DC Comics Wiki
Advertisement
DC Comics Wiki

Jonathan Crane è un giovane criminale psicopatico e anarchico. E' figlio dei compianti Gerald e Karen Crane; quando era un bambino sua madre morì in un incendio scatenatosi nella loro casa, facendo sì che suo padre divenne ossessionato all'idea di sconfiggere la paura fino alla sua inevitabile morte in uno scontro con la polizia. Poco prima di essere ucciso, però, Gerald iniettò il siero da lui creato al figlio, causando un sovraccarico di paura nel suo sistema. Pertanto la mente ormai instabile di Jonathan produsse una sorta di fantasma perenne rappresentante la peggior paura del ragazzo, uno spaventapasseri, che lo portò a impazzire totalmente. A causa delle sue condizioni, Jonathan venne trasferito al Gotham Asylum, finché Merton e la sua banda corruppero il direttore per farlo rilasciare e sfruttarlo per fargli ricreare il siero di suo padre e usarlo contro Oswald Cobblepot. Tuttavia, dopo che i criminali lo chiusero in un armadio assieme a uno spaventapasseri, Jonathan passò diverso tempo a faccia a faccia con la sua peggior paura finché scelse di fondersi con essa, indossando il costume nel fantoccio e assumendo l'identità dello "Spaventapasseri". Dopo aver spruzzato con la sua tossina uno dei membri della banda, Jonathan tornò al Gotham Asylum per cercare vendetta contro il direttore e "liberare" gli altri rinchiusi facendoli unire con le loro paure. Il suo piano venne fermato da Jim Gordon, che scoprì come l'acqua annullasse gli effetti del siero di Crane. Jonathan fu quindi arrestato e condotto all'Arkham Asylum, ma evase con i suoi compagni Jerome Valeska e Jervis Tetch. La loro alleanza si evolse in seguito nella Legione degli Orribili, assieme a Oswald Cobblepot, Solomon Grundy, Bridgit Pike e Victor Fries, il cui scopo era portare Gotham City alla follia seguendo un piano di Jerome, mentre agli altri membri della Legione era stato promesso di regnare su quello che restava della città dopo la sua caduta. Pertanto, su richiesta di Jerome, Jonathan sviluppò per lui la mortale tossina esilarante. La Legione si sciolse con la definitiva morte di Jerome e il tradimento di Oswald; in seguito Crane si alleò quindi con il fratello di Jerome, Jeremiah Valeska, utilizzando la sua tossina per far impazzire Bruce Wayne e combattendo contro Selina Kyle per impedirle di rovinare il piano di Jeremiah.

Biografia[]

Passato[]

Jonathan viveva con entrambi i suoi genitori in una casa al di fuori di Gotham. Nonostante non si sappia alcunché della sua infanzia o del rapporto coi genitori, è noto solo che sua madre morì in un incendio quando Jonathan aveva otto anni.

Assistendo suo padre[]

Durante la sua prima apparizione, l'adolescente Jonathan aiuta il padre a uccidere diverse persone con le loro peggiori fobie, sebbene dimostri una certa riluttanza e ripensamenti per le loro azioni. Mentre Gerald si accinge ad annegare Scottie Mullen legata e imbavagliata in una piscina (poiché la sua paura più grande è appunto quella di affogare) ordina al figlio di tornare al parcheggio e pagare il parchimetro. Tuttavia il piano di Gerald per uccidere Scottie fallisce con l'intervento dei poliziotti Jim Gordon e Harvey Bullock, i quali la salvano, nonostante Gerald riesca a fuggire con il figlio.

Trasformazione

La trasformazione di Jonathan.

Usando le ghiandole surrenali prelevate alle sue vittime, Gerald crea un siero che crede possa rimuova ogni paura. Quindi lo usa su se stesso per affrontare la moglie defunta, provando da anni un forte senso di colpa per averla lasciata morire a causa della paura che lo paralizzava. Poiché il siero funziona, Gerald progetta di usarlo su Jonathan per sbarazzarsi anche dalle sue paure ma il ragazzo, terrorizzato, fugge dall'abitazione. Quando il padre cerca di convincerlo, Jonathan replica che gli nessun altro è così condizionato dalla paura come lui, ma Gerald riesce a convincerlo, seppur riluttante, a rientrare in casa, spiegandogli che sta aiutando l'umanità. Più tardi, di sera, Gordon e Bullock rintracciano Gerald; sentendoli bussare alla porta, l'uomo prende il siero e conduce il figlio in un campo dietro la loro casa, dove preleva con la siringa una grande quantità di siero (nonostante il figlio cerchi di convincerlo che è eccessiva) e la inietta a Jonathan; quando il ragazzo alza lo sguardo e vede uno spaventapasseri inizia ad avere delle allucinazioni che gli mostrano il fantoccio prendere vita in maniera mostruosa, facendolo immediatamente urlare di terrore. Nel frattempo Gerald viene ucciso da Gordon e Bullock poiché, non avendo più paura di nulla, apre il fuoco contro di loro costringendoli a ricambiare. Jonathan viene quindi portato in ospedale, dove un dottore spiega a Gordon che il giovane ha ricevuto una dose massiccia di ormoni condensati (in particolare cortisolo e adrenalina) insieme alla tossina della paura che stanno ancora cercando di identificare e la cui combinazione l'ha quasi ucciso. Hanno cercato di determinare se Jonathan abbia subito danni cerebrali, ma i risultati ottenuti non sono mai stati visti prima: gli stessi ormoni si erano logorati con il tempo, ma i loro effetti sembrano persistere; quindi l'attività cerebrale di Jonathan segnala che il ragazzo non è solo spaventato, ma vive in un costante stato di intenso terrore. Quando Gordon chiede se si sarebbe mai ripreso completamente, il medico dice che non possono essere certi che lo farà, dal momento che sarà costretto a vedere la sua peggiore paura in ogni istante della sua vita. Mentre il medico se ne va, Gordon guarda tristemente Jonathan legato e terrorizzato nel suo letto che allucina uno spaventapasseri mostruoso che si aggira furtivo intorno al suo letto fino ad "attaccarlo".

Al Gotham Asylum[]

In un momento non specificato e per ragioni non definite, Jonathan viene inviato al Gotham Asylum. Durante la sua permanenza al manicomio, il ragazzo viene trattato in maniera orribile, non ricevendo alcun trattamento o terapia se non bagni ghiaccianti e, a volte, persino elettroshock. Tre anni dopo, il direttore Reed viene pagato per far rilasciare Jonathan dal manicomio e consegnarlo a Grady Harris e suo cugino Merton, i quali vogliono usare la formula di Crane per mandare dei messaggi a Oswald Cobblepot che ha indetto una licenza per tutti criminali di Gotham per ottenere una parte dei loro profitti.

Diventando lo Spaventapasseri[]

Con Grady

Jonathan spruzza Grady con la sua tossina della paura.

Jonathan, ancora confuso e mentalmente fragile e instabile, porta quindi la banda nella sua casa di famiglia dove estrae gli appunti del padre da un nascondiglio tra le assi del portico; i criminali, quindi, gli ordinano di creare nuovamente il siero della paura. Inizialmente il giovane cerca di rifiutare, affermando di conoscere solo alcuni passaggi degli esperimenti di Gerald, ma la banda non lo ascolta e lo obbliga a eseguire gli ordini, facendolo andare in preda al panico mettendogli davanti un grosso spaventapasseri. Jonathan riesce a replicare la formula e la banda lo usa per colpire una banda. Più tardi, mentre il ragazzo termina di produrre una terza dose che i criminali avrebbero usato per condurre un attacco al nuovo club di Pinguino, l'Iceberg Lounge, chiede educatamente se non potrebbero sbarazzarsi dello spaventapasseri, ma gli uomini lo rinchiudono con il fantoccio in un armadio prima di andarsene. Mentre il giovane supplica di essere liberato, sente una voce che pare provenire proprio dallo spaventapasseri; la sua sanità mentale si spezza definitivamente, così Jonathan fa a pezzi il fantoccio per prenderne i vestiti e indossarli lui stessi con tanto di maschera, assumendo il costume di una sorta di spaventoso spaventapasseri vivente.

Spaventapasseri-0

Jonathan come lo Spaventapasseri.

Quando Grady fa ritorno nella casa dopo il fallimento dell'attacco all'Iceberg Lounge, inizialmente entra nell'abitazione dando ancora ordini a Crane, dicendogli di creare subito altre dosi di tossina della paura per far uscire Merton di prigione, ma nell'aprire l'armadio in cui si trova Jonathan resta confuso nel vederlo in piedi nell'angolo e lo chiama per cognome. Il giovane, nel suo nuovo costume, lo informa che "Jonathan Crane" non è più lì, che ora c'è solo lo Spaventapasseri; quindi si volta e spruzza Grady in faccia con la sua tossina della paura.

Dopo aver legato e vestito Grady come uno spaventapasseri, Jonathan lo lascia appeso fuori dalla casa; poi si dirige al Gotham Asylum dove spruzza Reed con la tossina per vendicarsi degli abusi subiti in quegli anni. Dopodiché sparge la sostanza anche tra gli altri pazienti, facendone una sorta di esercito personale. Quando Gordon arriva sul posto, Jonathan lo riconosce come uno dei detective che uccise suo padre e dopo il fallimento da parte dei detenuti di ucciderlo, lo affronta personalmente spruzzando anche lui con la tossina per spingerlo al suicidio e vendicare la morte di Gerald; il piano fallisce poiché Gordon riesce a superare gli effetti della sostanza e fa partire l'allarme antincendio del manicomio in modo che l'acqua spazzi via la tossina. Nonostante ciò, Jonathan riesce a fuggire.

Alleanza con Valeska e Tetch[]

Con la Legione

Lo Spaventapasseri prepara la sua tossina.

A un certo punto non specificato, Crane viene ricatturato e rinchiuso stavolta all'Arkham Asylum. Durante la sua permanenza riesce a perfezionare nella toilette della sua cella una sorta di liquido esplosivo. Stringe quindi un'alleanza con i compagni prigionieri Jerome Valeska e Jervis Tetch, altri due efferati criminali, e insieme progettano un piano per evadere dal manicomio. Pertanto Tetch ipnotizza alcune guardie e Jonathan usa la sostanza appena creata per distruggere la serratura dalla cella di Jerome; in tal modo, durante il processo, vengono liberati oltre cinquanta di altri detenuti.

Mentre Tetch tiene distratta la polizia di Gotham ipnotizzando numerosi cittadini di Gotham e quasi spingendoli al suicidio, Jerome rintraccia lo zio Zachary Trumble per ottenere delle informazioni. Nel frattempo Jonathan raccoglie i materiali che gli servono per fabbricare la sua tossina della paura e si procura un nuovo costume da Spaventapasseri; anche Jerome si procura nuovi vestiti per se' e Tetch. Intanto, Jervis viene catturato dal GCPD dopo il fallimento del suo piano e fa per essere riportato ad Arkham su un furgone, con una maschera che gli copre la bocca per impedirgli di ipnotizzare altre persone. Tuttavia, nella notte, Jerome e Jonathan appaiono per la gioia di Tetch, dirottando il veicolo. Quando l'autista scende per vedere cosa succede, Crane lo spruzza con la sua tossina inducendolo a urlare e scappare terrorizzato. Dopodiché, Jerome e Jonathan aprono le portiere e Valeska chiede a Tetch se gli piacciono i suoi vestiti nuovi, al che Jervis rispose annuendo con forza. Mentre Crane gli mostra i vestiti e il cilindro che ha preso per lui, Jerome rimuove la maschera dal criminale; poi Jonathan inizia a liberarlo dalle manette affermando che ha un aspetto orrendo e Tetch replica che, comunque, è stato bello battere Gordon con il loro stratagemma, iniziando a ridere. Jerome afferma che ha fatto un ottimo lavoro nel tenere il detective occupato, così lui ha potuto ottenere le informazioni che gli servivano e Crane la sua tossina della paura, quindi tutto sta andando secondo i piani. Jerome declama che non c'è tempo da perdere e che è tempo che partano per giustiziare qualcosa come teste o piedi. Mentre Tetch indossa il suo nuovo cappello a cilindro, Jerome scende dal veicolo chiedendo ai compagni di "reggersi", dopodiché si dirige sul posto di guida esclamando di salire tutti a bordo. Infine, messo in moto il furgone, afferma di "stare arrivando" per qualcuno, ridendo follemente e facendo sparire i tre criminali nella notte.

Con Tetch

Lo Spaventapasseri nel suo nuovo costume.

La Legione degli Orribili[]

Valeska pianifica in seguito di reclutare altri criminali tra i più pericolosi di Gotham per la sua organizzazione terroristica, riunendo quindi, oltre a Tetch e Jonathan, anche Bridgit Pike, Victor Fries e Oswald Cobblepot in una Legione degli Orribili. Jerome organizza un incontro alla dimora di Falcone con disappunto di Oswald, che ha preso il possesso dell'abitazione dopo la caduta di Sofia Falcone. Jerome utilizza i suoi seguaci evasi da Arkham come camerieri affinché servano cibo e bevande agli ospiti, poi da' loro il benvenuto. Dopodiché battezza il loro nuovo gruppo "Legione degli Orribili" e afferma che le domande si sarebbero potute fare alla fine. Valeska spiega che, mentre era ad Arkham, aveva organizzato un piano per trasformare Gotham in un manicomio e che avrebbe avuto bisogno del loro aiuto per metterlo in pratica. Poi ringrazia Oswald per avere fatto la sua parte ospitandoli quel giorno e il giovane risponde in tono sarcastico che si farebbe tutto per un vecchio amico; Jerome prosegue chiedendo a Crane come vadano i progressi per una tossina segreta a cui sta lavorando e dice a Fries che, essendo un uomo di scienza, il suo compito è quello di trovare un grande laboratorio. Tornando a rivolgersi a tutto il gruppo, Jerome spiega che ora tutto ciò di cui avevano bisogno era che Tetch tornasse con alcune importanti informazione, prima di rimproverare aspramente uno dei servitori, Carl, che non stava usando le posate per servire la tavola. A questo punto Bridgit obbietta dicendo che non ha ancora detto come intende conquistare la criminalità organizzata ma Valeska risponde che non è quello il suo obbiettivo, in quanto vuole solo far cadere Gotham in preda alla completa follia, poi gli altri membri del gruppo avrebbero potuto fare quello che volevano per distruggere ulteriormente la città. Anche se Bridgit sembra subito euforica per la proposta, Jerome le spiega che è ancora troppo presto e che manca ancora un'ultima cosa, l'ingrediente essenziale che legherà il tutto assieme. Proprio in quel momento Tetch entra nella stanza e Valeska lo invita a sedersi con loro, sotto lo sguardo incuriosito di Oswald.

Il piano di Jerome consiste nel trovare il fratello Jeremiah Valeska e vendicarsi di lui. Dopo che Jerome e Bridgit perquisiscono le informazioni dalla Wayne Entreprises, il criminale viene messo fuori combattimento e catturato dall'assistente personale di Jeremiah, Ecco. Tuttavia, Jonathan e Tetch seguono Ecco durante il trasporto di Jerome nel bunker del labirinto. Quando Crane e Tetch rintracciano il nascondiglio nel bosco di Gotham, Jervis ipnotizza Ecco affinché li faccia entrare e conduca attraverso il labirinto fino al bunker. Mentre Crane va a liberare Jerome, Tetch ed Ecco si dirigono nel nascondiglio di Jeremiah al centro del labirinto, ripresi dalle telecamere installate nel labirinto. Tetch ordina a Ecco di trovare Jeremiah e portarlo da Jerome, combattendo contro chiunque si fosse messo in mezzo. Tuttavia, Gordon e Bullock riescono a sconfiggere la donna mentre Jeremiah fugge da solo verso l'uscita; raggiunta la fine del labirinto, però, Valeska si trova davanti il fratello gemello che lo saluta ironicamente. Voltandosi per scappare nella direzione opposta, Jeremiah trova la strada bloccata da Tetch e Crane che lo hanno seguito e Jerome estrae una pistola che punta contro il fratello.

Jerome, gongolando, afferma al gemello di trovarlo bene e scoppia a ridere. Jeremiah gli chiede come abbia fatto a farsi strada attraverso il labirinto e Jerome gli risponde che, anche se non hanno più lo stesso aspetto, hanno ancora lo stesso modo di pensare, inoltre Jeremiah da piccolo disegnava speso labirinti del genere. Jerome ordina poi a Tetch e Crane di cercare Gordon e Bullock per ucciderli. I due criminali girano per il labirinto fino a imbattersi nei detective ma, prima che Jervis possa ipnotizzarli, Bullock dice furioso che non si sarebbe fatto ipnotizzare un'altra volta, per poi mettersi a correre urlando verso di loro e mettendoli in fuga. Gordon nota in tono ironico che, effettivamente, anche quello è "un altro modo per farlo" prima di mettersi a inseguirli anche lui. I quattro si inseguono così a lungo per il labirinto, con Bullock che cerca più volte di sparare ai due criminali. Jonathan e Tetch arrivano all'uscita del labirinto dove Jerome e Jeremiah stanno ancora parlando e superano correndo i fratelli, Jervis gridandogli che i detective sono dietro di loro. Jerome commenta sarcasticamente il fatto che i due poliziotti non vogliano arrendersi, mentre Jonathan e Tetch lasciano il labirinto. Sentendo poi Bullock urlare, Jerome si affretta a puntare la pistola alla testa del gemello prendendolo in ostaggio. Valeska minaccia di uccidere Jeremiah se si avvicina ulteriormente, ma Gordon afferma che non lo farà perché l'avrebbe già ucciso se l'avesse voluto morto. Jerome gli da' ragione sorridendo, poi spinge via il fratello spaventato e spara in modo comico ai due poliziotti, correndo infine fuori dal labirinto ridendo in maniera folle come sempre. Gordon e Bullock li seguono ma i tre criminali sono già riusciti a fuggire nella foresta di Gotham.

Più tardi, quella notte, i tre criminali fanno ritorno alla mansione di Oswald, Jerome estremamente frustrato per non essere riuscito a prendere il fratello. Valeska ordina a Fries e Tetch di procurarsi un soggetto per esperimenti di Crane, mentre Jerome, Bridgit e Jonathan rimangono in casa. In seguito Oswald torna alla villa dopo essere riuscito nel suo compito personale, quello di reclutare Solomon Grundy per la loro alleanza, con grande felicità per Jerome. Subito dopo Jonathan entra nella stanza affermando che la cavia per gli esperimenti è arrivata e Tetch e Fries arrivano con uno spaventato civile contabile, come spiegato da Jervis. Jerome allora lo trascina da Crane. Quando l'uomo lo implora di non fargli del male, Jonathan lo rassicura dicendogli che non ne avrebbe sentito, per poi spruzzargli in faccia uno strano gas violetto. Il contabile si mette subito dopo a ridere sempre più forte, con la bocca che si allarga in un sorriso innaturale e la pelle che sbianca. Eccitato dall'orribile trasformazione dell'uomo, Jerome inizia a ridere assieme a lui affermando che avrebbe avuto bisogno di molta più di quella roba; tranne Fries, la maggior parte degli altri membri della Legione sembrano abbastanza scioccati, mentre gli occhi dell'uomo cominciano a lacrimare sangue e la tossina entra nel suo pieno effetto, uccidendolo.

Rapimento del sindaco[]

Nella fase successiva del suo piano, Jerome rapisce il sindaco a interim Holden Pritchard, il commissario Reynolds, l'arcivescovo McGregor, Gertrude Haverstock e Gloria Bainbridge. Pertanto, la notte in cui sono in riunione al municipio, Fries e Tetch fanno irruzione e li rapiscono, per poi portarli ad un furgone dove li aspetta il resto del gruppo. Pritchard cerca di convincere Tetch e Fries a lasciarli andare promettendo loro una lauta ricompensa, ma in quella vede Jerome in piedi nel furgone che resta non impressionato e sorride mentre Tetch ammanetta gli ostaggi a un'asta di metallo sul tettuccio. Il sindaco afferma di avere accesso al fondo pensione della polizia per farsi liberare con la promessa di denaro, ma Jerome esprime chiaramente il suo disinteressamento. Pritchard cerca allora di ottenere aiuto da Bridgit, ma la ragazza replica che è stato a causa di persone come lui se era stata rinchiusa ad Arkham e che ora Bridgit Pike non esiste più. Dopo aver fallito anche con le suppliche a Tetch, il sindaco si rivolge allora a Oswald chiedendogli se non possa fare qualcosa ma il giovane, seppur mostrandosi chiaramente contrario ai piani di Valeska, forza un sorriso dicendo di essere al 100% con Valeska, temendo la reazione degli altri criminali. Pritchard finisce allora per parlare a tutti, dicendo che la GCPD avrebbe dato loro la caccia e, una volta trovati, non avrebbero avuto pietà nel fucilarli. Jerome, per nulla impressionato, afferma che il problema delle persone come loro è quello di prendere sempre tutto troppo sul serio, ma che lui avrebbe risolto il problema con il gas di Crane. Subito dopo lo Spaventapasseri spruzza la sua tossina contro Gloria Bainbridge, che viene colta da un attacco di folle risata mentre il volto si deforma grottescamente in maniera simile a quello di un clown. Jerome annuncia poi che il suo intento è quello di dare a Gotham la spinta che ha bisogno per smettere di essere presa così sul serio e che, comunque, non aveva nulla da perdere a parte la sua sanità mentale, scoppiando a ridere maniacalmente. Mentre il resto del gruppo sembra gioire della situazione, solo Oswald appare evidentemente inorridito dalla cosa.

Poiché il piano di Jerome richiede molto più gas esilarante per avvelenare l'intera città, Fries e Jonathan vengono mandati a un laboratorio della Wayne Enterprises per far produrre e ottenere una grande quantità della tossina. Crane e Victor causano un calo di corrente che fa tremolare le luci, poi Fries fa rotolare davanti a due guardie confuse una sua granata congelante. Quanto questa esplode, congela i due uomini contro il muro e permette ai criminali di procedere all'interno dell'edificio. Quindi entrano in un laboratorio di chimica dove Victor annuncia che hanno bisogno dell'assistenza dei presenti. Inizia poi a toccare con la sua arma congelante alcune provette e quando un membro dello staff lo avverte di fare attenzione perché contengono materiali molto pericolosi le risponde che ci conta, appoggiando poi la sua pistola a una panca per dare un'occhiata più attenta alle provette. Lo Spaventapasseri da' la formula della tossina alla donna dicendole che ne avevano bisogno di più. Alcuni dei seguaci di Jerome, in quel momento, portano nel laboratorio dei serbatoi vuoti. Quando la donna tentenna, Crane l'afferra per la spalla dicendole che non c'è tempo e che ne hanno bisogno subito. La chimica, spaventata, chiede quindi quanto gas serva esattamente e Jonathan la trascina verso i contenitori per mostrarglieli. Una volta che sono tutti riempiti della tossina esilarante, Fries si occupa di congelare alcuni chimici e Jonathan spruzza un uomo del personale del laboratorio con il nuovo gas della follia. Dopodiché, prendono i contenitori e se ne vanno dal laboratorio.

In seguito a ciò, lo Spaventapasseri e gli uomini di Jerome si incontrano con Tetch e Oswald. Assieme si dirigono un magazzino di dirigibili, poiché Valeska vuole che rubano un veicolo per disperdere la tossina esilarante sui partecipanti di un Festival Musicale che Jerome e Bridgit stanno nel frattempo tenendo in ostaggio. Due piloti si accorgono della loro presenza e vanno così a chiedere ai criminali cosa ci facciano in quell'area riservata. Crane risponde che il loro carico è troppo prezioso per essere sprecato, mentre Oswald va a osservare il gigantesco dirigibile davanti a loro; lo Spaventapasseri spruzza poi uno dei due piloti con un acido marrone, facendolo crollare a terra urlando sotto gli occhi terrorizzati del collega. Tetch chiede poi al pilota rimanente se sia in grado di far volare da solo il dirigibile e, alla sua risposta affermativa, lo ipnotizza con il ticchettio del suo orologio. Nel frattempo, Oswald capisce nel complesso il piano di Jerome e lo riferisce agli altri due criminali: i vari rapimenti e il concerto sono stati pretesti per far attirare nella piazza una folla più grande e spargere sui presenti la tossina esilarante. Cerca quindi di far ragionare i compagni per fermare il piano di Jerome, obbiettando che è una follia. A questo punto interviene Crane, che gli dice che sperava che avrebbe apprezzato la bellezza di tutto questo ma che Jerome aveva ragione, infatti aveva previsto il suo tradimento e che era andato da Gordon. Tetch si mostra disgustato per il tradimento e, mentre Oswald è ancora inorridito per essere stato scoperto, Crane lo fa stendere alle spalle da uno degli scagnozzi di Jerome. Dopodiché, Tetch ordina di portare Cobblepot sul dirigibile e legarlo sopra di esso poiché Jerome vuole che veda lo spettacolo dall'alto.

Assistendo Jeremiah Valeska[]

Alcune settimane dopo la morte di Jerome, lo Spaventapasseri si allea con Jeremiah Valeska che vuole il suo aiuto per far impazzire Bruce Wayne. I seguaci di Jeremiah rapiscono quindi Alfred Pennyworth da Villa Wayne e lo filmano mentre lo torturano. In seguito, mentre Bruce lo cerca attraverso un labirinto, proiettano le immagini delle violenze sul maggiordomo affinché assista senza poter intervenire. Quando Selina Kyle entra nell'edificio per aiutare Bruce, trova due uomini intenti a osservare i movimenti del ragazzo su un monitor. In quel momento, Crane appare dietro Selina dicendole che Jeremiah aveva previsto che Bruce si sarebbe portato dietro qualche amico per farsi aiutare. La ragazza afferma di non conoscere Bruce e che è entrata in quel posto per caso, ma Crane afferma che quell'esperimento sta per diventare molto più interessante e ordina ai seguaci di Jeremiah di attaccarla. Dopo che Selina riesce a stenderli, lo stesso Jonathan si mette ad aggredirla, ma Selina riesce a tenergli testa. All'improvviso, però, Crane smette di combattere e dice che non ha importanza dal momento che Bruce sarebbe presto impazzito; quindi lascia cadere la propria falce e abbandona l'edificio.

Terra di nessuno[]

Quando Gotham City diventa Terra di nessuno, vari criminali iniziano a rivendicare il loro territorio nella città ormai abbandonata a se stessa. Lo Spaventapasseri, che ora abbina al suo costume anche un cappello marrone, prende possesso di un laboratorio di un produttore di droghe nel quale fare esperimenti. Una volta che il produttore di droghe rientra e si accorge che qualcuno ha fatto irruzione, Jonathan lo sorprende alle spalle e lo uccide, prima spruzzandolo con il gas della paura facendolo urlare di terrore e poi decapitandolo con la falce, annunciando che l'inferno sta arrivando. Crane inizia a guidare una propria banda dopo che Gotham è stata isolata dalla terraferma. Dopo 87 giorni, Jonathan guida un attacco nel territorio del GCPD per rubare cibo e medicine. Dopo aver tolto la corrente, Jonathan si trova faccia a faccia con Gordon e lo combatte assieme alla sua falce, ma il poliziotto riesce a sconfiggerlo costringendolo alla ritirata. L'attacco di Crane costringe Bruce Wayne a chiedere che vengano inviate delle scorte dalla terraferma; nella battaglia per il possedimento delle provviste, Tabitha Galavan resterà uccisa. Dopo che Eduardo Dorrance la sua Delta Force si infiltrano a Gotham, Gordon menziona Crane mentre progettano di recuperare i vari territori dai criminali.

Eredità[]

Jonathan fa una breve apparizione durante l'esperienza di quasi morte di Gordon per essere stato ferito da Victor Zsasz sotto il controllo di Ivy Pepper; viene mostrato durante il "funerale" del poliziotto, indossante il suo costume da Spaventapasseri.

Poteri e abilità[]

Poteri[]

  • Creazione illusioni: Usando la sua tossina della paura, Jonathan è in grado di creare illusioni che fanno allucinare alle persone le loro paure più profonde e oscure in forme demoniache e distorte.

Abilità[]

  • Chimico: Nonostante Jonathan sostenga di aver solo aiutato in alcune occasioni suo padre a fare i suoi esperimenti e non sapendo molto sull'argomento, Crane dimostra abilità di eccellente chimico, riuscendo a seguire gli appunti del padre per ricreare la tossina della paura anche sotto il forte stress creato dalla presenza di uno spaventapasseri (la sua più grande paura). Ad Arkham riesce a creare dal nulla una sostanza esplosiva per liberare Jerome Valeska dalla sua cella e, una volta evasi, aiuta Jerome a produrre un gas che uccide le persone dopo averle fatte impazzire e sfigurare.
  • Manipolatore: Con la tossina della paura Jonathan è in grado di convincere le persone a fare quello che vuole, come ad esempio abbracciare la propria fobia e sottomettersi ai suoi ordini. Solo persone con una forte volontà come Jim Gordon riescono a superare da soli gli effetti della tossina.
  • Intimidazione: Anche senza l'ausilio della tossina Crane, dopo essere impazzito, inizia a indossare costantemente un costume da spaventapasseri che incute terrore nel prossimo.
  • Abilità nel combattimento corpo a corpo: Jonathan dimostra una certa capacità nello scontro fisico; è riuscito a tenere a testa Jim Gordon e ha quasi sopraffatto per qualch momento Selina Kyle durante il combattimento contro di lei.

Debolezze[]

Precedenti[]

  • Formidofobia: Jonathan ha sempre avuto paura degli spaventapasseri; dopo che suo padre gli inietta la tossina della paura, comincia ad avere costanti allucinazioni di uno spaventapasseri demoniaco che lo perseguita, facendolo vivere in un perenne stato di panico e terrore. Qualche anno dopo l'effetto sembra essere limitato, difatti le visioni spaventose paiono comparire solo in presenza di un vero spaventapasseri, sebbene continui a essere influenzato dalla sua paura profonda. La situazione cambia quando Jonathan viene chiuso in una stanza con uno spaventapasseri e decide che, per smettere di avere paura, deve

diventarla lui stesso; pertanto assume la personalità dello "Spaventapasseri".

Equipaggiamento[]

  • Vestito da Spaventapasseri: Dopo essere stato chiuso in uno spazio ristretto con un fantoccio, la mente sensibile e terrorizzata da anni di Jonathan si spezza, così prende i vestiti dello spaventapasseri e lo modifica per cominciare a indossarlo come un costume. Dopo essere evaso da Arkham il vestiario cambia leggermente, aggiungendo un cappuccio sulla testa e togliendo i tubi che escono dalla zona della bocca. Quando Gotham City diventa Terra di nessuno, Crane inizia a indossare anche un cappello marrone.
  • Dispensatore della tossina della paura: Sul braccio destro del suo costume da Spaventapasseri Jonathan porta un dispositivo in grado di spruzzare il gas della paura sulle sue vittime.
  • Falce: Crane la porta con se' durante l'assalto all'Arkham Asylum; successivamente la utilizza nel suo scontro con Selina e per decapitare il produttore di droghe a cui sequestra il laboratorio.
  • Coltello: Jonathan lo estrae durante il combattimento con Gordon, scagliandoglielo contro per poter scappare.

Apparizioni[]

Prima stagione[]

  • Paura profonda
  • Lo spaventapasseri

Quarta stagione[]

  • Terra di nessuno

Quinta stagione[]

  • Anno Zero
  • Trasgressori (menzionato sulla mappa)
  • Pena Dura (menzionato)
  • Il processo di Jim Gordon (sogno)

Curiosità[]

  • A differenza di ogni altra rappresentazione dello Spaventapasseri, che lo rappresentano sempre come una persona metodica e calcolatrice (al punto che persino i più abili psichiatrici lo diagnosticano come sano invece che pazzo, seppur di carattere malvagio) questa versione ha dei tratti associabili alla follia clinica, come visibile durante il suo scontro con Reed, con un comportamento calmo in un certo momento ma incontrollato e furibondo il momento successivo. Inoltre, al contrario delle altre versioni, Jonathan è poco più che adolescente invece di essere un dottore all'Arkahm Asylum.
  • Nell'episodio "Il gioco delle tre zuppe" Crane è chiuso all'Arkham Asylum; tuttavia non si sa come o quando sia successo, poiché nella sua precedente apparizione in "Il tristo mietitore" riesce a fuggire dal GCPD e non viene fatta menzione della sua cattura negli episodi in mezzo.
  • Nella lingua originale Jonathan, dopo essere diventato lo Spaventapasseri, assume un modo di parlare particolare, facendo spesso giochi di parole con riferimenti alla paura.
  • In questo universo Crane è il creatore della tossina esilarante, che nei fumetti è il "marchio di fabbrica" del Joker.
  • Il cappello che Jonathan inizia a indossare da "Terra di nessuno" è lo stesso che porta nei fumetti.
  • Questa è la seconda versione live action dello Spaventapasseri dopo quella della trilogia live action de Il Cavaliere Oscuro interpretata da Cillian Murphy; inoltre, come in Gotham, anche quel Jonathan Crane indossa spesso una maschera grottesca che richiama uno spaventapasseri e spruzza le sue vittime con il gas della paura tramite un congegno legato al polso destro.
  • Il costume da Spaventapasseri di questa versione richiama molto quella dello Spaventapasseri nell' "Arkhamverse" sebbene, al suo contrario, possiede uno spruzzatore della tossina solo al braccio destro invece che a entrambi.
  • Similmente a Bruce, Jonathan ha perso entrambi i suoi genitori (tra cui uno dei due sparato proprio di fronte a lui); inoltre, entrambi scelgono di assumere delle identità per incutere terrore nei loro nemici.
  • Jonathan è per alcuni versi simile a Edward Nygma e Bridgit Pike, infatti hanno tutti e tre abbracciato il loro lato oscuro a causa dei troppi maltrattamenti e umiliazioni subiti.

[]

Advertisement