DC Comics Wiki
Advertisement
DC Comics Wiki

Gotham: Dawn of Darkness è un romanzo di Gotham scritto da Jason Starr, ambientato due mesi prima dell'inizio della serie. E' stato rilasciato il 31 gennaio 2017, pubblicato da Titan Books. E' il primo romanzo tratto dallo spettacolo insieme a Gotham: City of Monsters, anch'esso di Jason Starr.

Sinossi[]

Un'irruzione a Villa Wayne. La morte di un intruso mascherato. Tra il ribollire del crimine e della corruzione di Gotham City, Thomas Wayne combatte per proteggere la propria famiglia e la propria compagnia da minacce sconosciute. Mentre il detective Harvey Bullock indaga sull'incidente etichettato come un semplice furto, Wayne scopre che la minaccia potrebbe provenire dal suo oscuro passato.

Trama[]

Capitolo 1[]

Alle 2.00 del mattino Thomas Wayne si trova nel suo rifugio sotterraneo e realizza lentamente di sentire strani rumori provenire dal suo studio. Dopo una breve chiamata al GCPD, si arma con una pistola e sale al piano di sopra, trovando il suo ufficio saccheggiato e, nell'atrio, tre uomini vestiti con maschere da Halloween. Dopo una piccola sparatoria riesce a mettere in fuga due intrusi e ferire gravemente il terzo che tenta di sparargli quando abbassa la guardia, ma viene salvato da Alfred Pennyworth che uccide l'uomo.

Capitolo 2[]

Prima dell'alba Harvey Bullock e la sua nuova partner Amanda Wong arrivano a Villa Wayne per indagare sull'accaduto e Harvey viene rimproverato da Amanda per aver tentato di flirtare con Lacey White, giornalista giunta sul posto per informarsi sulle voci che circolano sulla rapina. Dopo una lunga conversazione con i coniugi Wayne (durante il quale Harvey nota la bellezza di Martha e che Alfred ha servito come cecchino) i detective si allontanano dalla scena, notando che lo schema non combacia con quello dei recenti furti d'arte avvenuti a Gotham.

Capitolo 3[]

A mezzogiorno si inizia a lavorare per riparare il danno causato dalla rapina. Thomas chiede ad Alfred le condizioni di Nigel, la guardia ai cancelli di Villa Wayne, che è stato messo fuori combattimento e ora si trova all'ospedale. Thomas ipotizza che possa essere coinvolto, facendo arrabbiare Alfred per la sua precedente collaborazione con Nigel. Successivamente Thomas ha una discussione con il figlio Bruce Wayne per la sua reazione agli eventi. Il ragazzino ribadisce il suo fascino per i mostri come manifestato attraverso il personaggio di Grendel da Bewolf, parlando con crescente rabbia delle ingiustizie e di come i criminali devono essere puniti. Bruce conclude quindi di preferire le materie di matematica e scienze alla letteratura a scuola, dato che si può trovare una vera soluzione con le prime due mentre non esiste una soluzione semplice per l'ultima. Prima di essere congedato, chiede ancora una volta il permesso di prendere lezioni di boxe da Alfred ma Martha rifiuta. La donna fa notare poi la possibilità che la rapina fosse un lavoro interno, dando un'idea a Thomas.

Capitolo 4[]

Lo stesso pomeriggio, al GCPD, Harvey e Amanda si dirigono al Dipartimento di medicina legale per trovare altre risposte sull'uomo ucciso da Alfred. Edward Nygma spiega rapidamente il background dell'intruso dopo un enigma relativo al suo nome: Byron Stone, ex detenuto del Penitenziario di Blackgate rilasciato solo due settimane prima. Harvey ricorda come è stato arrestato e che ha lavorato liberamente per diverse fazioni criminali tra cui quelle di Carmine Falcone e Sal Maroni.

Capitolo 5[]

Thomas recluta i servizi di Frank Collins, ex poliziotto del GCPD ora diventato detective privato, mantenuto da Thomas negli ultimi dieci anni come aiuto per tenere Hugo Strange e le sue macchinazioni sotto controllo. Thomas ricorda gli anni difficili in cui permise a Strange di operare senza controllo, in seguito ai quali finanziò le varie vittime degli esperimenti di Strange che gradualmente morirono o scomparvero. Frank fa notare che Thomas dovrebbe controllare Karen Jennings, unica sopravvissuta ancora in vita degli esperimenti di Pinewood Farms. Thomas è d'accordo e, dopo una breve discussione sull'irruzione, torna a casa. Tuttavia, dopo aver tentato senza successo di contattare Karen diverse volte, si dirige invece al suo nascondiglio.

Curiosità[]

  • Anche se la serie è un prequel ambientata poco tempo prima l'inizio della serie, sono presenti diversi problemi di continuità o incongruenze emersi anche negli episodi successivi la sua pubblicazione.
    • Nel libro è menzionato che l'Arkham Asylum è attivo e ospita e accoglie diversi pazienti, ma nella serie è chiuso da circa un decennio e riapre solo dall'episodio 'Harvey Dent'.
    • Nel libro Bruce incontra brevemente Jerome Valeska in una visita al circo con i suoi genitori, ma nella serie nulla indica che i due si sono incontrati prima della puntata 'L'ultima risata'.
    • Nel libro si racconta che Alfred ha incontrato Bruce e Martha per la prima volta prima che Bruce compisse due anni; ciò è in contraddizione con l'episodio 'La testa del Demone' in cui si presume dal racconto di Alfred che servisse i Wayne da prima della nascita di Bruce e che era presente quando Thomas e Martha portarono Bruce a Villa Wayne.
    • E' menzionato nel libro che Alfred ha incontrato Thomas per la prima volta in Libia mentre lavorava per un esercito privato in Medio Oriente dove Thomas serviva come finanziere. Tuttavia, nell'episodio 'Una modesta proposta', Alfred racconta a Bruce i dettagli del suo primo incontro con Thomas a Londra due mesi dopo aver lasciato l'esercito, mentre Thomas stava ancora facendo i lavori post laurea.
    • Il libro indica che Bruce e la sua famiglia hanno finito di guardare il film prima di lasciare il teatro, ma l'episodio Ace Chemicals rivela che la famiglia è uscita ben prima del termine dello spettacolo, dato che Bruce è rimasto estremamente spaventato da una certa scena.
  • Il libro presenta numerosi riferimenti e somiglianze con il romanzo precedente di Jason Starr, Nothing Personal ("Niente di Personale")
  • Jason Starr ha collaborato con gli scrittori di Gotham durante la lavorazione al libro.
Advertisement