DC Comics Wiki
Advertisement
DC Comics Wiki

Tabitha "Tabby" Galavan, conosciuta anche come Tigress è stata la sorella dell'ex sindaco Theo Galavan, che giurò di ripulire Gotham City vendicando la famiglia Dumas, di cui erano entrambi discendenti. Dopo la prima morte di Theo, Tabitha venne coinvolta nella malavita criminale della città collaborando con Butch Gilzean e Barbara Kean. In seguito a essersi ripresa dall'attacco del fratello redivivo, aprì con Barbara un locale chiamato "The Sirens" con l'appoggio di Oswald Cobblepot. Tabitha formò poi un'alleanza con Butch, Barbara e Edward Nygma per abbattere Cobblepot e prendere il controllo della malavita, riuscendo nell'intento. Tuttavia, Tabitha e Butch si stufarono dei maltrattamenti da parte di Barbara nei loro confronti e complottarono contro di lei; Barbara lo scoprì e uccide Butch, portando a una rottura tra lei e Tabitha che si concluse con l'uccisione di Barbara per mano di Tabitha.

In seguito Tabitha, perso tutto, cominciò a fare da mentore e addestratrice di Selina Kyle, una giovane ladra di strada. Barbara venne poi riportata in vita da Ra's Al Ghul attraverso il Pozzo di Lazzaro e, grazie alle risorse di Ra's, la donna offrì a Tabitha e Selina l'opportunità di lavorare con lei nel settore di armi.

Quando Butch tornò alla normalità dopo la sua trasformazione, lei gli confessò il suo amore per lui, finché Oswald gli sparò e lo uccise davanti a lei come parte del suo schema per vendicarsi di Tabitha per l'uccisione della madre anni prima. Tabitha, dopo essere stata sparata alla gamba, giurò vendetta, sebbene Oswald la lasciò in vita volendo provasse il suo stesso dolore emotivo, giurando di ucciderla in seguito quando avrebbe sofferto abbastanza. Tabitha venne uccisa durante Terra di nessuno, pugnalata al cuore da Pinguino.

Biografia[]

Primi anni[]

Tabitha, assieme a suo fratello Theo, crebbe in una tenuta sul mare possedendo diversi cani e cavalli, finché vennero dei monaci a portare via Theo. Quando Theo fece ritorno con la decisione di conquistare Gotham City, Tabitha si unì a lui.

Evasione da Arkham[]

Tabitha si fa violentemente strada nel manicomio criminale Arkham Asylum per far evadere sei detenuti, uccidendo diverse guardie nel processo. Più tardi, nel loro attico, Theo presenta se stesso e la sorella ai criminali rapiti, offrendo loro la possibilità di diventare una squadra di fuorilegge che avrebbe fatto tremare Gotham. Dopo che Richard Sionis si rifiuta, geloso di come Theo si approcci con Barbara Kean, Tabitha uccide violentemente l'uomo per ordine di Theo, con evidente piacere.

Tabitha controlla i Maniax mentre gettano diverse persone da un tetto. La mattina dopo lei e Barbara si divertono a torturare il prigioniero Aubrey James, frustandolo fino a farlo sbattere contro un muro. Theo afferma di essere felice per come lei e Barbara stiano andando d'accordo e Tabitha replica che si stanno annoiando, mentre Barbara domanda perché solo i maschi possono divertirsi. Theo le rassicura che arriverà il loro momento, poi domanda se non hanno ucciso il sindaco in quanto non si sta muovendo. Tabitha colpisce quindi l'uomo al torace con la frusta, facendolo urlare di dolore.

Tabitha e Barbara iniziano una relazione; nonostante Theo lo sappia, però, lui e Barbara si baciano comunque in seguito, visti senza saperlo da Tabitha.

Conflitto con Oswald Cobblepot[]

Tabitha si avvicina al boss criminale Oswald Cobblepot e lo invita a incontrarsi con suo fratello; Theo intende usare Oswald nel suo schema per impossessarsi di Gotham. Quando Oswald si rifiuta di lavorare con loro, Theo e Tabitha rivelano di aver rapito sua madre Gertrude e gli mostrano un video in cui è rinchiusa in una cella. Oswald decide di cooperare e uccide i candidati al posto di sindaco che Theo vuole eliminare per avere una maggior probabilità di essere eletto.

Oswald idea un piano per liberare sua madre, così ordina al suo scagnozzo Butch Gilzean di fingere di volere allearsi con Theo e Tabitha per far sì che ottenga informazioni su dove si trovi Gertude e, per rendere il tradimento più convincente, gli taglia una mano. Theo, però, sa che in realtà Butch lavora per Oswald, così Tabitha lo aggredisce e riesce a liberarlo dal condizionamento mentale inflittogli da Victor Zsasz.

Butch porta Oswald nel posto dove è rinchiusa sua madre, dove Theo e Tabitha li attendono. Butch tradisce Cobblepot sparando ai suoi due uomini, lasciandolo indifeso. Nonostante Oswald supplichi Theo di liberare Gertrude, offrendogli di fare ciò che vuole e anche di morire al suo posto, Tabitha la uccide pugnalandola alla schiena. Oswald ferisce Theo con un coltello e, nonostante la sorella cerchi di sparargli, manca il bersaglio e Cobblepot fugge saltando da una finestra. Quando Theo viene eletto sindaco e si trova a una festa con altra gente altolocata per festeggiare, Tabitha si prepara sulla cima dell'edificio per uccidere Oswald nel caso si presentasse. Cobblepot però se lo aspetta, così mette su un gruppo di suoi uomini travestiti come lui e si dirige sul posto, dove anche il GCPD si prepara a proteggere Theo. Oswald riesce a mirare a Galavan e si mette a parlare con Jim Gordon, lì presente a difendere Theo, riferendogli della malvagità dell'uomo, di quello che ha fatto e intenda fare; tuttavia, prima che possa concludere, Tabitha gli spara a una spalla dal tetto. Oswald riesce a scappare, seppur gravemente ferito. Dopo ciò si nasconde in una roulette nel bosco dove viene trovato da Edward Nygma che lo salva e riporta in salute.

Vendetta per Barbara[]

In seguito, poiché Gordon ha affermato di volerlo fermare, Theo decide di permettere a Barbara di ucciderlo. La donna rapisce quindi Gordon e lo porta alla Cattedrale di Gotham dove avrebbero dovuto sposarsi, mentre Tabitha rapisce la fidanzata del poliziotto, Leslie Thompkins, e la porta da loro. Gordon riesce però a liberarsi e spara agli uomini Tabitha, costringendola a fuggire dopo averle sparato a un braccio. Poco dopo Gordon ha un combattimento con Barbara sulla cima della cattedrale, che si conclude con la caduta di Barbara dalla finestra, facendola finire in coma e quindi trasferita all'ospedale dell'Arkham Asylum.

Furiosa per quanto successo, Tabitha decide di vendicarsi di Gordon e si incontra con la Dama, proprietaria di un casinò, per chiederle di mandare dei sicari contro il poliziotto. Il piano però fallisce, poiché Gordon riesce a fermare tutti i criminali. In seguito Tabitha va a trovare Theo in prigione (essendo stato arrestato per il rapimento del sindaco James), ma lui si arrabbia per quello che ha fatto. La informa quindi che l'Ordine di St. Dumas sta per giungere a Gotham e, se avesse fatto un'altra bravata come quella, le avrebbe tagliato la gola personalmente, lasciandola scioccata.

Tradimento del fratello[]

Dopo l'arrivo dell'Ordine di St. Dumas Theo, rilasciato dalle accuse, rapisce il giovane Bruce Wayne "il Figlio di Gotham", per poterlo sacrificare e vendicare il nome dei Dumas. Nel frattempo, però, Tabitha comincia a nutrire astio nei confronti di Theo, specialmente per le sue minacce nei confronti della loro nipote Silver St. Cloud. Tabitha è presente alla cerimonia in cui Padre Creel sta per sacrificare Bruce, ma che si interrompe momentaneamente per le suppliche di Silver. Subito dopo una squadra composta da Gordon, Oswald, Selina Kyle, Harvey Bullock, Alfred Pennyworth e altri uomini di Cobblepot fa irruzione nel posto e attacca i membri dell'ordine. Durante la confusione Theo, Tabitha e Silver fuggono nell'attico e progettano di paracadutarsi dalla cima del grattacielo per fuggire. Theo però ha solo due paracaduti e intende usarli per se' stesso e Tabitha; poi tenta di strangolare Silver in quanto deluso da come abbia cercato di salvare Bruce, ma Tabitha lo attacca. Poi lei e Silver scappano con i paracaduti, lasciando Theo alla mercé di Gordon e Oswald.

Alleanza con Butch[]

Un mese dopo la scomparsa di suo fratello, Tabitha va a trovare Butch che ora gestisce la criminalità organizzata di Gotham dopo che Oswald è diventato un fuggitivo per l'accusa dell'omicidio di Galavan. Tabitha persuade Butch a iniziare una partnership e si mettono a baciarsi, spiati all'insaputa da Selina.

Tabitha è con Butch quando Oswald si presenta per chiedergli perdono per quanto accaduto tra loro in precedenza. Anche se Butch accetta le scusa, Tabitha afferma che comunque deve pagare per l'omicidio di Theo.

In seguito Butch trova Barbara mentre dorme sul grembo di Tabitha e quest'ultima afferma che l'amica "è tornata a casa". Tuttavia Butch inizia a essere a disagio per l'evidente crisi mentale di Barbara, che una sera la porta a cambiare canale meccanicamente sul televisore senza fermarsi, anche se Tabitha insiste sul fatto che sia innocua. Quando Barbara esce dalla stanza per fare un drink, Tabitha rimane scioccata nel vedere a un notiziario che Theo è tornato in vita e indossa una specie di costume medievale.

Temendo che Theo voglia vendicarsi di lei, Tabitha inizia a fare le valigie programmando di lasciare Gotham, con grande dispiacere di Butch che crede di aver fatto qualcosa di sbagliato. Prima che se ne vada, però, Gordon e Bullock arrivano per avere delle risposte su Theo. Tabitha rivela quindi che ciò che Theo è diventato non è più suo fratello, ma un guerriero di nome Azrael riconosciuto da come si muove e veste. Tabitha accetta di fare un'alleanza con gli ufficiali e li porta alla cripta Dumas nel cimitero di Gotham, dove il nonno suo e di Theo è stato sepolto con un'antica spada appartenuta all'Azrael originale. In quella Theo arriva e stende Bullock, mentre Gordon va a chiamare aiuto. Tabitha blocca quindi le porte e cerca di far ricordare al fratello la sua vita precedente. Questo però causa solo ulteriori problemi, poiché Theo ricorda il tradimento di Tabitha e la pugnala con la spada, poi scappando per terminare la missione di uccidere Bruce. Tabitha viene quindi portata in coma all'ospedale. Oswald va a trovarla mentre Butch è seduto al suo capezzale a confessarle in lacrime quanto la ama e i due formano un'alleanza per uccidere Theo una volta per tutte; poco dopo mettono in atto la vendetta su Theo uccidendolo con un lanciarazzi a Villa Wayne, poco prima che lui uccida Bruce, Alfred e Gordon.

In seguito Tabitha si risveglia e recupera, rompendo anche la relazione con Butch.

Il club The Sirens[]

Qualche tempo dopo lei e Barbara aprono un nightclub chiamato "The Sirens". Durante la gestione del locale, Oswald si presenta e fa loro una proposta che, però, negano, affermando di essere ragazze grandi che possono cavarsela da sole.

Qualche tempo dopo Butch manda degli uomini a minacciarle per riavere il loro territorio, ma le due donne uccidono tutti i criminali tranne il capo Boris. Chiamano poi Oswald, il quale domanda perché le abbia attaccate, così Barbara deduce ci sia dietro Butch, Cobblepot uccide Boris affinché non dia più problemi alle donne, poi però avverte Tabitha che è ancora viva solo grazie a Butch, poiché si ricorda ancora l'omicidio di sua madre.

In seguito un ipnotizzatore, Jervis Tetch, viene a fare uno spettacolo al The Sirens. L'uomo riesce a ipnotizzare uno spettatore e farlo camminare sullo schienale di una sedia senza cadere e Barbara, affascinata, dopo lo show si mette a parlare con lui. In un altro spettacolo Tetch ipnotizza Barbara affinché lo ami; dapprima Tabitha appare gelosa, ma poi Jervis respinge la donna come parte dell'esibizione. Conoscendo la reazione di Barbara ai rifiuti, Tabitha interviene prima che Barbara uccida Tetch con un bicchiere rotto, poi l'ipnotizzatore fa tornare in se' la donna tra gli applausi del pubblico.

Tabitha è presa in ostaggio da Zsasz per ordine di Edward Nygma, per convincere Butch a esporsi come leader della Banda di Cappuccio Rosso. Quando il piano di Nygma funziona Butch viene catturato, ma Tabitha, mostrando che nutre ancora sentimenti per lui, lo libera e nasconde in un posto sicuro.

Una notte, poco prima di aprire il club, la donna beve un drink con Barbara quando entra Gordon che vuole sapere dove si trovi Tetch. Barbara inizia a prenderlo in giro e il poliziotto getta l'alcol giù dal tavolo, facendo subito entrare Tabitha in allerta, minacciandolo. Barbara, però, gli da' le informazioni che voleva, così Gordon esce rapidamente.

Dopo essersi convinto che Butch è il responsabile della morte di Isabella, Edward rintraccia lui e Tabitha e droga il loro cibo per catturarli. Dopodiché li porta in una baracca abbandonata per torturarli e spezzare il cuore di Butch. Durante il supplizio l'uomo si preoccupa più per la sicurezza di Tabitha che per la propria; l'ultima tortura è costituita da una mini ghigliottina che dovrebbe tagliare la mano destra di Tabitha, a meno che non schiacci con la sinistra un pulsante che fermerebbe l'oggetto uccidendo però Butch. Inizialmente Tabitha afferma di non essere sicura di amare davvero l'uomo, quindi pensa di risparmiarsi la sofferenza e ucciderlo, ma Butch le dice di non preoccuparsi, in quanto vuole solo che lei si salvi. Colpita dall'amore nei suoi confronti, Tabitha quindi scegli di lasciarsi tagliare la mano. In seguito i due sono trovati da Barbara e Tabitha è portata all'ospedale dove le riattaccano la mano, sebbene lasciandole una momentanea difficoltà a usarla. Butch e Tabitha giurano vendetta contro Edward ma, in seguito, si alleano riluttanti con lui su spinta di Barbara per abbattere Oswald.

Distruggere l'impero di Pinguino[]

Qualche tempo dopo Tabitha e Barbara aspettano Edward sotto un ponte e viene rivelato che quello che sembrava il fantasma del padre di Oswald in realtà era il meta umano Basil Karlo. Tabitha pensa che potrebbero limitarsi a mandare il cadavere di Tarquin, ucciso da Cobblepot poiché incastrato dal trio di aver rubato i resti di suo padre, alla polizia ma Barbara e Edward la ignorano.

In seguito Tabitha uccide Tommy Bones dopo che ha perso utilità in seguito ad averlo usato come pedina nel loro piano contro Cobblepot. Tabitha si incontra poi al club con Barbara e quest'ultima le promette che, una volta assunto il potere, avrebbero ucciso Nygma, suggellando l'accordo con un bacio. Dopodiché, Tabitha uccide i mafiosi presenti per evitare creino loro problemi in futuro.

Qualche tempo dopo Tabitha e Butch catturano Oswald in seguito alla sua fuga dal tentativo di ucciderlo di Edward. Tabitha lo ferisce con la frusta e lo prende in giro ricordandogli di come uccise sua madre, poi lo portando da Barbara. Quest'ultima intima a Tabitha e Butch di tacere dopo che si mettono a flirtare in maniera provocatoria nel bel mezzo della minaccia su Pinguino. Tabitha sul momento pare seccata, poi si diverte quando Edward appare scioccando Oswald, che pensava non fosse più in combutta con loro.

Contrasti con Barbara[]

Dopo che Barbara diventa Regina di Gotham, Tabitha la assiste come braccio destro torturando o interrogando i sottoposti per ordine di Barbara. Quando Gordon chiede a Barbara un favore, le due vanno a un magazzino dove si mettono a picchiare un uomo per ricevere delle risposte; le due sono poi messe in fuga da Talon, un assassino mandato dalla Corte dei Gufi che massacra tutti i presenti.

Pochi giorni dopo, mentre sta parlando con Butch nel locale, Tabitha si arrabbia nel vedere entrare Edward. Chiede quindi a Barbara cosa ci faccia lì e lei risponde che l'aiuterà a scoprire chi è che detiene maggior potere di lei a Gotham. Più tardi Gordon si presenta e parla con Tabitha per avere risposte su quello che sta architettando Barbara con Edward, sfruttando il suo odio verso Nygma. Butch, presente anche lui, ammette a Tabitha che è vero che Barbara non la ama più come prima perché accecata dall'ossessione per il potere. Dopo aver rubato una bomba per Barbara e Edward, Tabitha si arrabbia ancora di più perché non vuole fare lavori per Nygma, quindi se ne va ignorando il richiamo di Barbara. Più tardi scegli quindi di contattare Gordon per dirgli come disattivare la bomba; ciò porta al parziale fallimento del piano di Edward, che viene poi prelevato dalla Corte dei Gufi. Scoperto il tradimento, Barbara si dirige furiosa al club dove si trova Tabitha, ma quest'ultima controbatte che neanche lei ha mantenuto la sua promessa di uccidere Nygma una volta morto Oswald. Butch commenta la cosa felicemente, sul fatto che Barbara è ormai totalmente in preda all'avidità di potere, così anche Tabitha se ne va arrabbiata.

Qualche tempo dopo Ivy Pepper va al The Sirens sperando di trovare Selina e chiede informazioni a Tabitha che, però, si infastidisce presto e le dice che ha sentito che è ricoverata all'ospedale in brutte condizioni.

Mentre è ancora piuttosto arrabbiata con Barbara, Edward si ripresenta al club e dice loro che Oswald è ancora vivo e potrebbe attaccarli. Mentre Tabitha e Butch sono in disaccordo, Barbara accetta nuovamente di collaborare con Nygma. Butch e Edward rintracciano Oswald mentre sta parlando con Ivy e Selina e Tabitha prende quest'ultima che aveva abbandonato i compagni, mentre Ivy e Oswald riescono a scappare. Più tardi i quattro provano a interrogare Selina e Barbara dice a Butch e Tabitha di andarsene in quanto "devono parlare gli adulti" aumentando il loro astio nei suoi confronti. Il gruppo convince Selina a dire l'ubicazione di Oswald in cambio di soldi e la promessa di non fare male ad Ivy; pertanto la ragazza inganna Ivy con una telefonata per farsi dire dove si trovano lei e Oswald e Cobblepot realizza l'inganno troppo tardi. Quando i quattro stanno per uccidere Pinguino, si sentono degli strani rumori e Barbara chiede allarmata se sia una trappola. Subito dopo, però, appare Fish Mooney con degli uomini armati che preleva Oswald e se ne va. Butch, una volta infatuato della donna, commenta che lei sa cos'è un'entrata in scena, attirando lo sguardo interrogativo e sospettoso di Tabitha.

Tabitha aiuta Barbara a rapire Tetch per sfruttarlo come ostaggio contro una Gotham infettata dal virus di Alice, ma intanto Butch riesce a convincerla a coalizzarsi contro Barbara. Dopo che il piano fallisce, Barbara intuisce i loro intenti e spara a Butch in testa, apparentemente uccidendolo, dopo che lui ha affermato che Tabitha non ne sa nulla del suo intento di ucciderla. La donna è ancora sospettosa, quindi affronta l'amica al riguardo. Scoperto che Butch è morto, Tabitha ingaggia quindi un combattimento con lei finendo per ucciderla con una scossa elettrica; tornata sola al The Sirens, Tabitha viene avvicinata da Selina in cerca di Barbara poiché vorrebbe trovare uno scopo con cui andare avanti. La donna l'invita a provare la sua frusta e resta sbigottita quando la ragazza dimostra notevoli capacità; le due, poco dopo, escono quindi dal locale assieme, facendo intendere di voler costruire un legame.

Mentore di Selina Kyle[]

Nel corso dei successivi tre mesi Tabitha si occupa di addestrare Selina e, quando la ritiene pronta, la manda in un vicolo a sconfiggere diversi teppisti. Usando le sue abilità fisiche e la frusta, Selina riesce ad abbattere tutti i criminali tranne uno a cui volta le spalle credendo di averlo finito. Prima che l'uomo possa attaccarla da dietro, però, viene nuovamente steso da Tabitha che si complimenta poi con Selina ricordandole però di non dare mai le spalle a un nemico.

Le due tornano all'appartamento di Tabitha dove si incontrano con Zsasz che, però, sostiene di trovarsi lì in pace. Afferma poi che sono difficili da rintracciare e, guardandosi attorno nell'appartamento squallido, chiede a Tabitha come mai vive un appartamento così squallido se era ricca e lei controbatte che lo era finché Oswald non le ha rubato il club. Zsasz però le fa notare che ora possono considerarsi pari, dal momento che in precedenza gli aveva ucciso la madre e provato a uccidere anche lui. Dopodiché invita le due a venire all'apertura del nuovo club di Oswald per ritirare le loro licenze e poter proseguire a commettere i loro crimini indisturbate, facendo intendere che non hanno realmente altra scelta.La donna progetta quindi di andarsene, ma Selina va comunque al club per poter ottenere il favore di Oswald; Zsasz le chiede come mai sia sola ma poi, con grossa sorpresa di entrambi, arriva anche Tabitha. Prima che quest'ultima possa giurare lealtà a Cobblepot, tuttavia, una banda criminale attacca il locale e, durante il caos, Tabitha partecipa prendendo a Zsasz una pistola per cercare di fermare i criminali.

Una notte Selina si dirige a vistare un misterioso edificio dopo aver ricevuto un biglietto da visita alla sua porta quella mattina. In quella Tabitha le compare improvvisamente alle spalle chiedendole cosa ci faccia lì e arrabbiandosi le domanda se non le abbia insegnato nulla, poiché avrebbe potuto tagliarle facilmente la gola per come l'aveva presa di sorpresa. Selina le spiega del biglietto da visita che parla "di un'opportunità che l'attende" e Tabitha dice di aver ricevuto un biglietto identico. Entrambe entrano così nell'edificio e vengono accolte da una rediviva Barbara che accende la luce ringraziandole per essere venute. Tabitha e Selina restano scioccate nell'apprendere che Barbara sia ancora viva e la donna commenta ironicamente che vivono a Gotham pertanto, la prossima volta, avrebbero fatto meglio a controllare il polso per accertarsi fosse davvero morta. Tabitha estrae quindi un coltello per ucciderla nuovamente all'istante, ma Selina è interessata a come Barbara possa essere ancora viva. La donna rifiuta di rispondere dicendo che è una lunga storia e che tutto ciò che importa ora è il biglietto riguardo l'opportunità e il nuovo inizio che le attende. Barbara prosegue dicendo a Tabitha che spesso ripensa e si rammarica profondamente di quello che è successo e ha fatto, ma Galavan l'afferra per finire il lavoro e Barbara si scusa per quello che ha fatto e dice di essere disposta a morire se non le crede. Tabitha così la spinge a terra, ma Barbara si rialza e continua a spiegare che ora quel posto è loro. Dopo che Tabitha commenta ironicamente quanto sia originale l'idea di nuovo club a Gotham, Barbara nega che sia un altro club e spinge una leva che porta i muri a muoversi rivelando arsenali di armi. Poi dice alle compagne che ora che Oswald Cobblepot ha preso il controllo della città loro avrebbero collaborato con lui rivendendo armi ai criminali provvisti di licenze. Tuttavia, Tabitha lascia l'edificio dicendo all'ex partner che non può dimenticarsi quello che le ha portato via e che deve ritenersi fortunata se non distruggerà quel posto.

Le Sirene[]

Tornate al loro appartamento, Selina cerca di convincere Tabitha che è nel loro interesse unirsi a Barbara. Tabitha le chiede perché ci tenga tanto e la ragazza afferma di essere stufa di farsi trattare come una bimba inutile e che mettersi assieme a lei e Barbara sarebbe la mossa migliore. All'improvviso compare Ivy, la quale afferma di volere solo parlare; Tabitha, però, non si mostra d'accordo in quanto la considera una tirapiedi di Oswald. Ivy protesta allora affermando di odiarlo e di non essere presa sul serio da nessuno, così vuole vendicarsi degli uomini che l'hanno sempre trattata male. Nonostante Selina voglia ascoltarla, Tabitha non le crede e le ordina di andarsene. Poi dice a Selina che è pronta a parlare con Barbara di affari, ma prima vuole qualcosa in cambio. Le due tornano quindi al negozio e Tabitha chiede all'ex compagna di farsi tagliare una mano, poiché lei e Butch ne hanno persa una durante la guerra tra Barbara, Oswald e Edward. La donna accetta ma, all'ultimo, Tabitha manca il colpo. Poi afferma che per ora si fiderà di lei e se ne va.

In seguito, nella sua sede, Barbara spiega a Tabitha e Selina che sta chiudendo il suo commercio d'armi poiché Ra's era colui che la finanziava ma, ora che è morto, non c'è possibilità che la sua attività duri a lungo. Più tardi, mentre Barbara sta dando a Tabitha la sua ultima paga, quest'ultima riceve una telefonata da Selina, la quale ha cercato di rubare dei soldi alla banda Streets Demonz ma è stata sorpresa dal loro ritorno, quindi ora è bloccata nel loro rifugio. Tabitha chiede a Barbara di venire con lei per salvare Selina, ma la donna rifiuta. Tabitha raggiunge la ragazza e le due si preparano a combattere, ma in quella arriva Barbara chiedendo ai motociclisti se hanno ordinato del cibo thailandese e, alla loro risposta confusa, li uccide tutti con una pistola. Dopodiché prende i soldi da Selina e comincia a uscire. La ragazza le domanda se questo significa che ora sono una squadra e Barbara si limita a rispondere che è ora che tornino al loro rifugio.

Successivamente, all'Iceberg Lounge, Barbara, Tabitha e Selina si confrontano con uno dei criminali che hanno rapinato e che insiste con Oswald affinché le elimini. La discussione viene interrotta dal signor Penn, il quale entra nel salone e spiega a Cobblepot che Edward si sta prendendo gioco di lui in uno spettacolo comico ai Narrows. In un impeto di rabbia per un commento, Oswald uccide il criminale degli Street Demonz e ordina alle tre di andare ai Narrows e portargli Nygma per la notte e le tre accettano. Mentre vanno sul posto, Barbara domanda a Selina cosa sia il Club di Cherry e la ragazza spiega che è un Club di lotta. Tabitha esprime impazienza nel mettere le mani su Ed e Barbara è d'accordo, visti i loro trascorsi; giunte al Club di Cherry restano scioccate nel vedere Edward che deride Oswald, in quanto non è da lui fare qualcosa di così stupido. Tabitha si allontana per trovare Butch, che ora si crede Solomon Grundy, mentre Barbara va a parlare con Lee. Selina cattura Edward da sola e, in seguito, lei e Barbara trovano Tabitha che sta parlando con Butch cercando di fargli tornare la memoria, ma lui si accorge che hanno preso Edward e si arrabbia. Barbara cerca di far andare via Butch, finché Selina non propone di far combattere Tabitha con Butch e il vincitore si sarebbe tenuto Nygma, e tutti accettano. Prima del combattimento Barbara suggerisce a Tabitha di prendere un'arma, ma la donna afferma che sarebbe andata bene. Lo scontro non inizia bene per la donna, così Barbara le lancia sul ring una mazza chiodata con la quale Butch viene steso da una riluttante Tabitha. Barbara e Selina salgono sul ring a loro volta e Barbara punta una pistola su Edward, nonostante la folla attorno voglia fermarle; in quella si presenta Firefly e Barbara si rallegra pensando che Oswald abbia mandato loro aiuto, ma Bridgit dice loro che sono in ritardo. La donna protesta dicendo che hanno Nygma e che possono portarlo a Cobblepot, ma Firefly si prepara ugualmente a bruciarle vive, finché Leslie non spara alla sua tuta, bucando la camera d'aria e facendola volare via per la pressione. La dottoressa rivela che è stata Cherry a contattare Firefly per portarla sul posto e impedire alle tre di portarsi via Edward, rivoltando la folla contro di lei. La donna prova a difendersi sostenendo che le Sirene lavorano per Pinguino, così Barbara la uccide sparandole alla testa e annuncia che non lavorano più per Oswald, ricevendo applausi dalla folla. Subito dopo le Sirene se ne vanno rapidamente.

Mentre Sofia Falcone sta cercando di salire sulla sua auto dopo essere sfuggita a un tentativo di Pinguino di ucciderla, viene catturata dalle Sirene. Le tre portano la donna alla loro sede, spiegandole che intendono usarla come ostaggio per sottomettere Cobblepot, non sapendo che ora i due sono entrati in guerra. Sofia, infatti, dice subito loro che si è lavorato Oswald per due mesi per portargli via l'impero, ma Barbara e Tabitha non le credono, mentre Selina sospetta che stia dicendo il vero. Barbara afferma che i Falcone imparano a mentire prima ancora di imparare a leggere, quindi non si fida di lei; prevede quindi di ricattare Oswald affinché lasci in pace lei e le compagne nonostante i trascorsi, sapendo che il giovane avrebbe voluto Sofia sia che fosse un'amica che una nemica. Telefona quindi a Cobblepot in maniera falsamente cordiale; lui le chiede cosa stia facendo con Sofia e lei risponde che pensavano fosse la sua migliore amica, dal momento che l'avevano rapita. Oswald chiede quale sia il prezzo per riaverla e Barbara dice che vuole andare avanti a gestire il suo negozio d'armi senza dividere i profitti con lui e che, da allora, avrebbero lavorato separatamente. Cobblepot accetta e la informa che avrebbe mandato Zsasz a prendere Sofia. Tuttavia, le Sirene sospettano di Pinguino in quanto ha accettato troppo facilmente l'offerta di Barbara e pensano stia tramando contro di loro. Sofia spiega che Cobblepot non può permetter che Barbara abbia l'ultima parola e che devono uscire dall'edificio. Selina, in quel momento, dice a Barbara e Tabitha dovrebbero ascoltarla perché Zsasz è giunto davanti alla sede con un bazooka; il sicario fa saltare in aria la struttura e le quattro si salvano al pelo. Barbara giura quindi di rompere in due il becco di Pinguino.

Più tardi le Sirene rapiscono Martin, il bambino orfano con cui Oswald ha stretto amicizia, e lo portano nella loro auto; Barbara afferma che sia carino, mentre Tabitha dice che mette i brividi perché non può parlare. Dopodiché lo portano in una posizione isolata, dove Barbara assiste allo scambio di insulti tra Cobblepot e Sofia, finché quest'ultima minaccia di uccidere il bambino se Oswald non si arrenderà a lei. Sofia e le Sirene pensano di aver vinto, ma poi Pinguino fa esplodere l'auto su cui si trova sopra Martin e comincia una sparatoria contro di loro, portandole a nascondersi dietro la loro macchina. Tornate a casa di Sofia, quest'ultima inizia a spiegare alle Sirene i suoi piani futuri su come rovesciare Pinguino, Barbara obbietta che ha perso la sua occasione. Le tre fanno quindi per andarsene, ma Sofia fa notare che non hanno alcun posto dove andare se non con lei, così non resta loro che rimanere.

All'Iceberg Lounge Mr. Penn fa per andarsene con alcuni scagnozzi di Pinguino, ma appaiono le Sirene che li uccidono tutti, lasciando indifeso il contabile, mentre appare Sofia. Tabitha tortura Penn per farsi dire dove sia Cobblepot ma al termine del supplizio spiega che non lo sa; in quella, Sofia riceve una telefonata da parte di suo padre che le chiede di incontrarsi alla Mansione Falcone e le quattro, preoccupate, vanno sul posto, dove Sofia si incontra con suo padre Falcone. Lui bacia Sofia sulla fronte e saluta Barbara, affermando che è bello rivederla da quando si sono visti l'ultima volta, quando l'ha tenuta in ostaggio. Sofia cerca di spiegare al padre che Gotham appartiene a lei di diritto di nascita, ma Falcone la schiaffeggia in faccia deluso e arrabbiato, rinfacciandole che, come parte del suo piano, è andata a letto con Jim Gordon, assassino di suo fratello Mario. Subito dopo appare Oswald, mentre Zsasz compare a tenere sotto tiro le Sirene. Sofia prova a sparare a Cobblepot, ma viene fermata dal padre. Successivamente le Sirene vengono condotte in un altro edificio per essere sorvegliare dagli uomini di Pinguino, quando questi cominciano una sparatoria con il GCPD. Barbara prova a convincere gli uomini a lasciarle andare in quanto sono già pieni di problemi e, quando uno si gira per minacciarle, viene ucciso con un colpo alla testa. Le Sirene hanno quindi un'idea e Tabitha si fa cadere con la sedia su cui è legata per recuperare la pistola caduta al criminale e con essa uccide gli altri scagnozzi, così da potersi liberare e scappare. Più tardi Pinguino viene arrestato per il falso omicidio di Martin, e Barbara e Tabitha riottengono l'Iceberg Lounge, che ritrasformano nel The Sirens. Tabitha va quindi alla ricerca di Butch e lo rapisce, per poi picchiarlo con una mazza nella speranza di fargli riavere i ricordi; il piano sembra fallire, quindi la donna se ne va delusa.

Per pubblicizzare la riapertura del locale, le Sirene fanno uno spot pubblicitario; la rinata Ivy Pepper lo vede, così si dirige sul posto dove si scatena una rissa per lei da parte di due uomini. Tabitha ferma lo scontro e intima a Ivy di andarsene (non riconoscendola) e la donna esegue con un commento sprezzante e allusivo sul fatto che si conoscano già. Poco dopo Tabitha riceve una visita di Butch, che ha recuperato la memoria. Nonostante la felice riunione, Butch sceglie di andarsene perché non vuole che stia con un mostro, promettendole però di tornare al più presto come prima.

Tabitha porta una pillola a Barbara in quanto è preda di violenti emicranie, ma poi le due entrano in allerta quando un forte cattivo odore riempie il locale, subito dopo Butch entra trascinando per i piedi Edward legato e imbavagliato. Barbara inizia a prenderlo in giro sottolineando che puzza come una vecchia dentiera, ma Butch le parla normalmente, facendole capire che è tornato come prima. Barbara si spaventa e subito gli punta contro una vite di sughero. L'uomo afferma che Edward sta lavorando con Oswald per abbattere Sofia e poi se ne va, seppur con tristezza di Tabitha. Improvvisamente Barbara viene colta da un altro attacco di emicrania, talmente forte che quasi cade a terra, facendo preoccupare la compagna che le chiede se stia bene. Barbara le dice allora che avrebbero consegnato Nygma a Sofia affinché lo torturasse per farsi dire dove fosse Oswald, poi lo avrebbe ucciso al posto loro. Più tardi, dopo che Sofia è stata mandata in coma da Leslie con un colpo di pistola in testa, al locale Tabitha cerca di chiedere a Barbara cosa dovrebbero fare ora che il mondo criminale non ha più nessuno al comando e preoccupandosi per la possibile vendetta di Cobblepot; tuttavia Barbara, ancora in preda a un violento mal di testa, le urla contro facendola andare via seccata.

Qualche tempo dopo, nell'ufficio di Barbara, la donna è ancora affetta da emicranie e urla contro Tabitha per farle spegnere la radio in quanto peggiora la sua sofferenza. La compagna le chiede come vada e Barbara prende un'altra pillola pensando che possa calmare il mal di testa. Poi Tabitha le prende la mano che brilla e Barbara solleva il guanto che la copre con nervosismo, affermando che ha letto diversi libri sul misticismo nel tentativo di scoprire cosa le stia succedendo. Quando tira in ballo la sua resurrezione, il dolore aumenta così tanto che quasi cade sul pavimento. La donna ammette quindi che l'emicrania peggiora ogni volta che prova a ricordare la sua morte o quando è tornata in vita. Tabitha la rimprovera affermando che la Barbara che conosce non si sarebbe fermata davanti al dolore o qualunque altra cosa per ottenere ciò che vuole; la donna, quindi, si siede alla scrivania e comincia a ricordare quando è stata fulminata e riportata in vita da Ra's che le promise sarebbe stata la successiva Testa del Demone dopo la sua morte. Ora conscia di tutto, Barbara si rivolge a Tabitha e le dice che sta arrivando la Lega delle Ombre. Più tardi le due donne escono dall'ufficio e Tabitha chiede se dovrebbero prepararsi all'arrivo della Lega, ma Barbara afferma che sono già lì. Infatti, subito dopo, le luci si accendono rivelando una schiera di assassini in cerca del loro nuovo leader. Uno di loro chiede chi sia la nuova Testa del Demone e Barbara alza la mano che si illumina ancora di più. Un membro della Lega, tuttavia, esprime disappunto per il fatto che Ra's abbia scelto una donna come guida del gruppo e decide di tagliarle la mano per diventare lui stesso il capo, ma Barbara lo uccide. Chiede poi se qualcun altro intenda provare a ucciderla e tutti alzano le armi contro di lei e Tabitha. Tuttavia, quando lei fa un passo avanti, gli altri retrocedono e Barbara capisce che hanno paura di prendere ordini da una donna. Ordina quindi loro di prostrarsi a lei ed essi eseguono, finché le luci si spengono e tutti i membri maschili vengono uccisi da quelli femminili, lasciando sbigottite Barbara e Tabitha. Le donne dicono loro che gli uomini erano inadatti per il nuovo leader e quindi dovevano morire. Barbara si lamenta che ora sono a corto di membri e il capo delle donne, Lelia, le dice che in realtà sono più di quanto lei creda. Tabitha suggerisce all'amica di non accettare, ma Barbara non l'ascolta e chiede a Lelia cosa debba fare.

Al The Sirens Tabitha sta provando a trattare con il leader di una banda arrabbiato con lei perché ha picchiato suo fratello quando arrivano nel locale Barbara e la Lega. La banda si appresta a ucciderle tutte, ma le assassine li precedono ed eliminano rapidamente scagliando loro contro dei Shuriken. Barbara fa un'osservazione sull'usare il suo esercito come arma personale e Lelia pugnala con la sua katana la schiena del leader già morente della banda. Barbara le chiede quindi cosa ci sia che non va e Lelia le domanda se intende continuare a usare l'eredità di Ra's per i propri interessi; quindi, la Lega porta lei e Tabitha a uno dei molti rifugi di Ra's Al Ghul. Arrivate, Lelia spiega loro che il posto è di proprietà di Ra's da quando Gotham ha iniziato a esistere e che teneva molti segreti al suo interno, dietro una porta chiusa senza chiave. Barbara usa così la sua mano luminosa per aprirla, rivelando una stanza piena di antiche reliquie e un dipinto raffigurante lei e Ra's come un re e una regina risalente a circa 400 anni prima, lasciandola scioccata ma anche con la convinzione di essere finalmente a casa. Comincia poi a leggere i libri sui viaggi si Ra's a Tabitha, ma quest'ultima le dice che l'uomo era solo il leader di un culto che ha fatto il lavaggio del cervello a Lelia e gli altri membri. Barbara le domanda se quindi anche lei avrebbe subito il lavaggio del cervello, poi comincia a pensare che possa portare alla luce i cambiamenti nella storia fatti da Ra's, mostrando a Tabitha un libro di ricette per pozioni e incantesimi che sembra risveglino demoni. Tabitha, però, si infastidisce dal suo comportamento e afferma anche che la donna nel ritratto non le somiglia, facendo infuriare Barbara che la tradisce, ordinando alle assassine di gettarla in strada. Tabitha viene picchiata e abbandonata su un marciapiede e, quando si alza, viene avvicinata e narcotizzata da alcuni uomini.

Tabitha aiuta in seguito i membri rinnegati della Lega delle Ombre a riportare in vita Ra's Al Ghul. Usando Selina Tabitha fa catturare Bruce in modo che il sangue del ragazzo venga usato in un rituale per farlo rivivere. Ra's è deluso dal fatto che l'ambizione di Barbara con il potere della Testa del Demone sia limitata e decide di riprenderselo; tuttavia la donna si rifiuta di darglielo spontaneamente, quindi l'unico altro modo è di ucciderla. Durante un combattimento tra i due Barbara attiva il potere e vede nel futuro Ra's che uccide sia lei che Tabitha, così sceglie di darglielo per salvarle la vita. Barbara e Tabitha si riconciliano, mentre le Sorelle della Lega giurano di continuare a servirla.

Un'improbabile alleanza[]

Dopo che la Torre dell'orologio di Gotham esplode, apparentemente uccidendo anche Gordon, Barbara e Tabitha commentano la cosa nel loro club, Barbara raccontando che una volta Jim l'ha portata a un appuntamento lassù e ora la struttura è andata in fumo come la loro relazione. Tabitha commenta che è una bella liberazione e Barbara afferma che Gordon ha sempre voluto morire da eroe. Oswald e Butch entrano nel locale in quel momento con Jongleur catturato e sanguinante, con Cobblepot che dice che è sempre stato quello il problema di Gordon. e tutte le assassine si affrettano a circondare Barbara e Tabitha con le spade tratte per difenderle. Cobblepot afferma che il responsabile dell'accaduto è il fratello gemello del recentemente defunto Jerome, Jeremiah Valeska. Torturando Jongleur, Oswald e Butch hanno scoperto i piani per Gotham del criminale e che intende sfruttarli per ottenere molto denaro da condividere con loro per poter finalmente curare Butch con l'ausilio di Hugo Strange. Barbara è inizialmente riluttante ma finisce poi per accettare su richiesta di Tabitha.

Più tardi il gruppo si incontra con Jeremiah, tenendo in ostaggio uno dei suoi uomini, e chiedono al criminale 50 milioni di dollari con il vero intento di ucciderlo per ottenere i soldi e salvare Gotham. Lui accetta stranamente subito, ma poi tira fuori un bazooka e fa saltare in aria il loro ostaggio, poi afferma che, per la loro intromissione, avrebbe fatto esplodere le bombe prima del previsto. Dopo la sconfitta, Oswald avverte Bullock al GCPD e il gruppo fa ritorno al The Sirens. Barbara da' a Tabitha e Butch degli alcolici mentre Cobblepot commenta nervosamente che valeva la pena tentare; Barbara lo minaccia affermando che è meglio per lui zoppicare fuori da lì finché ne ha l'opportunità. Oswald cerca di far venire con sé Butch ma lui rifiuta, affermando che non sa neppure dove sia Strange. Cobblepot rivela allora di averlo trovato e Gilzean lo afferra per la gola, arrabbiato per il fatto che non glielo abbia detto prima. Gli intima poi di portarlo dal dottore, ma Pinguino gli chiede come intenda pagarlo e Tabitha si intromette, dicendo minacciosamente che può essere molto persuasiva.

La battaglia per Gotham[]

Più tardi, mentre Barbara discute con Tabitha riguardo l'offerta di Ra's, arriva Alfred che vuole sapere la posizione dell'uomo, Barbara capisce che Ra's ha rapito Bruce, così i tre decidono di fare squadra per uccidere Ra's e Jeremiah. Prima che possano andare, però, arriva anche Oswald che chiede chi gli sarebbe rimasto da uccidere in quanto loro si sono già spartiti le parti; il giovane si unisce al gruppo e i quattro partono per la loro missione. Mentre Ra's e Jeremiah stanno parlando a Bruce dei loro piani per Gotham, Barbara entra nella stanza in cui si trovano e dice a Ra's che non pensa che lui tornerà mai più nella città, mostrando poi di avere riforgiato il pugnale da lui distrutto e si prepara ad attaccarlo. Ra's la sbeffeggia in quanto è decisamente in svantaggio numerico, ma la donna rivela di aver portato Tabitha, Alfred e Oswald come rinforzi, così il combattimento inizia. Barbara tenta diversi attacchi contro di lui, ma l'uomo le spiega che il coltello, per poterlo uccidere, deve essere tenuto da Bruce e lei gli urla che l'avrebbe preso. Infine, manovrando il ragazzo, Barbara regge con lui il pugnale e lo spinge ad uccidere Ra's, facendo i complimenti a Bruce mentre l'uomo si riduce in cenere. In quel momento, però, si sente un'esplosione alle loro spalle: le bombe di Jeremiah si sono attivate, così Barbara, Alfred, Oswald e Tabitha osservano sgomenti Gotham mentre viene distrutta davanti ai loro occhi.

Perdere nuovamente Butch[]

Poco dopo Oswald e Tabitha fanno ritorno alla Mansione Falcone, dove Tabitha punta una lama alla gola di Butch per chiedergli cosa gli abbia fatto. In quel momento l'uomo esce dall'ombra, ora tornato normale; i due si riuniscono felicemente dichiarandosi il loro amore reciproco e condividendo un bacio appassionato. Butch poi si rivolge a Oswald, che li ha osservati per tutto il tempo, e gli dice che non potrà mai dimenticare ciò che ha fatto per lui, quindi ci sarebbe sempre stato per qualunque cosa avrà bisogno. Oswald lo ringrazia a sua volta e afferma di essere veramente dispiaciuto, lasciando confusi Butch e Tabitha; poi Cobblepot estrae una pistola e spara a Butch, uccidendolo sul colpo tra le braccia di Tabitha, sbigottita. Poi Oswald le ricorda di come lei uccise sua madre tra le sue braccia e spiegandole come abbia dovuto convivere con il dolore ogni singolo giorno degli ultimi anni.

Afferma inoltre che avrebbe potuto ucciderla quando voleva, ma crede di più in un occhio per occhio, così ora dovrà convivere anche lei con la sofferenza di essere privati di una persona amata. Furiosa, Tabitha cerca di scagliarsi contro di lui ma Oswald le spara a una gamba. Galavan gli chiede quindi, ancora scioccata, se tutta la questione di trovare Strange e curare Butch avesse come unico scopo quello di ucciderlo davanti a lei e Cobblepot conferma, dicendo però che intende comunque ucciderla quando riterrà che avrà sofferto abbastanza. Tabitha ribatte con odio che lo farà prima lei e lui risponde che è libera di provarci. Dopodiché, la donna viene sollevata e portata via da due scagnozzi continuando a urlare che lo avrebbe ucciso, mentre Oswald lancia un'ultima occhiata al corpo di Butch, dispiaciuto di aver dovuto uccidere il suo vecchio amico per vendicarsi.

Terra di nessuno[]

Successivamente Tabitha viene riportata al The Sirens, dove i membri maschili della Lega delle Ombre stanno giurando fedeltà a Barbara in seguito alla morte di Ra's. Tabitha spiega all'amica quello che è successo, così Barbara dichiara che gli uomini sono la vera fonte di ogni male a Gotham e che d'ora in poi sarebbero stati banditi dalle loro vite. I membri maschili della Lega vengono quindi fatti massacrare e i loro corpi appesi all'entrata del club insieme all'avvertimento "Territorio delle Sirene, niente uomini".

Morte[]

87 giorni dopo, le Sirene conservano ancora il loro territorio e negoziano con Pinguino, rifornendolo di cibo in cambio di armi e munizioni. Tabitha è tuttavia ancora arrabbiata con Oswald per l'omicidio di Butch, nonostante Barbara cerchi di dissuaderla del vendicarsi in questo momento. Quando l'elicottero della Wayne Enterprises viene abbattuto, Tabitha si dirige sul posto per intercettarlo e coglie l'occasione per cercare di uccidere Cobblepot, giunto anche lui sul posto. La donna elimina tutti gli uomini di Cobblepot e ha una discussione con lui tenendolo di mira con una pistola, riguardo all'uccisione di Butch, Oswald afferma che è lei ad averlo indirettamente ucciso quando assassinò sua madre e che gli è dispiaciuto doverlo fare in quanto erano amici. Tabitha prova a sparare a Oswald al petto ma l'arma si inceppa; pertanto Cobblepot ha modo di ucciderla con un pugnale nel cuore, chiedendole di salutargli Butch. Vedendo Barbara presentarsi tardi sulla scena e assisterla inorridita, Tabitha le chiede di "non farlo" subito prima di morire.

Eredità[]

Barbara giura di vendicare l'amica uccidendo Cobblepot, strappandogli il cuore dal petto e dar le sue budella in pasto ai ratti. E' principalmente la morte di Tabitha a guidare gran parte del comportamento di Barbara durante gli eventi di Terra di nessuno; sia Barbara che Selina mediteranno di vendicarsi su Oswald, ma entrambe decideranno di risparmiarlo (Barbara per allearsi con lui e fuggire da Gotham e Selina per andare a salvare Bruce).

Personalità[]

Tabitha mostri numerosi tratti di sadismo e sociopatia; è meno calcolatrice del fratello Theo, preferendo agire d'impulso a discapito del pericolo. Spesso si dimostra civettuola nei confronti di chiunque trovi attraente, ma è anche in grado di sviluppare una vera affezione per gli altri, come nei confronti della nipote Silver o quando manda degli assassini contro Gordon per aver mandato Barbara in coma.

Tabitha ha una bassa tolleranza verso coloro che la minacciano di violenza; difatti attacca subito Alfred dopo che ha fatto irruzione nel suo attico per sapere dove fosse Bruce e non ha scrupoli a lasciare morire Theo dopo che ha minacciato lei e Silver.

Nonostante abbia praticamente consegnato il fratello alla morte, sembra provi ancora qualche senso di amore per lui: infatti si arrabbia con Oswald per averlo "ucciso" e, quando Theo torna in vita come Azrael, nonostante la paura per lui cerca di riavvicinarsi ricordandogli anche la loro infanzia prima che i monaci lo portassero via.

Per quanto tenti di apparire ripetutamente indifferente nei confronti di Butch, Tabitha prova vero amore nei suoi confronti, sebbene sia spesso divisa tra lui e Barbara; quando Edward la minaccia pensa dapprima di uccidere Butch per salvarsi ma poi, dopo che l'uomo dichiara il suo amore per lei, si lascia mutilare la mano per salvarlo. Dopo che loro due si mettono definitivamente insieme, Tabitha inizia a essere più aperta con lui, lavorando duramente per trovare una cura che lo faccia tornare normale. E' estremamente felice quando ci riescono e arriva a confessargli il suo amore, restando poi devastata per la sua morte. In seguito fa di tutto per vendicare Butch, arrivando ad agire nuovamente d'impulso e quindi finendo uccisa a sua volta.

Dalla quarta stagione a causa di diversi avvenimenti come l'apparente morte di Butch, la follia tossica di Barbara e un confronto con Leslie infettata dal virus di Tetch, Tabitha sembra subire un drastico cambiamento di carattere che la porta a diventare molto più calma, riflettendo prima di agire senza più farsi guidare dall'istinto violento.

Nelle ultime due stagioni il suo carattere migliora notevolmente, diventando più consapevole del proprio comportamento crudele in passato anche nei confronti di Oswald tanto che, poco prima di morire, si rende pienamente conto di essere stata dalla parte del torto, pur non scusandosi direttamente con lui (è evidente la realizzazione indiretta sul suo volto quando Oswald la accusa di aver "ucciso" lei Butch e dall'espressione sofferente e mancanza di reale combattimento per difendersi quando Cobblepot la pugnala).

Abilità[]

  • Eccellente nel combattimento corpo a corpo/Esperta nelle arti marziali: Come mostrato nel suo combattimento con Alfred, Tabitha è un'esperta nel combattimento corpo a corpo e in qualche arte marziale.
  • Picco della condizione fisica: Tabitha è al picco delle condizioni fisiche.
  • Abilità nel maneggiare/lanciare coltelli: Tabitha sa usare perfettamente dei coltelli in combattimento ed è riuscita a scagliare un pugnale nella schiena di Alfred con grande precisione da una certa distanza. E' anche riuscita a parare con un coltello un colpo di Butch alle spalle senza nemmeno guardare.
  • Esperta cecchina Tabitha ha una notevole abilità con le armi da fuoco, specialmente come cecchino: è riuscita a ferire gravemente Oswald e uccidere Dobkins da una notevole distanza, sparando loro addosso.
  • Abilità con la frusta: Tabitha è esperta nell'uso della frusta, una delle sue armi caratteristiche. Spesso la usa per avvolgerla intorno al collo dei nemici e sottometterli, oppure per torturarli o bloccare i loro colpi.
  • Manipolazione/Seduzione: Tabitha spesso ricorre all'arte della persuasione sfruttando il suo fascino, seducendo Butch per convincerlo a collaborare con lei; in diverse occasioni la usa anche come tecnica per distrarre i nemici, riuscendo in tal modo a uccidere il detective Martinez.

Equipaggiamento[]

  • Abito da Tigress: Quando combatte Tabitha indossa sempre vari abiti di pelle nera, specialmente giacche e pantaloni aderenti, per renderla più flessibile e nascondere armi come coltelli. Occasionalmente, come per il rapimento di Leslie, indossa una maschera per nascondere la sua identità. Durante l'evasione da Arkham porta una maschera antigas per proteggersi dal fumo.
  • Pistole/armi da fuoco: Tabitha usa spesso varie armi da fuoco come fucili d'assalto, pistole o fucili da cecchino.
    • Stivali a tacchi alti: Abbinato al costume porta spesso anche tacchi alti che la fanno apparire più alta e intimidatoria. Inoltre, in un'occasione, li usa anche per uccidere un poliziotto conficcandogliene uno in gola.
  • Frusta: La frusta è l'arma distintiva di Tabitha, che usa per sottomettere o torturare i suoi avversari. In seguito passa l'arma a Selina sebbene, durante lo scontro con Jeremiah, la utilizza nuovamente.
  • Coltello Karambit: Oltre alla frusta, Tabitha porta sempre con sé un coltello karambit in caso perda la prima arma nel combattimento. Durante lo scontro con Alfred lo colpisce con esso alla schiena; lo usa anche nella battaglia con Jeremiah e per minacciare Strange.
  • Coltello da combattimento: Tabitha lo usa per uccidere Gertrude e cerca di allenare la presa con esso dopo che le hanno riattaccato la mano.
  • Katana: Tabitha la usa in un'unica occasione per abbattere uno dei congressisti.

Apparizioni[]

Seconda stagione[]

Terza stagione[]

  • La Corte dei Gufi
  • Il re degli Enigmi
  • Il ritorno dei cattivi
  • Il giorno del giudizio
  • La testa del Demone
  • Il cavaliere oscuro

Quarta stagione[]

Quinta stagione[]

  • Year Zero
  • Trespassers (menzionata)
  • Ruin (menzionata)
  • 13 Stitches (menzionata)
  • Ace Chemicals (menzionata)

Gotham: A City Gone Mad (miniserie commerciale)[]

Curiosità[]

  • L'aspetto e il vestiario di Tabitha sembra richiamare quello di Larissa Diaz, assassina comparsa nella prima stagione.
  • Tigress, nei fumetti DC, è impersonata da varie persone; tuttavia Tabitha è una creazione originale dello show.
Advertisement