suo corpo è stato portato e conservato nella struttura di Indian Hill presso l'Arkham Asylum, dove il professor Hugo Strange l'ha riportata in vita. Strange successivamente un'alleanza con Oswald, che aveva ottenuto il suo rispetto e orgoglio per essersi trasformato nel "Pinguino" ma, mettendo in atto il suo piano per conquistare Gotham City, viene uccisa di nuovo accidentalmente dall'infetto Jim Gordon.

Biografia[]

Primi anni[]

Mooney partì dal nulla e riuscì a diventare il braccio destro di uno degli uomini più potenti e temuti di Gotham City, Carmine Falcone. Successivamente, però, la donna iniziò a sfruttare le conoscenze acquisite dalla loro relazione per abbatterlo e prenderne il posto.

Lavorando per Don Falcone[]

Anni dopo l'omicidio di sua madre, Fish va a lavorare per Don Falcone diventando presto uno dei membri della sua famiglia di più alto rango. Due mesi prima dell'omicidio dei Wayne, i detective del GCPD Harvey Bullock e la sua nuova partner Amanda Wong cercavano indizi riguardo un ladro ucciso mentre rubava a Villa Wayne; Fish li aiutò a identificare un ladro evaso dal Blackgate.

Dopo l'assassinio dei coniugi Wayne, Bullock e il suo nuovo partner Jim Gordon vanno a chiedere a Fish se avesse sentito qualcosa visto che l'omicidio era accaduto nella sua zona. Mentre giungono al suo nightclub, la donna è impegnata a picchiare un uomo che aveva provato a derubarla. Si incontra poi con i due poliziotti, accogliendo calorosamente Harvey dal momento che sono buoni amici. Negando di sapere qualsiasi cosa sull'accaduto, promette però di aiutarli in ogni modo possibile, pur mostrando un freddo interesse per Gordon nel vederlo così franco e interessato e deciso a risolvere il caso. Più tardi chiama Bullock per informarlo che uno dei suoi uomini ha ricevuto una collana di perle la cui descrizione corrisponde a quella di Martha Wayne, rubata durante l'omicidio. Il gioiello proviene da un criminale di basso rango di nome Mario Pepper. Bullock e Gordon vanno così a casa di quest'ultimo, ma l'uomo nega ogni coinvolgimento. Dopo scappa e, inseguito da Gordon, si appresta a ucciderlo, finché Bullock non lo fredda con un colpo di pistola. In seguito la collana di perle viene effettivamente ritrovata nell'appartamento di Pepper, confermando apparentemente la sua colpevolezza. Tuttavia, in seguito, Mooney riceve una visita da Gordon che l'accusa di aver incastrato il criminale mettendo una copia della collana nel suo appartamento. Mette anche Bullock nella discussione per sapere se ha avuto ruolo in tutto questo; poi il poliziotto fa per andarsene, ma Fish lo fa attaccare dai suoi uomini colpendolo anche lei stessa da dietro con una sedia.

1)Con Allen

Fish parla con Montoya e Allen.

Mooney va quindi al suo nightclub per ascoltare un provino di un comico, divertendosi all'umorismo dark delle sue battute. Riceve poi una chiamata da Bullock che è andato a salvare Gordon all'impianto dove è stato portato per essere ucciso dagli scagnozzi di Fish; Harvey cerca di convincere la donna a lasciare andare il partner, arrivando a minacciare di "andarle dietro con la giustizia" se fosse morto. Vedendo la cosa come mancanza di rispetto e insultante nei suoi confronti, Mooney si fa passare Butch e gli ordina di appendere al gancio da macellaio e uccidere anche Bullock con Gordon. Ma i due detective vengono salvati dall'intervento del superiore di Fish, ovvero Carmine Falcone in persona, che giunge tempestivamente sul posto con i suoi uomini. Ricordandosi le parole di Bullock sul fatto che qualcuno avesse parlato su di lei all'Unità Grandi Crimini del GCPD, che ha portato Gordon a incolparla, Fish chiede al suo lacchè Oswald Cobblepot di massaggiarle il piede, esprimendo intanto le sue ambizioni di conquistare Gotham togliendola a Falcone, ora diventato "vecchio e rammollito". Dopo tale confessione, Mooney accusa con sicurezza Oswald di aver parlato all'Unità Grandi Crimini sul suo ruolo nell'incastrare Mario Pepper per l'omicidio dei Wayne, essendo l'unico ad averla vista con la collana di perle finta. Cobblepot protesta, affermando che, per provare la sua lealtà, avrebbe preferito "tagliarsi una vena" sul momento, così Fish gli passa un coltello chiedendogli di mettere in atto le sue parole. Oswald cerca allora di tirarsi indietro mentre Mooney, dandogli le spalle, lo prende in giro chiamandolo beffardamente "mio piccolo pinguino", soprannome odiato dal giovane. Arrabbiato, Cobblepot cerca così di attaccarla con il coltello, ma Fish lo precede stendendolo con una sedia, picchiandolo poi ripetutamente fino a lasciargli una perenne andatura zoppicante.

Successivamente Falcone visita Mooney nel suo locale per una chiacchierata e le dice che Oswald gli aveva rivelato dei suoi piani per abbatterlo. Dopo che Fish lo nega, Carmine sembra accettarlo e inizia a fargli domande sul suo nuovo amante; quando Mooney gli dice che non ha un amante ma solo un ragazzo che tiene in giro per "fare esercizio" di nome Lazlo, Falcone con tranquillità lo fa picchiare sul posto dai suoi uomini. Poi bacia la mano di Fish e la ringrazia per essere stata onesta, prima di andarsene. La donna, allora, urla in modo aggressivo a tutti i presenti di uscire subito dal suo locale. Più tardi Butch, il braccio destro di Fish, le dice che è ancora troppo presto per fare la sua mossa contro Falcone; lei ne è già consapevole ed esprime il suo desiderio di poter accumulare più uomini e denaro così che possa, un giorno, uccidere personalmente il boss mafioso "con le sue stesse mani e con i denti". Butch si limita a dire che sarebbe stato dalla sua parte. Mooney esprime anche il suo sadico desiderio che Oswald fosse ancora vivo, così da poterlo far soffrire di più per aver parlato con Falcone dei suoi piani contro di lui. In seguito Gordon e Bullock vanno nel suo locale per chiederle delle sparizioni di bambini di strada nella sua zona; la donna ha scarso interesse per la cosa, dicendo solo che c'è un "compratore internazionale" che si fa spedire da Gotham ragazzi di strada in buona salute.

Fish invita Lazlo, ripresosi lievemente dal pestaggio degli uomini di Falcone, di riposarsi, quando entrano nel suo locale i detective Renee Montoya e Crispus Allen. I due interrogano Fish riguardo a Oswald e la donna risponde di aver sentito voce che fosse stato Jim Gordon a premere il grilletto contro Cobblepot, spostando così le loro indagini sul poliziotto, facendoli sospettare che sia stato incaricato da Don Falcone di ucciderlo. Più tardi consola Lazlo, il quale è preoccupato per lei visto che ha in parte portato Montoya e Allen a indagare su Falcone dicendo loro che ha ordinato a Gordon di uccidere Oswald. In seguito chiede a uno dei suoi uomini di sbarazzarsi di Lazlo, visto che ha "perso la spina dorsale" e di informare Butch che l'amante di Falcone, Natalie, dovrà subire uno "sfortunato incidente". Il boss mafioso viene poi a visitare Mooney e le domanda se non ci siano rancori per quanto avvenuto la notte precedente, e la donna afferma di no. La conversazione prosegue e si sposta su Natalie, che ha subito una rapina e Fish dice di sperare che chiunque sia stato paghi con la vita. Falcone risponde che sarà così appena verrà trovato e così per tutti quelli che hanno contribuito all'accaduto.

Come parte del suo complotto contro Falcone, Fish assume una giovane donna di nome Liza per sedurlo.

Fish inizia a insegnare a Liza a cantare un'aria italiana per farne un'arma personale, rimproverandola quando si lamenta. Più tardi si incontra con la famiglia criminale Falcone e Nikolai dice che Maroni pensa di aver vinto per aver ottenuto un pezzo di Arkham, suggerendo di colpirlo per rimandarlo al suo posto. Tuttavia Falcone gli risponde che non avrebbero ancora attaccato, così nasce una discussione tra Fish e Nikolai. Carmine li calma ricordando che sono una famiglia, quindi hanno bisogno l'uno dell'altro. In seguito si vedono Fish e Nikolai a letto assieme, rivelando quindi di avere una relazione segreta, e progettano come abbattere Falcone.

Quando Fish scopre che Oswald è ancora vivo, superato un attacco di rabbia, manda Butch a cercare Gordon per potergli parlare. In seguito, poi, si incontra con Falcone e Nikolai; quest'ultimo e Mooney cercano di convincere Falcone sull'importanza di uccidere Gordon, Cobblepot e Bullock, senza successo. Tuttavia, il boss mafioso concede a Fish il permesso di andare da Maroni per chiedergli di consegnarle Cobblepot e manda Victor Zsasz a cercare Gordon. La donna, così, si incontra con Maroni al Bamonte per riprendersi Oswald. Maroni dice al giovane di scusarsi sinceramente con Fish per averla offesa, ma la donna non si soddisfa e promette che "scorrerà il sangue". In seguito Mooney assiste all'incontro tra Falcone e Maroni nel quale il primo accetta di far tenere Oswald al secondo in cambio di un magazzino sul fiume.

Liza comincia ad affezionarsi a Falcone, così chiede a Mooney di poter andarsene. Fish le racconta allora una storia che si rivelerà falsa, ovvero che sua madre era una prostituta che venne uccisa davanti ai suoi occhi da uno degli uomini di Falcone che non aveva "gradito il servizio". Questo episodio le ha insegnato a non essere mai più debole e imponente, così Liza accetta di continuare il piano.

In seguito Fish riceve una visita da Oswald, il quale sente il suo profumo per confermare i suoi sospetti riguardo a Liza; la donna, accompagnata da Butch, si incontra successivamente con Kasjanov e i suoi uomini per indicare loro il caveau dove Falcone nasconde gran parte del suo denaro.

Tempo dopo Butch confessa a Fish di temere che Falcone scopra la loro parte nel furto del suo caveau, ma Mooney lo convince che è tempo che si muovano contro il boss mafioso. Pochi minuti dopo giungono al club Alfred Pennyworth e Bullock che chiedono di parlare con Fish, la quale si presenta solo dopo che Alfred ha steso Butch puntandogli un coltello alla gola. Questi vogliono il suo aiuto per trovare Selina Kyle, in quanto fuggita assieme a Bruce Wayne da alcuni sicari che volevano ucciderla. Pensando che sia contro i propri interessi, Mooney dapprima si rifiuta, ma poi Alfred riesce a fare appello al suo lato onorevole per ottenere il nome del ricettatore che fa affari con Selina.

Al nightclub di Mooney la donna si incontra con Jimmy Saviano e Janacek, altri due subalterni di Falcone, per discutere con loro cosa ne pensano sull'aumento delle loro tariffe imposto dal boss mafioso. Saviano dichiara che non gli dispiacerebbe se succedesse qualcosa a Falcone prima che qualcuno di loro finisca come Bannion, ucciso da Falcone poco prima davanti ai loro occhi per non aver mantenuto abbastanza al sicuro il suo caveau. Saviano afferma anche che, se il boss mafioso dovesse cadere, avrebbe preso lui il comando come se fosse il prossimo in linea.

Fish inizia così a fare progetti contro Saviano sapendo che potrebbe esserle d'intralcio; tuttavia, Butch si offre di gestire la situazione in quanto lui e Jimmy sono amici d'infanzia.

Fish fa rapire Liza e la porta di nascosto al suo nightclub, dando il via al suo piano contro Falcone. Tuttavia l'uomo scopre tutto e, successivamente, strangola Liza davanti ai suoi occhi, furioso che Mooney abbia usato la somiglianza di Liza con la sua defunta madre per distruggerlo. Poi il boss mafioso chiama Oswald, che lo ha informato del piano di Fish, e gli da' modo di dare beffardamente addio a Mooney prima che la donna e Butch vengano portati via a tempo indeterminato.

Più tardi Fish viene portata legata al cospetto di un torturatore che lavora per Falcone. Butch, nel frattempo, riesce però a liberarsi dai suoi aguzzini e salva Mooney; quest'ultima gli giura che intende vendicarsi di Oswald e tagliargli la gola. I due vanno così al nightclub di Fish (che Falcone ha ora ceduto a Cobblepot) e la donna colpisce il giovane con una mazza di metallo. Oswald propone inutilmente di unire le forze, per poi arrabbiarsi quando Fish lo schernisce affermando che sarà sempre un niente. In quella arriva Victor Zsasz con le sue scagnozze, che salvano Oswald e danno via a uno scontro a fuoco con Butch. Quest'ultimo e Fish fuggono, poi Gilzean fa scappare Mooney da una finestra mentre lui resta indietro per farle guadagnare tempo; Zsasz ferisce poi Butch, ma decide di tenerlo per fargli un lavaggio del cervello.

Quella sera Bullock porta Mooney al molo di Gotham per farle prendere una nave e Fish afferma che sarebbe stata per un po' lontano dalla città; Harvey le consiglia di non tornare proprio, ma Mooney rinnova la sua promessa di tornare in futuro per uccidere Oswald.

Intrappolata sull'isola di Dulmacher[]

Fish chiama Maroni da un telefono pubblico e lo informa che Cobblepot lavora in realtà per Falcone e che li ha giocato entrambi. Poi la donna prende una nave e si riposa nella cabina del capitano; poco dopo, però, la nave viene dirottata e Fish inizia un combattimento con un uomo entrato nella cabina.

Più tardi Mooney si sveglia in un luogo sconosciuto, pieno di persone che combattono tra loro. Due di questi le si avvicinano ma se ne vanno quando Fish minaccia di ucciderli se provano a toccarli. Fish scopre da Kelly, uno dei prigionieri, che il "capo" del posto sotterraneo in cui si trovano è un prigioniero di nome Mace. Fish si avvicina così a quest'ultimo e gli chiede come mai sia lui a comandare; seducendolo la donna riesce a prendergli di nascosto il coltello e a ucciderlo pugnalandolo al collo, così da ottenere il ruolo di capo della prigione. In seguito annuncia ai suoi compagni prigionieri che da quel momento ci sarebbe stato ordine; poco dopo, però, arrivano alcune guardie che riportano una donna a cui hanno cavato gli occhi.

Fish continua strategicamente a organizzare la prigione. Successivamente viene informata che i loro rapitori prendono diverse parti del corpo e convince i compagni a organizzare un piano di sopravvivenza agendo come una famiglia, affinché possa portare almeno parte di loro fuori da lì viva. Quando i rapitori tornano giù per prendere un prigioniero particolare, Mooney sfrutta la situazione chiedendo loro, in cambio dell'uomo, cassette di acqua, coperte e frutta; quando i sequestratori si rifiutano, Fish fa uccidere il prigioniero dai compagni con un pestaggio, poiché ai rapitori servivano vivi per i loro scopi. Dopo che il leader dei carcerieri ordina a Mooney di venire con loro, la donna accetta di parlare con il direttore della struttura solo in cambio che lui resti lì come ostaggio. L'uomo dapprima rifiuta, ma poi torna dopo aver parlato con il direttore e accetta le sue condizioni. Prima di salire, Fish gli chiede il suo nome e lui risponde con Thomas Schimdt.

Mooney viene portata al piano superiore della struttura e, dopo aver visto diverse atrocità a cui vengono sottoposte le persone lì tenute prigioniere, il gestore conferma la sua teoria per la quale si occupano di rivendere organi. Quando Fish scopre che il vero gestore della struttura, il dottor [Francis DulmacherFrancis Dulmacher (Gotham)|Francis Dulmacher]], non può riceverla perché occupato con altri impegni, pretende di tornare nello scantinato finché non le offrono vestiti puliti e un bagno. Dopo essersi sistemata, Fish viene riportata al gestore che in un imprevisto giro di eventi ha deciso di asportarle gli occhi e rimandarla nella prigionia sotterranea per morire. Mooney, però, non intende permettere che prendano neppure una cosa da lei, così afferra rapidamente un cucchiaio e lo usa per cavarsi l'occhio sinistro, poi schiacciandolo per rovinare i piani del gestore.

2)Nuovo occhio

Fish scopre il suo nuovo occhio.

Più tardi Fish si incontra con il dottor Dulmacher, il quale ha sentito parlare delle sue recenti azioni. Mooney gli racconta la sua storia con Falcone e gli chiede di poter diventare il suo braccio destro. Dulmacher poi la lascia riposare, dicendole prima che non sono riusciti a trovare un occhio il cui colore si abbinasse a quello vecchio; rimasta sola, Fish si toglie la benda dalla ferita e scopre sorpresa che ora ha un nuovo occhio color blu intenso. Intanto l'assenza prolungata di Mooney fa nascere dei sospetti negli altri prigionieri che ha promesso di aiutare; subito dopo, però, la donna fa ritorno con alcune guardie e chiede che Thomas Schimdt venga rilasciato, dopodiché da' il permesso alle guardie di prelevare alcuni prigionieri per ordine di Dulmacher. Alla reazione furiosa del gruppo, che pensa di essere stato tradito, Fish replica seccamente che aveva detto loro che non tutti sarebbero sopravvissuti, ma che la sua promessa era ancora valida. Dopo aver dato prova di se', il dottore accetta quindi Fish tra i suoi ranghi. Dopodiché spiega a Mooney come mai non sia preoccupato che lei possa tradirlo o fuggirlo, portandola alla finestra: infatti, come la donna scopre con sorpresa, si trovano su un'isola in mezzo al mare.

Come assistente di Dulmacher Fish si comporta normalmente, parlando coi pazienti e fingendo di fare il suo lavoro. Tuttavia, poi, passa al suo vero piano e scassina una serratura per uscire; tuttavia scatta subito un allarme e viene fermata dal gestore che l'avverte che se ne sarebbe pentita se ci avesse riprovato in futuro. Più tardi, nella prigione, Mooney parla con Kelly e afferma di avere un'idea per fuggire. Dopodiché incontra i prigionieri più forti per spiegare loro il suo piano; questi le chiedono perché non vuole portare con sé i prigionieri feriti suoi amici e lei risponde che vuole al suo fianco assassini freddi e determinati. Quando Dulmacher esce dal suo ufficio, Fish entra di soppiatto e ruba un mazzo di chiavi, ma in quella torna il dottore che le punta contro una pistola credendo che volesse scappare o ucciderlo. La donna allora tira fuori un coltello sottratto assieme alle chiavi e mente affermando di essere venuta lì per uccidersi in quanto preferirebbe morire piuttosto che diventare uno dei suoi esperimenti. Il dottore mette quindi via la pistola dicendole però che se avesse provato ancora a fare qualcosa del genere l'avrebbe riportata in vita e trasformata in qualcosa che il mondo non ha mai visto prima. Più tardi Fish guida di nascosto i prigionieri massicci verso l'uscita e ordina loro di prendere la barca mentre lei torna indietro a prendere Kelly. Dopo essere usciti scatta l'allarme che loro ignorano. Tornando nel seminterrato, tuttavia, trova ad attenderla Dulmacher con una verga elettrica di metallo, con la quale vuole punire Mooney; tuttavia i restanti prigionieri sono liberati e aggrediscono il dottore, picchiandolo con violenza prima di fuggire con Fish sull'elicottero. Nel frattempo, i prigionieri massicci vanno verso la barca ma scoprono inorriditi un cancello chiuso a chiave che non si apre con le chiavi date loro da Mooney; infatti la donna li ha giocati usandoli come diversivo, subito dopo gli uomini vengono quindi uccisi dalle guardie del dottore. All'elicottero Mooney riesca a farlo decollare e scappa con gli altri prigionieri, seppure resti ferita da un proiettile.

Ritorno a Gotham e morte[]

3)Con Oswald

Fish combatte contro Oswald.

Fish torna a Gotham con il suo nuovo esercito, per poter diventare nuova regina della città. Appena sbarca a Gotham si imbatte in Selina Kyle, la quale si aggiunge poi al suo esercito assieme ad altri ragazzi di strada e Mooney le da' anche un nuovo look più agguerrito. Fish e la sua banda vanno in un magazzino che funge da rifugio sicuro di Carmine Falcone, quando quest'ultimo, Gordon, Bullock, Oswald e Butch ci si nascondono perché braccati da Maroni. Fish li cattura e lega Gordon, Falcone e Oswald, lasciando liberi Bullock e Butch in quanto non ce l'ha con loro. Poi cerca di ricongiungersi con Gilzean, sebbene l'uomo non sia lucido mentalmente perché condizionato da Zsasz per ordine di Falcone affinché seguisse tutti gli ordini di Oswald. La donna minaccia di morte lenta e dolorosa Falcone e Cobblepot, mentre a Gordon ne concederà una rapida e indolore. Poi chiama Maroni e fa un accordo con lui per consegnargli Falcone in cambio della restituzione dei suoi territori. La sera il boss mafioso giunge sul posto ma comincia a prendere in giro Fish affermando che è una "seconda in comando" e chiamandola "bambola" finché Mooney, furiosa, gli spara in testa uccidendolo. Subito dopo si genera una sparatoria; i prigionieri si liberano e scappano, ma Falcone, Gordon e Bullock vengono subito ripresi da Selina che li riporta da Fish. In quella giunge Oswald che li salva uccidendo con un mitragliatore la banda di Mooney, tranne Selina che scappa subito via. Fish scappa così sulla cima del magazzino inseguita da Cobblepot e i due ingaggiano un combattimento. Interviene poi Butch, il quale però non riesce a decidersi a chi sparare, così ferisce entrambi. Subito dopo corre da Mooney e si scusa, ma la donna lo perdona; tuttavia Oswald, ripresosi, stende Gilzean e si getta su Fish, spingendola giù dal tetto nel mare sottostante.

Resurrezione[]

Dopo la sua morte il corpo di Fish viene recuperato e, in qualche modo, inviato nei laboratori della Indian Hill dove viene conservato per essere sottoposto agli esperimenti di Hugo Strange. Quando Theo Galavan viene ucciso da Oswald e Gordon il suo cadavere viene portato all'obitorio dell'Indian Hill, proprio nella stessa stanza in cui è conservato quello di Mooney.

Fish, etichettata come Paziente numero 13, viene successivamente riportata in vita da Strange mischiando il suo DNA con quello di seppia. Mooney dimostra di conservare intatti tutti i suoi ricordi, spingendo il dottore a conservare la notizia dalla Corte dei Gufi quando lo contattano per sapere i suoi progressi di rianimazione dei morti. Poi gli ordinano di trasportare tutto in una struttura a nord e distruggere Indian Hill. Quando Fish riceve cibo da un inserviente, scontenta per il piatto, lo afferra per un braccio ordinandogli di portare un toast con formaggio grigliato. Tramite il contatto fisico riesce in qualche modo a piegarlo ai suoi ordini, così l'uomo obbedisce, sorprendendo la donna che prende consapevolezza dei suoi nuovi poteri.

4)Poteri

Fish scopre i suoi nuovi poteri.

Dopo tale episodio, Fish concentra la sua attenzione a ideare un piano per evadere dalla struttura. Pertanto requisisce un autobus contenente alcuni mostri di Indian Hill per trasferirli nella nuova struttura. Durante la fuga per le strade, il veicolo viene fatto deragliare da Oswald, Butch e i suoi scagnozzi, i quali credono che al suo interno ci sia Strange. Mooney li sorprende comparendo davanti a loro, poi usa il suo potere e fa svenire Oswald, mentre Butch e i suoi uomini fuggono impauriti. Poi Fish se ne va, lasciando che una senzatetto apra il bus facendo uscire senza volerlo i mostri al suo interno.

Cacciata da Pinguino[]

5)Con Selina

Fish lavora nuovamente con Selina.

Dopo la sua fuga,Mooney si nasconde per sei mesi. Si riconcilia con Selina e forma una nuova versione della sua banda, questa volta usando come scagnozzi i mostri di Indian Hill. Questi si sono accorti che più utilizzano i loro poteri più la loro forza vitale si esaurisce, quindi sono in cerca di una cura. Un gruppo capitanato da Fish va così a rapinare una fabbrica di farmaci e Gordon (che ora opera come cacciatore di taglie) cerca di catturare Mooney, ma gli altri esperimenti le permettono di scappare. Volendo raccogliere la ricompensa che pende dalla testa della donna per la sua cattura, Gordon rintraccia l'ex assistente di Strange, Ethel Peabody, per attirare Fish lì sapendo che l'avrebbe cercata e per farlo non esita a sfruttare l'intrepida giornalista Valerie Vale. Infatti la banda di Fish arriva all'ubicazione e Gordon riesce a catturare uno di loro, ma il piano va a rotoli in quanto riescono a portare via Peabody. Quest'ultima viene portata al cospetto di Mooney, la quale le chiede la posizione di Strange nella speranza che possa guarire i suoi effetti collaterali per creare un esercito di mostri come lei per conquistare Gotham. Poiché Peabody non sa dire dove Strange sia stato incarcerato dopo il suo arresto, Mooney ordina a uno dei metaumani, Matv, di usare il suo potere contro di lei, ovvero quello di drenare la giovinezza e invecchiare fino alla morte la persona con cui entra in contatto, così Ethel viene uccisa. In quel momento una ragazzina di nome Ivy Pepper (un'amica di Selina) viene portata da Fish in quanto sorpresa a ficcare il naso in giro. Selina cerca di rassicurare Mooney che Ivy è con lei, ma la ragazzina si spaventa e minaccia di raccontare in giro di loro. Fish ordina quindi che venga uccisa, e Ivy cerca di scappare con l'aiuto di Selina. Tuttavia viene afferrata momentaneamente da Marv e cade in un condotto fognario perdendosi nella corrente, per disperazione di Selina.

In seguito a un combattimento con il GCPD, Fish fa rapire dai metaumani Sid e Nancy Bullock, che caricano su un furgone dove lei lo aspetta. Dopo che Harvey l'avverte che un sacco di persone la vogliono prendere, Fish lo bacia per metterlo sotto il suo controllo e far sì che la porti da Strange. Arrivati, Mooney si incontra con il dottore e gli dice che vuole che l'aggiusti e le crei un esercito. Quando la polizia si avvicina, Fish gli dice di pensarci su riguardo alla sua richiesta. Dopodiché la donna chiama il capitano Nathaniel Barnes e l'avverte che ucciderà Bullock se qualcuno si avvicinerà a venti piedi da lei, trasformando la situazione in una crisi di ostaggi. La notizia viene anche sentita in tv da Oswald e Butch; Strange afferma a Fish che lei è la prima di una nuova generazione di metaumani. La discussione viene interrotta quando compaiono Oswald e Butch che guidano una folla inferocita contro il rifugio e contro la crisi degli ostaggi. Gordon viene catturato da Nancy e Sid e Fish ordina loro di portarglielo. Jim afferma che è lì solo per prendere Bullock; Mooney pensa di usare anche lui come ostaggio, ma Gordon afferma che può farla uscire da lì e Fish gli concede due minuti. Quando la folla inferocita riesce a irrompere nel rifugio, Fish e Marv scappano dal retro con Strange, mentre Nancy e Sid trattengono la calca. Gordon, però, aveva in precedenza chiamato Oswald per informarlo della fuga di Fish dal retro, così il giovane li aspetta con una pistola. Cobblepot ordina a Marv di andarsene e poi affronta Mooney. Il ragazzo le chiede come mai non lo abbia ucciso quando era vulnerabile e impotente mesi prima, durante l'episodio del bus, e Fish risponde che non ha potuto farlo perché lo considera una sua creazione, essendo passato dal suo ragazzo portaombrelli a il Pinguino re di Gotham. Lo considera quindi la cosa migliore che abbia mai fatto in vita sua e che è estremamente orgogliosa di lui, pertanto non lo ha ucciso perché è ormai una parte di lui per sempre. Commosso, Oswald sceglie così di lasciare andare Fish e Strange, chiedendo a Mooney di non tornare più a Gotham.

Strange passa diverso tempo a cercare una cura per Fish, riuscendo alla fine a trovare un modo per destabilizzare la sua struttura cellulare ormai degenerata. Il dottore, in seguito, è costretto a lasciare Mooney quando viene convocato a Gotham dai suoi ex datori di lavoro, la Corte dei Gufi.

Ritorno a Gotham[]

Bridgit e Victor

Fries e Bridgit proteggono Fish.

Diverso tempo dopo una guerra tra Edward Nygma e Oswald si conclude quando Edward e i suoi alleati, Barbara Kean, Tabitha Galavan e Butch, irrompono nel nascondiglio di Cobblepot e lo catturano. Prima che possano torturarlo e ucciderlo, però, si sentono dei rumori dall'esterno e, con grande stupore dei presenti, fa il suo ingresso Fish accompagnata da due guardie pesantemente armate. Mooney afferma sarcasticamente che le cose sembrano andare bene. Poi, ignorando Edward e il suo gruppo, salva Oswald prendendolo con se' e dice ironicamente al resto dei presenti di continuare quello che stavano facendo.

Dopo tale avvenimento, Fish si dirige con i suoi scagnozzi alla stazione ferroviaria di Gotham per prelevare Hugo Strange, che sta progettando di lasciare la città dopo lo spargimento del virus di Tetch. Mooney dice a Strange che sa che lui possiede ancora della dose del virus nascosto e che l'avrebbe consegnato a lei per poterle dare l'esercito che le aveva promesso. Mentre se ne stanno andando, il gruppo finisce in un'imboscata di Gordon e Bullock che vogliono anche loro Strange; Fish capisce che il dottore possiede un antidoto al virus e che è l'unico a conoscerlo. La donna dice quindi che non può consegnare loro Strange. Gordon, il quale è infetto del virus di Tetch, mira con la pistola per ucciderla ma viene fermato da Victor Fries, che è giunto a sorpresa per dare manforte a Fish. Quest'ultima chiede ridendo a Gordon se pensava davvero che fosse andata in città senza rinforzi. Poi ordina a Fries di congelarli, ma il detective strappa una tubatura dell'acqua affinché lo spruzzo si congeli al posto loro. In questo modo si crea però un solido muro tra le due parti; guardandoci attraverso, Mooney afferma che adesso che Gordon è infetto riesce a vedere in lui il "vero" Jim Gordon e afferma con sarcasmo che è bello poterlo finalmente conoscerlo. Dopodiché ride e se ne va con i suoi uomini.

Morte finale[]

Fish lascia che Oswald interroghi Strange per sapere dove si trovi la cura. Poi la donna, accompagnata dai suoi uomini e Cobblepot, segue il dottore sul luogo dove gli viene consegnato l'antidoto. La donna si rivolge allora a Oswald e dichiara che loro due avrebbero regnato assieme su Gotham. Oswald risponde di sì ma che prima si sarebbe dovuto occupare di Edward e Fish conferma che tutti coloro che si sarebbero parati sulla loro strada sarebbero morti. Quando si girano per andarsene, però, scoprono che gli scagnozzi che hanno lasciato fuori dal laboratorio sono stati uccisi. Fish ordina agli assalitori di liberarsi e un gruppo di ninja cadono dal soffitto, chiedendo la cura. Mooney dice a Firefly e Fries di occuparsi di loro e i due scagliano le loro armi contro gli uomini. Mentre Fish osserva la scena, improvvisamente arrivano anche Gordon e Bullock. Alimentato dall'odio che il virus scatena dentro di lui, Gordon si unisce al combattimento e attacca e uccide molti dei ninja. Tuttavia, anche dopo averli eliminati, non si ferma e infilza con la spada la persona successiva che incontra voltandosi, ovvero Fish. Quando il coltello le trapassa il torso, la donna lascia cadere a terra l'antidoto per il dolore, frantumandolo. Gordon realizza lentamente quello che ha fatto e Fish, scioccata, lo definisce un pazzo prima di crollare al suolo. Oswald subito le si precipita accanto, affermando spaventato che l'avrebbero curata, ma Mooney afferma di essere morta abbastanza volte per sapere quando è davvero finita. Infine, la donna chiede al ragazzo di rendere Gotham sua oppure di bruciarla e distruggerla prima di morire tra le sue braccia questa volta definitivamente.

Eredità[]

Anche dopo la sua morte definitiva, Fish viene comunque ricordata come uno dei criminali più potenti e temuti di Gotham; quando Gordon vuole provocare Lazlo Valentin, gli dice che sarà sempre secondo a figure che, invece, sono rimaste al potere per molto tempo, facendo riferimento anche a Mooney.

Personalità[]

Per la maggior parte, Fish Mooney è una donna calma con un atteggiamento equilibrato e un'aura quasi materna con cui tratta i suoi scagnozzi più leali come Butch. Tuttavia, se provocata, Mooney ha più volte dimostrato un carattere vizioso e incontrollabile con una vena ancora più violenta e sadica del solito.

Usando astuzia, spregiudicatezza e anche il suo fascino femminile, Fish ha un carattere estremamente ambizioso che la portano a voler stare a tutti i costi al centro del potere, che si tratti della posizione di Falcone nelle attività criminali di Gotham o come leader dei prigionieri di Dolmaker; non esita a uccidere chiunque le si metta davanti per ottenere ciò che vuole.

Nonostante la sua alta intelligenza, Fish ha anche un atteggiamento spesso impulsivo che, combinato con il suo temperamento volatile, spesso può influenzare il progresso dei suoi piani o posizioni. Spesso si dimostra incline a conservare rancore e non dimentica mai se qualcuno le manca di rispetto per fargliela pagare. In particolare, odia essere sminuita come signore del crimine, soprattutto da un uomo, a causa del suo apparente odio generale per tale sesso: esempi sono Mace e Maroni, che ha ucciso subito non appena si sono riferiti a lei con aggettivi sessisti o oggettivanti.

L'incidente con Dolmaker ha anche mostrato Fish come una donna determinata e volitiva; senza l'aiuto dei suoi scagnozzi e privata del suo impero criminale, ha fatto affidamento al suo spirito e alla sua volontà per sopravvivere, per poi tornare a Gotham per riprendersi i suoi territori con Maroni e difendere ciò che suo in un combattimento all'ultimo sangue contro Oswald. Nonostante la sua iniziale stoica rivalità con quest'ultima, si dimostra alla fine molto orgogliosa per la sua trasformazione nel "Pinguino" tanto da non riuscire a ucciderlo pur avendone l'occasione, poiché lo considera la miglior cosa che abbia mai fatto in vita sua.

Aspetto fisico[]

Fish è una donna di media statura, con capelli corti dalla frangia appuntita sulla fronte e la punta dei capelli tinta di rosso. Indossa tacchi molto alti oppure stivali che la fanno apparire più alta, insieme a orecchini pendenti, vestiti solitamente costosi ed eleganti, ombretto scintillante generalmente dorato e ciglia molto lunghe e spesse. Dopo che si è cavata l'occhio sinistro, Dulmaker glielo ha sostituito con uno blu elettrico, rendendo quindi i suoi occhi bicolori.

Poteri e abilità[]

Poteri[]

Controllo della mente: Dopo essere stata riportata in vita, Fish ha sviluppato l'abilità di piegare la volontà di una persona alla propria tramite il contatto fisico.

Debolezze[]

Degenerazione cellulare: Ogni volta che Mooney utilizza il suo potere, il suo DNA si deteriora poiché il suo corpo rigetta le nuove cellule. Tale danno può essere evitato se Fish non usasse il suo potere. Successivamente Strange la guarì con dei metodi sconosciuti.

Apparizioni[]

Prima stagione[]

Seconda stagione[]

Terza stagione[]

Quarta stagione[]

Quinta stagione[]

  • They Did What? (menzionata)

Libri[]

Curiosità[]

  • Fish Mooney è un personaggio creato esclusivamente per la serie, per approfondire la storia di Oswald Cobblepot, pertanto è assente nei fumetti originali di Batman.
  • L'attrice che interpreta Fish, Jada Pinkett-Smith, è sposata con l'attore Will Smith che ha interpretato il villain Deadshot nel film del 2016 Suicide Squad; anche quest'ultimo è un criminale risedente a Gotham City.
  • Pinkett-Smith si è ispirata per il personaggio a Norma Desmond, del film del 1950 Viale del tramonto e Griselda Blanco, signora della droga veramente esistita.
  • Nel libro non canonico Gotham: Dawn of Darkness viene detto che il soprannome "Fish" deriva dal fatto che riesca a "vedere" in tutte le direzioni, come fa un pesce.
  • Fish presenta diverse similitudini con Barbara Kean:
    • Entrambe le donne hanno tentato di rovesciare e prendere il posto del signore del crimine di Gotham, Falcone nel caso di Mooney e Oswald nel caso di Barbara.
    • Entrambe le donne sono state uccise dalle persone con cui hanno lavorato in precedenza (Oswald per Fish e Tabitha Galavan per Barbara) e, dopo essere tornate in vita, si sono alleate con loro.
    • Entrambe le donne erano proprietarie di un locale che, in seguito, è stato preso in gestione da Oswald (il Mooney's e il The Sirens).
    • Entrambe sono mortali nemiche di Oswald, sebbene Fish sia poi diventata sua alleata e Barbara si è ritrovata spesso a collaborare con lui.
    • Entrambe le donne possedevano poteri che coinvolgevano l'illuminazione delle mani, per Fish il potere di controllare le persone e per Barbara quello della Testa del Demone. Inoltre, entrambe hanno dovuto rinunciare al loro potere per salvarsi la vita, Fish perché il troppo utilizzo l'avrebbe portata alla morte e Barbara perché, altrimenti, sarebbe stata uccisa con Tabitha da Ra's Al Ghul.
Advertisement