DC Comics Wiki
Advertisement
DC Comics Wiki

Victor Zsasz è un sicario e assassino al servizio di Carmine Falcone e, in seguito al ritiro di quest'ultimo, di Oswald Cobblepot , diventando rapidamente un membro della Famiglia criminale Cobblepot e consulente per la sicurezza di Oswald. Dopo la morte di Carmine, tuttavia, tradisce Cobblepot e passa a lavorare per Sofia Falcone. L'87° giorno dopo che Gotham è diventata Terra di nessuno, Zsasz ha preso possesso di un territorio tutto suo.

Ha la caratteristica di incidersi un taglio sulla pelle per ogni omicidio compiuto; spesso, durante i suoi incarichi, è accompagnato da alcune assistenti.

Si tratta di uno dei più temuti assassini di Gotham City.

Biografia[]

Lavorando per Falcone[]

Victor Zsasz, assieme a due delle sue assistenti, viene mandato da Carmine Falcone all'interno della Centrale di Polizia di Gotham per prelevare Jim Gordon. Quando il detective si rifiuta di seguirli, Zsasz mostra il suo potere intimidatorio ordinando a tutti i poliziotti presenti alla centrale di andarsene per poter agire indisturbato. Dopodiché da' inizio a una sparatoria contro Gordon, riuscendo a ferirlo; tuttavia l'uomo viene salvato dai detective Renee Montoya e Crispus Allen, giunti sul posto, che lo aiutano a fuggire. Fallita la missione, Zsasz uccide un'ufficiale di polizia che si era trovata casualmente sul luogo dello scontro e si incide un taglio declamando il suo ventottesimo omicidio.

Penguin Umbrella 153

Victor Zsasz spara all'ufficiale del GCPD.

In seguito Victor ha il compito di tenere in ostaggio Barbara Kean (che aveva cercato di negoziare con Falcone per risparmiare Gordon) mentre Gordon e Harvey Bullock cercano di arrestare Falcone e il sindaco corrotto Aubrey James. I due poliziotti accettano con riluttanza rilasciarli e, in cambio, Zsasz libera Barbara.

Zsasz assiste Falcone durante i suoi pensieri di assecondare il ricatto di Fish Mooney per lasciare Gotham e cerca di fargli cambiare idea. Successivamente discute con il suo capo sul piano architettato da Mooney sfruttando la giovane Liza, che si rivelerà essere mandata proprio da Fish. Victor, in seguito, assiste all'omicidio di Liza e al confisco del club di Mooney da parte di Falcone.

Dopo che Mooney e il suo braccio destro Butch Gilzean si liberano dagli uomini di Falcone e tornano al club, ora sotto il comando di Oswald Cobblepot, Zsasz è inviato a salvare il giovane poco prima che venga ucciso dai due. Apre uno scontro a fuoco con Butch, ma quest'ultimo riesce a uccidere una delle assistenti di Victor e far scappare Fish, venendo però catturato. Invece di eliminarlo, il sicario sceglie di tenere Butch e torturarlo; sotto ordine di Falcone gli fa il lavaggio del cervello e, in seguito, lo consegna a Oswald così che gli dia una mano nella gestione del suo nuovo club.

Lavorando per Pinguino[]

Dopo il ritiro di Falcone dalla criminalità organizzata, Zsasz inizia a lavorare per Oswald, che gli è succeduto; durante una missione accompagna Oswald in un'irruzione a casa del commissario Gillian Loeb per obbligarlo a dare le dimissioni e reinserire Gordon al GCPD.

Victor Zsasz pointing his gun at Commisioner Loeb after being told to kill him by The Penguin

Zsasz e Cobblepot minacciano il commissario Loeb.

Quando Cobblepot viene ricattato da Theo e Tabitha Galavan, Victor viene mandato a uccidere Randall Hobbs, candidato al ruolo di sindaco, affinché Theo non abbia concorrenza. Il sicario, dopo essere entrato nell'edificio ed essersi rivelato sfacciatamente, uccide da solo cinque guardie, poi cerca di eliminare Hobbs; il suo piano viene sventato dalla Strike Force, che riesce a portare in salvo il candidato e ferisce il criminale ma quest'ultimo, sparando a un idrante, crea un diversivo che gli permette di scappare.

Dopo che Butch viene liberato dal condizionamento mentale da Theo e Tabitha Galavan e tradisce Oswald, Zsasz va ad ucciderlo con le sue assistenti mentre l'uomo si trova ad un bar con la sua banda interrogato da Gordon e Bullock. Accorgendosi di Zsasz, la banda scappa via e i due poliziotti sono costretti a tenere testa al killer fino all'arrivo dei rinforzi, dopodiché Victor è costretto a ritirarsi.

Zsasz è presente all'incontro tra i membri della famiglia criminale di Cobblepot quando Oswald (ora sindaco di Gotham City) ordinò la cattura e uccisione del leader della nuova banda di Cappuccio Rosso, la quale aveva minacciato la sua autorità e distrutto una statua di sua madre.

Successivamente il sicario viene assunto da Edward Nygma, uno nei membri dello staff più vicini a Oswald, per smascherare Butch (che ha ripreso a lavorare per Cobblepot) come l'istigatore degli attacchi dei Cappucci Rossi. Durante un party di celebrazione per Pinguino al club The Sirens, Zsasz e Nygma convincono Butch che vogliono abbattere Oswald e gli chiedono di ucciderlo mascherato da membro dei Cappucci Rossi; quando Gilzean si dimostra scettico, Victor gli rivela di stare tenendo Tabitha, di cui l'uomo è innamorato, come ostaggio in cucina per obbligarlo a commettere l'atto.

Mascherato con un cappuccio rosso Butch fa per uccidere Oswald, ma scopre che la pistola datagli era caricata a salve. Dopodiché Zsasz gli spara e Nygma lo smaschera, convincendo Oswald che volesse tradirlo. Nel frattempo Tabitha riesce a liberarsi e crea scompiglio, permettendo a Butch di stendere Zsasz e provare a uccidere Edward, che però viene salvato da Oswald. In seguito Butch viene arrestato, ma Tabitha lo fa evadere durante il trasporto in prigione.

Victor viene poi incaricato da Mario Calvi di tenere sotto tiro Gordon per impedirgli di interrompere il matrimonio tra lui e Leslie. Dopo qualche minuto il sicario dice al detective che può andare, visto che era incaricato di trattenerlo solo pochi minuti. Quando Gordon richiede la sua arma Victor rifiuta; il poliziotto, tuttavia, riesce a stenderlo, poi riprende la sua pistola e si mette all'inseguimento di Mario.

Dopo il funerale di Mario, Zsasz va a trovare Gordon per mandargli un messaggio, ovvero che, quando il detective se lo sarebbe meno aspettato, il sicario avrebbe dovuto ucciderlo per conto di Carmine come vendetta per la morte del figlio e si dimostra quasi dispiaciuto per quello che dovrà fare in quanto prova simpatia per il poliziotto. Inoltre, poco prima di andarsene, si complimenta con Gordon per come ha sparato a Mario, affermando che non gli era mai piaciuto.

In seguito cerca di attentare a Gordon mentre quest'ultimo, con Bullock, sta tentando di seguire e fermare Dwight Pollard con la sua setta di maniaci. Zsasz riesce a tendere al duo un'imboscata e Gordon, dopo aver spiegato al compagno il motivo per cui Victor sta cercando di ucciderlo, allontana il sicario da Bullock spostando i combattimenti in una cucina dove uccide le due scagnozze di Zsasz e stende il sicario. Dopo essersi ripreso, Victor fa irruzione nell'appartamento di Gordon poco prima che quest'ultimo rincasi con Bullock; mentre lo scontro giunge al culmine, però, si presenta Carmine Falcone in persona che congeda Zsasz dal suo incarico; il sicario, perciò, senza dimostrarsi affatto dispiaciuto, se ne va.

Forzando le licenze di Pinguino[]

In seguito al caos causato dal virus di Tetch, Oswald e la sua famiglia criminale riescono a riportare l'ordine in città combattendo violentemente i criminali; in seguito Pinguino creò un sistema di criminalità sindacale emettendo "licenze di cattiva condotta" con la quale i criminali scelti possono compiere i loro crimini indisturbati cedendo in cambio a Cobblepot una parte dei loro profitti. Per far ciò Oswald stipulò un accordo con il governo della città, declamando il nuovo regime "Pax Pinguina".

Il ruolo di Zsasz è quello di rintracciare i criminali che adoperano senza licenza per spiegare loro la situazione e obbligarli a richiederla per continuare ad commettere crimini.

Quando i criminali Merton, Grady Harris e la loro banda irrompono ad un matrimonio per derubare gli invitati, Zsasz si presenta informando loro che, per adoperare, hanno bisogno delle licenze. Al rifiuto dei criminali di ritirarsi, Zsasz spara a Merton amputandogli alcune dita e convincendo il resto della banda a fuggire. Quando gli sposi fanno per ringraziare Victor quest'ultimo li dissuade rapidamente in quanto consente l'ingresso di un altro gruppo di criminali dotati di licenze che hanno quindi il permesso di derubare i presenti.

In seguito Zsasz fa irruzione nell'appartamento di Tabitha e Selina Kyle, affermando che erano difficili da rintracciare. Dopodiché chiede a Tabitha come mai viva in un appartamento così squallido se era ricca e la donna controbatte dicendo che lo era finché Oswald non gli ha rubato il club. Zsasz, però, le fa notare che ora possono considerarsi pari, visto che lei gli aveva ucciso la madre in precedenza. Dopodiché invita le due a venire all'apertura del nuovo club di Oswald per ritirare le loro licenze e poter proseguire a commettere i loro crimini indisturbati, facendo intendere a Tabitha che non ha realmente scelta. La donna progetta quindi di andarsene, ma Selina va comunque al club per poter ottenere il favore di Oswald; Zsasz le chiede come mai sia sola ma poi, con grossa sorpresa di entrambi, arriva anche Tabitha.

Subito dopo Zsasz cattura con Oswald un gruppo di criminali che intendevano spargere il gas della paura tra gli invitati e il sicario domanda al capo se deve giustiziarli subito. Cobblepot, tuttavia, sceglie di mostrare i criminali a tutti i presenti annunciando l'esecuzione imminente; poi la luce va via e, nel caos e buio che ne seguono, Zsasz cerca di fermare i criminali sfuggiti senza ferire gli ospiti, e viene quasi colpito da Tabitha mentre quest'ultima disarmava un criminale. Durante lo scontro lui e Alfred Pennyworth si mirano a vicenda ma, quando torna la luce e si riconoscono, abbassano entrambi le armi.

Successivamente accompagna Oswald quando va a trovare una rediviva Barbara nel suo nuovo locale rivenditore di armi e si mostra felicissimo di fronte alla vastità di pistole e mitra, prendendone una con se' prima di andarsene. Inoltre, Cobblepot minaccia Barbara di farla uccidere da Zsasz con la sua stessa merce se dovesse solo sentire delle voci sul fatto che voglia abbatterlo nuovamente.

All'Iceberg Lounge Pinguino viene informato da Zsasz che qualcuno ha tentato di rubare un suo carico al molo. Oswald si arrabbia, ma Victor la rassicura che i suoi uomini hanno messo in fuga i ladri; Cobblepot, comunque, lo informa che gli oggetti devono essere messi a un'asta d'élite quella sera e che quindi devono essere al sicuro. Mentre il giovane si fa accompagnare da Zsasz per controllare la merce, una donna si introduce di nascosto nel locale e rapisce Edward dopo averlo scongelato dal blocco di ghiaccio in cui era rinchiuso. Al ritorno i due scoprono la sparizione e Oswald, furioso, ordina a Victor di trovare i colpevoli, ucciderli e riportare indietro Nygma per ricongelarlo. Il sicario lo informa successivamente che il rapitore deve aver agito dall'interno, così Oswald richiede l'uccisione degli addetti alla sicurezza in quanto uno di loro ha permesso alla persona sconosciuta di entrare.

La pista, in seguito, porta a Myrtle Jenkins; dopo che Edward sfugge alla custodia di quest'ultima, Oswald e Zsasz trovano la donna e la interrogano. Lei rivela loro delle limitate capacità mentali di Nygma, dopodiché Oswald ordina la sua esecuzione. Victor, quindi, si complimenta del suo vestito subito prima di spararle alla testa.

In seguito, mentre aspettava Sofia Falcone all'Iceberg Lounge per una cena assieme, Zsasz arrivò per dirgli che la donna non sarebbe venuta. Oswald gli chiese il motivo ma Victor risponde che non lo sa perché non stava davvero ascoltando, poi si siede alla tavola e inizia mangiare il cibo preparato sostenendo che, altrimenti, sarebbe stato sprecato. Insospettito, Cobblepot intima al sicario di spiare la Falcone per scoprire cosa sta tramando. Victor la segue segretamente e la vede andare a una cena con il sindaco Burke e a un hotel abbandonato. Dopodiché informa Oswald e i due decidono di confrontarsi con lei pensando che stia complottando contro Cobblepot. Tuttavia si scopre che la donna stava semplicemente costruendo un orfanotrofio.

Via da Gotham[]

Qualche tempo dopo, Zsasz lascia Gotham per andare a trovare sua nonna e come sostituto raccomandò un suo amico, Headhunter. Tuttavia, dopo che fallisce l'incarico di catturare il Professor Pyg e fa un commento inopportuno davanti a Oswald, quest'ultimo pugnala il sicario.

In seguito Zsasz si confronta con Sofia mentre è sul treno per lasciare Gotham e la libera dalla custodia della polizia: la Falcone, infatti, ha rapito con l'aiuto delle Sirene il piccolo orfano Martin per usarlo come pedina contro Oswald. Dopo che Cobblepot finge la morte del bambino di fronte alle nemiche affida a Victor l'incarico di portare Martin fuori città in un posto sicuro.

Tradendo Cobblepot[]

Dopo che Carmine Falcone viene ucciso da alcuni sicari, Zsasz va al suo funerale dove mostra un'ultima volta il suo immenso rispetto per l'ex capo, posando un proiettile nella sua bara. In seguito, dopo che Sofia afferma che Oswald ha "ucciso" Martin e Gordon si dirige ad arrestarlo con il GCPD, Victor dice che effettivamente il bambino è morto nell'esplosione. Si rivela, quindi, che il sicario si è alleato con Sofia, presumibilmente (vista una domanda fatta a Cobblepot in precedenza) credendo che Pinguino abbia fatto uccidere Carmine.

Lavorando per Sofia Falcone[]

Successivamente alla fuga di Martin con l'aiuto di Edward, Zsasz viene mandato da Sofia a uccidere Cobblepot all'Arkham Asylum; si fa accompagnare nell'incarico da Headhunter, uscito dall'ospedale e ora indossante una benda su un occhio. I due si introducono nell'ospedale psichiatrico e hanno un confronto con Harvey Bullock; mentre i tre discutono, però, Nygma si introduce ad Arkham anche lui e salva Oswald, facendolo evadere. In seguito i due sicari ritrovano Cobblepot per le strade mentre da' a Gordon e Bullock informazioni sul trovare il contabile di Sofia, Mr. Penn. Il tutto finisce in una sparatoria tra i criminali e i detective, mentre interviene Leslie Thompkins che porta via Oswald in macchina. Dopodiché, mentre Cobblepot viene mandato a Sofia in un blocco di ghiaccio ed Edward viene torturato dalla mafiosa per avere informazioni, Zsasz dice alla donna di aver localizzato Arthur Penn. Quindi Sofia, con Victor e Headhunter, si dirige sul posto; inizia un'altra sparatoria con Gordon e Bullock, anch'essi giunti lì, e mentre Sofia insegue Gordon i due sicari cercano di raggiungere Bullock e Penn. Fallita l'impresa e accorgendosi dell'arrivo della polizia, Zsasz ed Headhunter concordano tranquillamente di andarsi a prendere un milkshake. Più tardi Victor non sembra venire a conoscenza del fatto che Sofia è stata mandata in coma da Leslie.

Terra di nessuno[]

Quando Gotham diventa Terra di nessuno Zsasz prende possesso di un territorio iniziando a lavorare in maniera indipendente. La sua zona è visibile sulla mappa di Gordon al GCPD l'87° giorno.

Giorno 96[]

Dopo che il rifugio Haven è esploso, uccidendo quasi tutti i rifugiati che si trovavano al suo interno, Gordon lavora strenuamente per trovare il responsabile, aiutato dal GCPD e Oswald, che fornisce loro numerosissime munizioni. Barbara afferma che "un tipo losco" è stato avvistato nei pressi dall'Haven poco prima che esplodesse e rintraccia il luogo in cui si trova. Gordon, Bullock, Oswald e i loro uomini vanno quindi sul posto e Cobblepot stuzzica la persona nascosta con un altoparlante; subito dopo qualcuno, dalla finestra di un edificio, inizia a sparare contro di loro: si rivela proprio essere Zsasz, che rifiuta di scendere affermando di non aver fatto esplodere lui l'Haven. Oswald lo insulta e Victor replica che, se è ancora arrabbiato per la storia di Sofia, è meglio che se la faccia passare, riprendendo poi a sparare contro tutti. Con un diversivo creato da Oswald e Bullock, Gordon riesce a raggiungere il criminale e lo stende, portandolo poi fuori. Cobblepot intende occuparsene lui, ma Gordon rifiuta e conduce Zsasz al GCPD dove lui e Bullock iniziano a interrogarlo sbattendogli anche la faccia sul tavolo, senza particolare effetto. Victor continua a dichiararsi innocente, spiegando che era nei pressi dall'Haven prima che esplodesse solo per rubare del cibo, soprattutto pesche sciroppate, e facendo notare che, se fosse stato davvero lui a uccidere tutte quelle persone, avrebbe il corpo ricoperto di cicatrici, chiedendo loro sarcasticamente se vogliono esaminarlo. In quella arriva Alvarez a chiamare Gordon e Zsasz fa delle allusioni nei suoi confronti. Oswald si presenta alla centrale e preleva Zsasz, portandolo a un processo con i rifugiati superstiti. Tutto indicherebbe che Victor sia colpevole, poi però arriva Gordon che spiega ai presenti che, in base alle prove trovate da Lucius Fox, non è stato Zsasz a far esplodere l'Haven, Nonostante ciò, i cittadini richiedono comunque la testa del criminale; prima che Oswald faccia decapitare Zsasz, Gordon e Bullock riescono a salvarlo e lo portano via, sebbene così si guadagnino l'avversione dei rifugiati. I poliziotti portano Zsasz abbastanza distante e Gordon intende liberarlo con riluttanza, in quanto al GCPD ci sarebbe qualcuno che vorrebbe ucciderlo. Victor fa notare al capitano che, nonostante i suoi sforzi, Gotham sarà sempre in mano a cattivi come lui; Gordon, quindi, chiede a Bullock di dare a Victor la sua pistola affinché risolvano la cosa in una sparatoria. Tuttavia Zsasz decide di non prenderla, rimandando la cosa a un altro giorno. Poi, su intimazione di Gordon, se ne va.

Giorno 216[]

A un certo punto Zsasz viene posto sotto l'incantesimo ammaliante di Ivy Pepper, cadendo in una sorta di innamoramento profondo per lei. Seguendo il suo piano per impedire la riunificazione di Gotham, Zsasz attenta alla vita di Gordon mentre fa un discorso alle diverse bande criminali in città, ferendolo gravemente. Successivamente va quindi al GCPD per finire il lavoro, ma viene steso da Alfred giunto sul posto. Viene interrogato da Bullock che riesce a estorcergli il nome di Ivy la quale, poco dopo, si presenta e lo libera, chiedendogli di tenere occupati i poliziotti mentre lei va a terminare il suo lavoro uccidendo Gordon. Zsasz viene però sconfitto da Bullock poco dopo, avendo indossato una tunica antibomba.

Personalità[]

Nonostante sia un killer sociopatico e dal sangue freddo, Zsasz ha spesso dimostrato di essere molto leale nei confronti di chi serve, specialmente per Carmine e Oswald, servendoli a intervalli regolari; a loro volta, sia Falcone che Cobblepot hanno mostrato di fidarsi estremamente di lui, affidandogli incarichi estremamente importanti o delicati (come il trasporto fuori città del piccolo Martin).

Victor vede l'uccisione come una forma d'arte e pianifica molto meticolosamente i suoi colpi; inoltre è anche abile a crearsi o trovare una via di fuga rapidamente in caso di necessità, nonostante non disdegni minimamente dei confronti fisici o con armi da fuoco. Ha un notevole livello di disciplina e meticolosità nello svolgere i suoi compiti e le sue formidabili capacità di combattimento e acuto ingegno lo rendono uno degli assassini più temuti da Gotham. Nonostante mantenga generalmente un aspetto freddo e distaccato privo di rimorsi o empatia, possiede anche uno strano senso dell'umorismo e ironia; inoltre sembra provare una particolare stima (come per il detective Gordon) e affetto per diverse persone.

Esempio lampante di quest'ultimo è Carmine Falcone, difatti mostra per la prima volta vera sofferenza al funerale del vecchio boss e, anche quando lavorava per Pinguino, spesso rispondeva ancroa alle richieste di Falcone (come tenere sotto tiro Jim Gordon o cercare di ucciderlo dopo la morte di Mario). Inoltre è arrivato a tradire il suo capo, Oswald, sospettando che avesse fatto uccidere lui Carmine. E' stato menzionato che ha una nonna, nonostante non si sappia nulla al riguardo se non che vive fuori da Gotham e Victor si era recata a trovarla per un certo periodo, assentandosi dalla città.

Abilità[]

  • Acrobata: Zsasz ha mostrato delle grandi abilità di acrobata la prima volta che si è introdotto al GCPD, nello schivare dei proiettili di Jim Gordon.
  • Bravura con le armi: Victor ha impressionanti capacità nel maneggiare diverse armi da fuoco, riuscendo a sparare con una pistola per mano anche mentre è in movimento. Si è spesso dimostrato in grado di tenere testa a più criminali o guardie in contemporanea da solo e, durante il suo secondo tentativo di uccidere Jim Gordon, ha cercato di sparargli da bordo di un'auto con un fucile, seppur la sua mira non era buona come quando utilizza solo le pistole.
  • Volontà indomabile/alta tolleranza del dolore: Quando gli viene affidato un incarico Zsasz viene dominato da una fortissima determinazione nel portarlo a termine e non smette di dare la caccia al suo bersaglio a meno che non glielo ordini il suo datore di lavoro. Inoltre sembra non provare particolare dolore fisico: per ogni persona che uccide si incide la pelle con un coltello, inoltre, una volta, riuscì a scappare senza problemi dal GCPD anche se era stato colpito da un proiettile.
  • Esperto torturatore: Victor è molto abile nell'infliggere dolore alle persone come nel caso di Butch Gilzean, che ha torturato per diverse settimane per fargli il lavaggio del cervello e farlo sottostare agli ordini di Oswald.
  • Esperto nel combattimento corpo a corpo: Zsasz è estremamente forte e allenato, dimostrando di non avere problemi a tenere testa a personaggi come Jim Gordon in un combattimento fisico.

Equipaggiamento[]

  • Armi da fuoco: Zsasz padroneggia per la maggior parte varie armi da fuoco come pistole, fucili d'assalto e fucili da cecchino.
  • Coltello: Victor porta sempre con se' un coltello che utilizza per tagliarsi la pelle e segnarsi ogni omicidio commesso.

Apparizioni[]

Prima stagione[]

Seconda stagione[]

Terza stagione[]

Quarta stagione[]

Quinta stagione[]

Curiosità[]

  • Come nei fumetti Zsasz si incide la pelle per segnarsi gli omicidi compiuti; nel canone ufficiale, ambientati diversi anni dopo la serie, il suo corpo è quasi totalmente ricoperto di cicatrici.
  • Il cognome di Victor è un palindromo (si legge anche da destra verso sinistra)
  • Zsasz, assieme ad Alvarez e Jerome Valeska, è l'unico personaggio ricorrente apparso in tutte le stagioni della serie.
  • E' un grande fan della disco.
  • Contrariamente alle sue altre versioni, in questa Victor è un sicario che uccide su commissione invece di essere un libero serial killer (similmente alla versione dei film di Nolan).
Advertisement