DC Comics Wiki
Advertisement
DC Comics Wiki

La guerra tra bande Falcone – Maroni è stato un sanguinoso conflitto tra la Famiglia criminale Falcone e la Famiglia criminale Maroni per il controllo di Gotham City.

La guerra[]

L'inizio[]

Mentre Sal Maroni, Tommy Bones e alcuni dei suoi uomini erano nel locale di Lidia, il killer Connor (assunto da Oswald Cobblepot) arriva e dice a Maroni che è stato inviato da Carmine Falcone per poi tentare di ucciderlo; tuttavia Cobblepot ha segretamente sabotato le armi nascoste appositamente per Connor e i suoi uomini, così gli scagnozzi di Maroni uccidono i criminali. Maroni crede che sia stato Falcone a ingaggiare Connor, così dichiara guerra al suo rivale.

Il conflitto[]

Maroni e i suoi subalterni distruggono molte attività di Falcone per la città, indebolendo significativamente il boss mafioso. Maroni stesso si presenta in alcuni dei posti e uccide diversi uomini di Falcone con un fucile a canne mozze.

Attacco a Falcone[]

Mentre stava controllando le sue preziose galline, Falcone viene ferito da due sicari che cercano di colpirlo con un lanciarazzi e quindi portato in ospedale. Poco dopo si scopre che al municipio hanno dato a Maroni via libera per uccidere e rimpiazzare Falcone. Jim Gordon, però, è in disaccordo con questa idea sostenendo che Maroni sia un giovane "testa calda" e che avrebbe creato più male di quanto abbia mai fatto Falcone. Oswald e Butch Gilzean entrano nella stanza di Falcone per assassinarlo, ma vengono fermati in tempo da Gordon giunto sul posto. Tommy Bones e alcuni scagnozzi di Maroni arrivano poi in ospedale per porre fine alla vita del Don, ma ne segue una sparatoria in cui molti degli assalitori vengono uccisi da Gordon; subito dopo Falcone, Oswald e Butch vengono trasportati da Gordon e Harvey Bullock in un magazzino di proprietà di Falcone.

Battaglia finale[]

Dopo che il gruppo è appena entrato nel magazzino, si rivela la Gang di Fish Mooney che li cattura e chiama Don Maroni per informarlo. Dopo una discussione in cui Maroni prende in giro Fish per l'esultanza della presunta vittoria, Mooney spara e uccide Maroni, causando quindi una sparatoria tra la banda di Fish e quella di Maroni. Il gruppo di Mooney vince e intrappola nuovamente Gordon, Bullock e Falcone che erano riusciti a scappare nella confusione. In quel momento giunge però in loro soccorso Oswald che uccide tutti i criminali con un mitragliatore, eliminando poi l'ultimo sopravvissuto con una pistola. Fish riesce a scappare e Oswald la insegue sul tetto; dopo un breve combattimento Cobblepot ha la meglio, uccidendo Mooney scaraventandola in mare e concludendo la guerra. Esultante, il giovane si proclama quindi "Re di Gotham".

Conseguenze[]

Oswald diventa il sovrano della malavita di Gotham, prendendo possesso dei territori di Falcone e Maroni; il primo, ormai troppo vecchio, sceglie infatti di ritirarsi dal crimine e lasciare Gotham.

Tre anni dopo Sofia Falcone, figlia di Carmine, prende il sopravvento sconfiggendo Oswald e uccidendo il padre. Tuttavia, pochi mesi dopo, Leslie Thompkins spara in testa a Sofia mandandola in coma.

Partecipanti[]

Famiglia criminale Falcone[]

Famiglia criminale Maroni[]

Gang di Fish Mooney[]

Gang di Oswald Cobblepot[]

GCPD[]

Vittime riconosciute[]

Apparizioni[]

Prima stagione[]

Seconda stagione[]

Advertisement