DC Comics Wiki
Advertisement
DC Comics Wiki

"L'ombrello del Pinguino" è il settimo episodio della prima stagione di Gotham. E' andato per la prima volta in onda il 3 novembre 2014.

Sinossi[]

Mentre la violenza tra Falcone e Maroni continua ad aumentare, Oswald rivela una nuova componente della sua strategia manipolativa, costringendo Gordon ad affrontare le conseguenze della sua scelta di risparmiargli la vita.

Trama[]

Fish Mooney scopre che Oswald Cobblepot è ancora vivo e, furibonda, ordina a Butch di portarle Gordon vivo.

Al GCPD Gordon si trova negli spogliatoi, tentando di chiamare Barbara sul suo cellulare, ma viene costretto a staccarsi dal telefono quando Bullock gli dà un pugno e minaccia con la pistola, sperando di placare Don Falcone uccidendo Gordon. Jim ammette di aver sbagliato, ma ha un piano per risolvere la situazione e chiede l'aiuto di Bullock. Harvey rifiuta, sostenendo che sono entrambi morti.

Gordon va all'attico di Barbara dove la donna è tenuta prigioniera da Butch e un altro uomo armato. Gordon li sconfigge rapidamente, poi porta Barbara alla stazione degli autobus e la supplica di lasciare la città per qualche giorno. Nonostante vorrebbe restare accanto a lui, la donna finisce per accettare con riluttanza.

Più tardi, Gordon ritorna al GCPD lasciando tutti allibiti e inizia a lavorare chiedendo ad Alvarez diversi mandati di arresto in bianco firmati dal giudice Bam Bam.

Falcone incontra Fish e Nikolai ad un magazzino; entrambi i sottoposti sostengono che consentire a Cobblepot di rimanere in vita sarebbe un segno di debolezza, ma Falcone non sembra preoccupato e si limita a permettere a Fish di chiedere a Maroni con le buone di consegnare Cobblepot, inviando il sicario Victor Zsasz a recuperare Gordon.

Mentre si allontanano, Fish e Nikolai discutono dello strano comportamento tranquillo di Falcone, come se sapesse qualcosa che loro ignorano.

Il Capitano Essen chiede a Jim cosa stia facendo in ufficio, sapendo che Falcone lo cercherà. Jim la informa che ha dei mandati per gli arresti del sindaco James e Falcone, per ostacolo della giustizia nel caso di omicidio dei Wayne. La Essen cerca di dissuaderlo spiegandogli che nessuno in città vorrà sostenerlo, inclusa lei dato che ha una famiglia da proteggere. Lo invita poi a lasciare la città, ma Jim rifiuta.

Nel frattempo Zsasz e due assistenti femminili arrivano al GCPD in cerca di Gordon. Quest'ultimo esce dall'ufficio della Essen e rifiuta di incontrarsi con Falcone, al che Zsasz ordina a tutti i poliziotti di andarsene, cosa che fanno per evitare problemi con la mafia. Solo la Essen esita, finendo poi per farlo su richiesta di Jim. Inizia quindi una sparatoria tra Zsasz e le sue assistenti e Gordon, il quale resta ferito ma riesce a scappare in un parcheggio. Quando stanno per prenderlo, arrivano Montoya e Allen che lo caricano su un'auto e scappano. Zsasz uccide una poliziotta ferita che, arrivando sulla scena, lo aveva distratto a sufficienza per permettere a Jim di fuggire.

Gordon si sveglia all'Università di medicina di Gotham dove è curato dalla dottoressa Thawson, amica di Montoya e Allen poiché gli uomini di Falcone controlleranno negli ospedali per cercarlo.

Da Bamonte, Fish incontra Maroni per chiedergli di restituirgli Oswald. Il mafioso rifiuta, limitandosi a chiedere a Oswald di "fare le sue sincere scuse" a Mooney nel caso l'avesse offesa, al che la donna promette che ci sarà uno spargimento di sangue.

Butch dirotta un camion appartenente a Maroni, che trasporta armi illegali del valore di milioni. Maroni è furioso per l'accaduto e Oswald suggerisce una ritorsione appropriata contro Falcone.

Gordon, Montoya e Allen si dirigono a Villa Wayne. Mentre Allen va in casa, Montoya si scusa con Gordon per aver sospettato di lui, ammettendo che i suoi sentimenti per Barbara potrebbero aver offuscato il suo giudizio più di quanto credesse, ma ora che sa che Gordon è un poliziotto onesto è contenta che siano dalla stessa parte. Subito dopo Allen appare accanto alla macchina, trattenuto da Alfred che voleva verificare l'affermazione di Allen di essere amico di Gordon.

All'interno del maniero, Gordon dice a Bruce di essere in pericolo, ma vuole assicurare a Bruce che, se gli dovesse succedere qualcosa, Montoya e Allen proseguiranno le indagini sugli omicidi di Wayne al posto suo; Gordon afferma di aver detto agli investigatori tutto ciò che sa sul caso e ritiene che siano affidabili al 100%. Sconvolto, Bruce abbraccia Gordon prima che se ne vada.

Gli uomini di Maroni, guidati da Frankie Carbone, attaccano uno dei magazzini di Falcone uccidendo Nikolai nel processo e rubando una piccola fortuna in armi e denaro. Oswald, che ha accompagnato l'assalto, è lieto che il suo piano abbia funzionato, ma Carbone gli dice che che Maroni potrebbe non essere abbastanza intelligente da accorgersi che lo sta manipolando ma lui lo è, motivo per cui ha intenzione di ucciderlo riferendo a Maroni che è la morte è avvenuta durante l'assalto. Cobblepot non è affatto preoccupato, subito dopo Carbone resta sbalordito quando i suoi stessi uomini si rivoltano contro di lui afferrandolo e disarmandolo. Pinguino spiega che il problema di Carbone è che ama troppo i soldi, pertanto non paga abbastanza i propri uomini, e tutto ciò che ha dovuto fare per portarli dalla sua parte è stato offrire loro un aumento. Dopodiché, uccide Carbone pugnalandolo più volte allo stomaco.

Falcone e Maroni decidono di incontrarsi al porto per appianare le loro differenze. Si offrono le reciproche condoglianze per le morti di Nikolai e Carbone, poi Falcone propone una tregua permettendo a Maroni di tenere Cobblepot in cambio di un magazzino di Maroni sul fiume. Pinguino sussurra all'orecchio di Maroni e Maroni rilancia l'offerta dando invece a Falcone il sito di smaltimento dei rifiuti di Indian Hill. Quella notte, Gordon si nasconde nell'attico di Barbara mentre prepara un piccolo arsenale con cui svolgere la sua missione suicida per arrestare Falcone. Con sua sorpresa riceve una visita da Bullock un po' ubriaco, che, dopo aver deciso di essere morto in ogni caso, accetta di uscire in un tripudio di gloria aiutando Gordon nella sua causa.

La mattina dopo, i due detective intercettano il sindaco James nella sua limousine e gli consegnano il mandato di arresto, prima di usare lui e la limousine come copertura per guidare sul terreno del Maniero Falcone senza essere fermati.

Gordon e Bullock entrano nella villa e tengono sotto tiro Falcone e le sue guardie del corpo dichiarandolo in arresto. Falcone non si preoccupa e dice a Gordon che si sbaglia tristemente sulla situazione, ovvero che è venuto contro di lui perché crede di non avere nulla da perdere ma si sbaglia: Barbara non ha mai lasciato la città, è venuta direttamente a Falcone per chiedergli di risparmiare la vita di Gordon e ora è tenuta prigioniera lì da Zsasz. Gordon non gli crede, ma Falcone gli fa notare che, se intende continuare e arrestarlo, condannerà Barbara a morte.

A malincuore, Gordon abbassa la pistola e Falcone chiede a Zsasz di portare Barbara nella stanza, mentre il sindaco James se ne va.

Falcone dice che, per averlo minacciato, Gordon e Bullock dovrebbero morire, ma decide di non farlo sostenendo che Gotham ha bisogno di agenti di polizia con coraggio e integrità come loro. Falcone ammette che si tratta di un dilemma, ma il fatto che Gordon si è fidato delle sue parole quando ha detto di avere Barbara prigioniera è un inizio incoraggiante e li lascia andare.

Più tardi, Falcone prova i muffin che Liza ha preparato per lui, ed esce fuori sotto la pioggia per visitare le sue galline. Oswald arriva e Falcone è lieto di vederlo, affermando stesse proprio pensando al giorno in cui si sono incontrati per la prima volta:

Tramite un flashback (prima della conclusione del primo episodio), si scopre che Falcone affrontò Oswald dopo che è stato condannato a morire per aver fatto la spia all'Unità Grandi Crimini, chiedendogli se avesse ultime parole o richieste. Cobblepot ne aveva una sola: che Falcone affidasse il compito di ucciderlo a Gordon, l'unico uomo che potrebbe essere persuaso a risparmiargli la vita. Falcone chiese perché avrebbe dovuto acconsentire a ciò, e Cobblepot gli disse che, se la sua vita fosse stata risparmiata, allora sarebbe stato la spia di Falcone per la vita, spiando i suoi nemici. A riprova del suo valore, Oswald gli svelò che Fish e Nikolai fingono solo di odiarsi a vicenda, quando in realtà sono amanti e pianificano la caduta di Falcone. Falcone riconobbe il valore di tale informazione e accettò la richiesta di Oswald.

Nel presente, Falcone è contento che tutto sia andato esattamente come previsto da Oswald; Gordon gli ha risparmiato la vita, ora è saldamente collocato nell'organizzazione di Maroni e ha persino fornito un modo perfetto per sbarazzarsi di Nikolai. Tuttavia, Falcone afferma di avere ancora dubbi sul lasciare vivere Gordon; lo ha fatto solo per richiesta di Oswald. Cobblepot lo ringrazia per aver risparmiato Gordon, assicurando a Falcone che presto Jim passerà dalla loro parte.

Cast[]

Principale[]

Guest[]

Curiosità[]

  • E' l'episodio di debutto di Victor Zsasz, che ricoprirà un ruolo ricorrente per tutte le cinque stagioni della serie.
  • Gordon dice a Barbara di "non tornare più a Gotham" se non dovesse sentirlo nei prossimi giorni, in riferimento a quanto detto a Oswald nella prima puntata.
Advertisement